or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

UNA FETTA DI MILANO IN LOMELLINA

A campaign of
Roberta Battisti e Gian Franco Baroni

Contacts

A campaign of
Roberta Battisti e Gian Franco Baroni

UNA FETTA DI MILANO IN LOMELLINA

UNA FETTA DI MILANO IN LOMELLINA

Support this project
100%
  • Raised € 1,520.00
  • Sponsors 38
  • Expiring in 10 days to go
  • Type Donation  
  • Category Startup & business
  • Obiettivi
    8. Lavoro dignitoso e crescita economica
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumo e produzione responsabili

A campaign of 
Roberta Battisti e Gian Franco Baroni

Contacts

The project

Di cosa si tratta

Immaginate di essere sotto alle mura del castello di Gambolò lungo via della Roggia (potete cercare su GoogleMaps , se non la conoscete). A destra vedete una caffetteria con forno (sono quelle due vetrine con la carta gialla). Vi viene voglia di  bere un caffè ed entrate. Spinta la porta trovate di fronte a voi un bancone che mostra focacce, cornetti, torte salate e stuzzichini appena sfornati dal piccolo laboratorio che si intravedere sulla sinistra.

Girando appena lo sguardo notate sullo sfondo una zona rialzata da una pedana in legno su cui ci sono tavoli e sedie e uno schermo sulla parete arancione. Poi un divano su cui qualcuno ha lasciato un fumetto preso dagli scaffali pieni di libri, di oggetti, di giochi per bambini o in scatola. Alle pareti ci sono dei curiosi quadri e manifesti e, alla vostra destra, davanti al banco bar, da cui proviene un gradevole profumo di caffè, un’area con dei tavoli alti corredati da sgabelli.

Siete riusciti ad immaginarlo?
Altrimenti potete trovare una descrizione del progetto accedendo alla Gallery

Il Puntello vorrebbe essere questo: uno spazio dove poter gustare prodotti artigianali al forno e in cui essere immersi in un ambiente stimolante, che offra esperienze differenti dai bar tradizionali e che riesca a far sentire a proprio agio ogni persona che vi entra, grande o piccola che sia, giovane o anziana.
Un luogo aperto alla comunità, dove trascorrere il proprio tempo libero leggendo un libro, prendendo un the con le amiche, per un coffee break o durante una serata di svago con gli amici.
Ma anche un luogo dove scambiarsi esperienze, dove organizzare eventi culturali, laboratori per bambini, presentazioni di libri o rassegna di film, magari proposti da concittadini interessati a certi argomenti o da professionisti o hobbisti che hanno voglia di farsi conoscere in questi territori, pur venendo da lontano.



Come è nato il progetto

L'idea de Il Puntello è nata dalla necessità di trovare un nuovo sbocco professionale per una coppia di over 50, che potesse contribuire allo sviluppo del territorio di adozione (ci siamo trasferiti da Milano a Mortara nel 2007) e in cui potessero convergere le competenze preacquisite, la passione personale per i prodotti da forno e il caffè, il desiderio di condivisione e, non da ultimo, il deisderio di proporre uno stile alternativo .

Il progetto, che si trova attualmente oltre la metà della sua realizzazione complessiva, è stato sviluppato secondo questi principi:
*  uso di materiali ecosostenibili e ottimizzazione dei processi produttivi
*  qualità delle materie prime e filiera corta
*  originalità come alternativa al mainstream


Il legame con Milano

Ma cosa c'entra Milano in tutto ciò? Milano è diventata un modello virtuoso: Il suo dinamismo, la cultura che si respira, le opportunità che offre e, non ultimo, la visione che ne contraddistingue ogni progetto, hanno quel qualcosa che è ancora difficile trovare in altre realtà, seppure a pochi km di distanza. Pur essendoci trasferiti in Lomellina da oltre un decennio, questo gap ci pare tuttora evidente: la maggior parte dei locali, anche di recente apertura, mantengono un’impostazione “tradizionale” che, secondo noi, li priva di attrattiva e originalità.

Abbiamo quindi cercato di elaborare una nuova visione di caffetteria, che aspiri a diventare un modello alternativo, pur mantenendo uno stretto legame con il territorio circostante.


Perché chiediamo una donazione

Purtroppo i fornitori degli arredi e del bancone (che millantavano una grande esperienza) non ci hanno consegnato quanto avevamo pattuito. I prodotti che avevamo ordinato su misura sono stati realizzati senza alcuna cura e hanno dei difetti costruttivi che li rende non idonei secondo la normativa vigente: sedie e tavoli, giusto per fare un esempio, rischiano di ferire chi le afferra in quanto sono stati montati utilizzando viti coniche senza che venisse svasato il tubolare metallico; il bancone presenta delle fessure tra i piani inox, senza possibilità di una pulizia efficace, tra le quali andrebbe ad annidarsi tutto lo sporco e che comporterebbe la chiusura del locale al primo controllo ispettivo.

Ora siamo nelle mani di un avvocato, ma, prima che la cosa si risolva e che possiamo recuperare almeno parte delle finanze, passerà un tempo che non riusciamo a prevedere.
Nel frattempo le spese non sono cessate (locazioni e utenze) e ora ci troviamo davvero con pochissimi euro sui conti (personali ed aziendali) e un capitale sociale troppo basso per poter essere ammessi ad un finanziamento.

L'unica risorsa che abbiamo trovato è stato questa campagna di cowdfunding.


Come saranno utilizzate le donazioni

A seconda di quanto riusciremo a raccogliere, i fondi saranno investiti nella società per:

* saldare i fornitori (che hanno terminato i lavori) e le attrezzature in giacenza
* pagare le utenze e l'affitto del locale
* aumentare il capitale sociale
* acquistare le attrezzature ancora mancanti (arredi, bancone, cappa, porta scorrevole, ecc.)

Vi segnaleremo via via come li avremo utilizzati all'interno di questa stessa pagina.

Pagamenti effettuati:

* Canone locazione mese di Novembre (600 €)



Chi siamo

Roberta Battisti, alias Gecabrizza, è nata a Milano. Cresciuta tra artisti, architetti e designer, si è laureata presso la Facoltà di Architettura dove ha potuto assistere agli esordi della comunicazione digitale, seguendone poi le evoluzioni da professionista del settore. Grazie al suo background, si è occupata personalmente della definzione di molti aspetti del progetto e del relativo coordinamento.

Gian Franco Baroni , nato e cresciuto in Lomellina, dopo la Laurea in Economia e Commercio e appassionato di informatica, si è occupato per molti anni della definizione, sviluppo e gestione di progetti in ambito IT. Dotato di una grande curiosità fin dall'infanzia, tanto da smontare qualsiasi cosa gli finisse tra le mani, ha una conoscenza approfondita di meccanica, tecnologia e elettronica. È sempre stato il cuoco di casa e ama fare sperimentazioni.

Comments (35)

Per commentare devi fare
  • MS
    Micaela  “Stranger cares”. Tony Robbins. Mic😉
    • RB
      Roberta  Grazissime! Il tuo aiuto è ancora più commovente! <3
      1 week ago
  • avatar
    Claudia  Un grande in bocca al lupo!
    • RB
      Roberta  Grazie Claudia! Sei un tesoro!
      1 week, 2 days ago
  • FD
    Florinda  Un piccolo contributo, ma è tutto ciò che posso! Mi rivedo in voi, 45 anni, laurea in Economia, il diploma in pasticceria, un sogno fatto di dolci, ma senza il coraggio di inseguirlo. Aiutare voi a realizzare il vostro sogno mi fa stare bene! E se un giorno vi verrò a trovare conto in in caffè ;) In bocca al lupo!
    • RB
      Roberta  Sei una stella! Ti offriremo più di un caffè. Un abbraccio non potrà mancare!
      1 week, 5 days ago
  • avatar
    Pier  Vi auguro tutto il mio bene. Un abbraccio. Pier
    • RB
      Roberta  Grazie mille, Pier!
      1 week, 6 days ago
  • pl
    piero  In bocca al lupo!!
    • RB
      Roberta  Grazie Piero! <3
      1 week, 6 days ago
  • avatar
    Martino  In bocca al lupo!
    • RB
      Roberta  Grazie Marti!!!!
      2 weeks ago
  • FF
    Fabio  So che questa avventura andrà nel migliore dei modi. Forza Roberta. Fabio e Lelia
    • RB
      Roberta  Grazie davvero del sostegno! <3
      2 weeks ago
  • avatar
    Silvia  in bocca al lupo per il vostro progetto!
    • RB
      Roberta  Grazie Silvia!!!! <3
      2 weeks, 1 day ago
  • avatar
    Elena  Forza!!!!!
    • RB
      Roberta  E coraggio! :-*
      3 weeks, 1 day ago
  • NA
    Nicola  Non vedo l'ora di venire ad assaggiare le vostre delizie. In bocca al lupo ragazzi!
    • RB
      Roberta  Grazie Nicola! <3
      3 weeks, 5 days ago

Community

Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

8. Lavoro dignitoso e crescita economica

Buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.

11. Città e comunità sostenibili

Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

12. Consumo e produzione responsabili

Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.

Vuoi sostenere questo progetto?