or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

La tigre rosa e L‘ALFABETO DI NAYA: due racconti da illustrare

A campaign of
Dario Becci e Gaetano Buompane

Contacts

A campaign of
Dario Becci e Gaetano Buompane

La tigre rosa e L‘ALFABETO DI NAYA: due racconti da illustrare

La tigre rosa e L‘ALFABETO DI NAYA: due racconti da illustrare

Support this project
100%
  • Raised € 1,485.00
  • Sponsors 16
  • Expiring in 150 days to go
  • Type Donation  
  • Category Books and publishing
  • Obiettivi
    5. Uguaglianza di genere
    10. Ridurre le disuguaglianze
    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

A campaign of 
Dario Becci e Gaetano Buompane

Contacts

The project

A tigresa rosa e O ALFABETO DE NAYA: duas histórias para ilustrar.
Para ler o seguinte texto em português e outras línguas visite o nosso blogue!

Der rosarote Tiger und NAYAS ALPHABET: zwei Geschichten zu bebildern.
Um den folgenden Text auf Deutsch und anderen Sprachen zu lesen, besuche unseren Blog!

The pink tiger and NAYA'S ALPHABET: two stories to illustrate.
To read the following text in English and other languages go to our blog!

Chi siamo e perché siamo qui

Siamo un duo italo-brasiliano-tedesco, che ha condiviso il banco già dal primo giorno del liceo.

Facciamo una colletta per finanziare le illustrazioni di due nostri racconti per bambin* e adult*: La tigre rosa e L‘ALFABETO DI NAYA.

La tigre rosa è un testo di Gaetano Buompane e ha come tema centrale la diversità.

L‘ALFABETO DI NAYA è scritto da Dario Becci e narra le peripezie di una bambina siriana durante la sua fuga verso la Germania, nel 2013.

Entrambi i racconti sono illustrati da Emanuele "Piero" Pierobon.

Possiamo completare le illustrazioni con il tuo supporto economico.

Ci dai una mano?

Ogni contributo, grande o piccolo che sia, ci permette di portare avanti il nostro lavoro e dare uno spazio maggiore ai temi che sicuramente stanno a cuore anche a te.

Grazie!

➔ Seguici anche sul nostro blog e vedi l'anteprima!

La tigre rosa

Le favole che scrivo nascono da un appuntamento quotidiano, quello con mia figlia quando è l'ora di dormire. Lei non si addormenta senza prima ascoltare una bella storia raccontata come si deve. Non serve prendere un libro e leggere, bisogna che sia un racconto inventato al momento, originale.

È nata così l’avventura della tigre rosa, la storia avvincente di un lungo viaggio in cui questa giovane e tenerissima tigre, “diversa” e per questo allontanata dal gruppo, scoprirà che la forza della natura sta proprio nella diversità degli esseri viventi. Un tema, quello della conoscenza dell’Altro, allo stesso tempo delicato e fondamentale nei primi anni di vita del bambino.

La tigre rosa è la compagna ideale per andare alla scoperta del mondo, per poi fare ritorno a casa con una consapevolezza maggiore e la voglia di dipingere la vita con una esplosione di colori.

L‘ALFABETO DI NAYA

Naya non ha ancora cinque anni quando fugge da Aleppo, dove è scoppiata la guerra, con il padre, la madre e Mohamad, il fratello piú grande, nel 2013.

Raggiungono Istanbul in auto, e lí nasce Nahel, il fratello minore di Naya.

Poiché al padre di Naya non viene concesso il permesso di lavoro a Istanbul, tutta la famiglia vola in Libia, ma anche da qui è costretta a fuggire: la loro vita è minacciata dalla riesplosione della guerra.

La famiglia di Naya dovrebbe raggiungere l'Italia con un barcone per continuare il viaggio verso la Germania.

Il peschereccio imbarca acqua a causa dei colpi sparati della Guardia costiera libica.

Il padre di Naya usa un telefono satellitare per chiamare la Marina italiana e quindi a Malta per chiedere aiuto.

Le autorità italiane scaricano la responsabilità sulle autorità maltesi, le quali sottolineano che il barcone è più vicino all'Italia che a Malta e che, per questo motivo, le prime sono responsabili di un'operazione di salvataggio.

La prima nave di soccorso da Malta arriva solo cinque ore dopo la prima telefonata del padre di Naya, nonostante la nave della Marina militare italiana, Libra, fosse a sole settanta miglia di distanza dal luogo del naufragio.

Nel frattempo molt* profugh* sono annegati. È l'11 ottobre 2013.

Comments (6)

Per commentare devi fare
  • MD
    Maria Felicia Bravissimo Dario! Bellissima iniziativa. Complimenti e in bocca al lupo. Felicia.
    • LB
      Ludovica Evviva!!! Che iniziativa meravigliosa!
      • FC
        Francesco Bellissimo progetto! Io e Paola abbiamo sostenuto l'iniziativa. Ciao
        • GB
          GIUSEPPINA Bonifico effettuato, in bocca al lupo
          • avatar
            Francesca In bocca al lupo per il progetto e un saluto a Piero. Francesca
            • DB
              Dario Crepi il cacciatore (o la cacciatrice)! Piero riceverà il tuo saluto. Grazie per seguirci e supportarci! Cari saluti. Dario
              6 months, 4 weeks ago

          Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

          Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

          5. Uguaglianza di genere

          Parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze.

          10. Ridurre le disuguaglianze

          Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

          16. Pace, giustizia e istituzioni forti

          Pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile.

          Vuoi sostenere questo progetto?