oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Ripiantare uliveto devastato da incendio

Una campagna di
Fernando Meloni

Contatti

Una campagna di
Fernando Meloni

Ripiantare uliveto devastato da incendio

Ripiantare uliveto devastato da incendio

Sostieni questo progetto
100%
  • Raccolti € 20,00
  • Sostenitori 2
  • Scadenza 127 giorni rimanenti
  • Modalità Donazione semplice  
  • Categoria Food & agricoltura

Una campagna di 
Fernando Meloni

Contatti

Il Progetto

Nell'Agosto 2017 un enorme incendio doloso è divampato in tutta la zona devastando ettari di terreni coltivati tra cui il mio. Circa 200 piante di olivo in piena produzione (10 anni di vita) sono andate in fumo assieme a decine di alberi da frutto.

Questo è il terreno dopo l'incendio

Avevamo dunque una piccola produzione di olio extra vergine di oliva che ci dava moltissime soddisfazioni dopo anni di lavoro e cura delle piante. Abbiamo scelto sin dall'inizio di fare agricoltura "pulita" bandendo totalmente qualsiasi tipo di prodotto fertilizzante o pesticida per ottenere un olio veramente sano e naturale e questo ci ha imposto una maggiore attenzione e ritmi di lavoro più intensi per mantenere le piante produttive e in salute.

Dopotutto, vedere tutto ridotto in cenere a causa della sciocca disattenzione di qualcuno, non ci ha fatto per niente piacere, ma superato lo shock iniziale,ci siamo "rimboccati le maniche" più determinati che mai per cercare di ricostruire ciò che avevamo perso. Abbiamo cominciato dall'agricoltura, ricreando le condizioni per poter produrre, dagli impianti di irrigazione, alla ricostituzione delle condizioni ambientali, per poi passare all'eliminazione di tutti i residui della combustione. Dopo un anno siamo pronti a ricreare l'uliveto partendo possibilmente dall'acquisto di piante di almeno 10 anni e se ci riusciamo, vorremmo creare un mini-frantoio per spremere direttamente le olive a freddo, man mano che le raccogliamo,senza dover attendere la disponibilità dei frantoi di terzi col rischio che il prodotto si deteriori o che l'olio si contamini con il residuo di altre spremiture di frutti sicuramente trattati e non puliti come noi vorremmo.

Siamo grati a chiunque ci aiuti a ricreare questa nostra "nicchia" gastronomica, contribuendo con una donazione che utilizzeremo per l'acquisto delle piante di olivo. Ovviamente, invieremo periodicamente, notizie, foto e dettagli per posta elettronica sui progressi e l'andamento di questo progetto

Se non potete effettuare una donazione potreste comunque darci una mano a diffondere questa iniziativa condividendo con i vostri amici e conoscenti questa campagna di raccolta fondi

Grazie !
Fernando

Commenti (0)

Per commentare devi fare

    Community

    Vuoi sostenere questo progetto?