or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Ma perché diventa blu la mozzarella?

A campaign of
Rosangela Giannusa

Contacts

A campaign of
Rosangela Giannusa

Ma perché diventa blu la mozzarella?

Support this project
100%
  • Raised € 20.00
  • Sponsors 1
  • Expiring in 88 days to go
  • Type Donation  
  • Category Food & agriculture
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Rosangela Giannusa

Contacts

The project

Ma perché diventa blu la mozzarella?

Siamo microbiologi appassionati e curiosi, che lavorano privatamente da 22 anni. Dalla nostra esperienza e quotidiana attività abbiamo colto i fenomeni più “strani” che la natura dell’infinitamente piccolo ci ha mostrato.

Uno di questi è quello dell’ormai famosa mozzarella blu, che tanto disagio dà alle aziende casearie, e tanto disgusto ai consumatori.
Ma perché un piccolo organismo così innocuo è capace di fare tali e tanti danni?

Ce lo siamo chiesto e abbiamo voluto capirci di più.

Abbiamo provato ad isolarlo, capire come crescesse e quali fossero le sue caratteristiche. Abbiamo cercato di sviluppare un terreno di coltura per riconoscerlo subito e dalla nostra caparbietà è nato il terreno ideale che abbiamo brevettato.
La nostra gioia nel riuscire ad isolarlo e nell’individuare le colonie batteriche anche ad occhio nudo, con quel bel colore bruno che ammirate nella foto, ci ha entusiasmato ancora di più nel voler capire come potesse e perché riuscisse a produrre il pigmento blu sulle mozzarelle.

Il nostro protagonista o meglio, la nostra protagonista, è la Pseudomonas fluorescens, ma non la solita, una sottospecie veramente ed a dir poco diabolica.
Ma chi è la Pseudomonas fluorescens?
Non è un extraterrestre.
E’ proprio tra di noi, vive nell’acqua e ama il fresco (vive e cresce bene tra +4°C e 15°C) ed anche i nostri latticini, su cui lascia la sua impronta blu.
E’ un batterio gram-negativo e vive solo in presenza di ossigeno. Il suo nome “P. fluorescens” deriva dalla sua capacità di rilasciare, in condizioni particolari, pigmenti fluorescenti che illuminati con lampada Wood appaiono come un firmamento di stelle, mentre nella luce visibile appaiono gialli, rossi o blu.

Il pigmento, chiamato INDIGOIDINA, si produce in determinate condizioni sulla mozzarella, come anche quello bruno sul nostro fantastico terreno, ma la curiosità ci ha spinto a chiederci che relazione c’è tra produzione di pigmento e ambiente, quando e perché lo produce, possiamo fare qualcosa per impedirglielo?

A questo punto chiediamo a Te, caro/a lettore/trice, il tuo importantissimo sostegno per darci una mano al fine di risolvere questo problema, e proseguire così la nostra ricerca perché una soluzione l’abbiamo trovata, ma non tutte le domande hanno avuto risposta.
C’è ancora molto da fare e ti invitiamo a far parte di tutto questo affinché, con la nostra ricerca, possiamo evitare che questo batterio invada i nostri latticini obbligando consumatori ed aziende casearie a distruggere tanto cibo solo per il suo inquietante colore blu.

Grazie per il tuo tempo e per il tuo fondamentale sostegno!

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Gallery

    Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

    Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

    3. Salute e benessere

    Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

    6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari

    Acqua pulita e servizi igienico-sanitari: garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile di acqua e servizi igienico-sanitari.

    15. Vita sulla terra

    Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

    Vuoi sostenere questo progetto?