or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

La Piazza d'Armi UN'AVVENTURA MERAVIGLIOSA

A campaign of
Associazione Parco Piazza d'Armi - Le Giardiniere

Contacts

A campaign of
Associazione Parco Piazza d'Armi - Le Giardiniere

La Piazza d'Armi UN'AVVENTURA MERAVIGLIOSA

Campaign ended
  • Raised € 254.00
  • Sponsors 18
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Comics & games
  • Obiettivi
    11. Città e comunità sostenibili
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Associazione Parco Piazza d'Armi - Le Giardiniere

Contacts

The project

Esiste un patrimonio di biodiversità nel cuore del quartiere di Baggio a Milano (Municipio 7) per ora ancora chiuso al pubblico.

Questo progetto ha come obiettivo di avvicinare gli adolescenti ad un bene naturalistico presente nel proprio quartiere, conoscerne il valore dei servizi ecosistemici forniti e incominciare a rispettarlo prima di poterlo frequentare.

Come si fa a far conoscere l’importanza della Natura? A far capire alle persone che dal mondo vegetale dipende la vita su questo pianeta e che siamo in stretta relazione con essa anche se noi urbani ce ne siamo scollegati? Come si fa a far conoscere, amare e rispettare un tesoro naturale come il Parco della Piazza d’Armi se rimane ancora chiuso all’accesso pubblico?

I giovani stanno ancora subendo le conseguenze dell'isolamento del periodo pandemico: ecco perché abbiamo pensato di coinvolgerli sui temi ambientali con incontri e workshops che li trasformeranno da inconsapevoli spettatori ad attori di un cambiamento necessario ai futuri stili di vita.

I giovani in città si sono allontanati dall'elemento naturale, che è venuto meno nell'orizzonte cittadino, densamente costruito, e non fa più parte del loro paesaggio quotidiano. Inoltre l'isolamento subito durante la pandemia li ha ulteriormente chiusi in se stessi e proiettati in relazioni virtuali. Si crea dunque la necessità per i giovani di costruire relazioni reali su temi concreti e urgenti nella nostra società e il cambiamento climatico è uno di questi. Avere l'occasione di ragionare su questi temi durante un processo di trasformazione di un grande ambito cittadino quale la Piazza d'Armi è un privilegio che va loro svelato. E' necessario inoltre utilizzare uno strumento adatto a comunicare con i giovani. Per questo proponiamo il fumetto, un linguaggio che si avvicina al loro immaginario, per invitarli ad amare e a rispettare il Parco della Piazza d’Armi: risorsa preziosa, inestimabile che hanno il diritto di cominciare a conoscere ancor prima della sua apertura.

Per la divulgazione del fumetto prodotto e dei temi correlati quali, in sintesi, la biodiversità e i servizi ecosistemici in città, si prevede la stampa di circa 5.000 copie e diversi momenti di divulgazione promossi da un ufficio stampa dedicato:

  • Presentazione del progetto al Municipio 7 a cura della Associazione Parco Piazza d'Armi Le Giardiniere con l'intervento dell'Assessora alla Scuola, Arredo Urbano, Partecipazione, Politiche Ambientali del Municipio 7 e la partecipazione di esperti che partecipano alla divulgazione dell'importanza naturalistica della Piazza d'Armi.
  • Presentazione al Museo del Fumetto WOW.
  • Eventi dedicati: 4 incontri nelle biblioteche di quartiere: attraverso il fumetto della Piazza d'Armi parliamo della sua importanza storica e naturalistica. A cura dell'Associazione Parco Piazza d'Armi - Le Giardiniere.
  • Partecipazione ad eventi delle Associazioni ambientaliste sponsor del progetto.
  • 4 incontri con l'IIS "G.Galilei-R.Luxemburg" con l'obiettivo di creare dei workshops condivisi con ragazze e ragazzi sui temi della comunicazione e divulgazione dei valori dei servizi ecosistemici in generale e che, in particolare, si possono trovare nel Parco Piazza d'armi. E'prevista anche la circolazione di questo fumetto nel mondo digitale. A cura dell'Associazione Parco Piazza d'Armi Le Giardiniere.

Attraverso queste azioni e le storie a fumetti proposte ci aspettiamo di riuscire a coinvolgere il pubblico degli adolescenti sui temi ambientali e sulla conoscenza, rispetto e cura dei beni naturali con la narrazione, i laboratori e le visite.

I FUMETTISTI

Paola Loi

“Come un piccolo sasso gettato nel fiume crea cerchi sempre più grandi attorno a sé, credo che le piccole azioni di ognuno di noi abbiano ripercussioni
sul mondo circostante. Questo è il sassolino che lancio, sperando che le sue onde parlino a qualcuno della causa portata avanti dalle Giardiniere.”

Nanni Mattei

La mia generazione è cresciuta avendo ben presente l'importanza dei temi ambientali. Sebbene il mondo spesso non sembri andare nella
direzione giusta, saremo sempre pronti a prenderci cura del germoglio che spunta dalla crepa nel cemento.

Alessandro Aroffu

Da neo – apicoltore ho personalmente ben capito quanto la Natura e la sua biodiversità siano di vitale importanza. So che magari non sarà molto, ma magari anche una piccola storia a fumetti è in grado di aiutare la natura a far sentire la sua voce ai tantissimi che ancora non vogliono ascoltarla. La speranza di un mondo migliore risiede nelle piccole cose, quindi perché non ripartire da un piccolo parco a misura di Natura.

ASSOCIAZIONE PARCO PIAZZA D'ARMI - LE GIARDINIERE

La storia delle Giardiniere inizia nel novembre 2011, con la partecipazione al Tavolo Salute della Commissione Pari Opportunità del Comune di Milano, avviato da Anita Sonego, allora presidente della Commissione Pari Opportunità.

Nell’ottobre 2015 nasce l’Associazione Parco Piazza d’Armi - Le Giardiniere con lo scopo di tutelare il verde e la memoria storica della PdA.

Perché “Le Giardiniere”? Abbiamo voluto ispirarci a quelle donne, tra cui Bianca Milesi, Matilde Viscontini, Teresa Confalonieri e Cristina Trivulzio di Belgioioso che, a Milano e a Napoli, incontrandosi nei giardini (da qui il nome), si spesero per la causa risorgimentale e furono parte attiva nella liberazione di Milano dalla dominazione austriaca durante i moti carbonari. Come loro, senza enfasi ma con altrettanta passione, lavoriamo per la nostra città, come loro anche noi scommettiamo su Milano e la sua capacità e possibilità di cambiare.

Le Giardiniere sono un gruppo di cittadine, che volontariamente si occupa di salvaguardia ambientale.
Non siamo “giardiniere” nel senso professionale del termine, cioè non ci occupiamo della manutenzione dei giardini, ma essendo donne abbiamo in noi il senso della cura: se noi siamo Le Giardiniere, Milano è il nostro Giardino.

Da anni lavoriamo per la salvaguardia e lo sviluppo sostenibile del Parco di Piazza d’Armi, con un progetto di rigenerazione urbana che non prevede ulteriore consumo di suolo, nella piena valorizzazione della sua biodiversità e dei suoi preziosi aspetti ecosistemici.

Dal 2022 è presidente Sonia Occhipinti e vicepresidente Licia Martelli.

Noi siamoValeria Bacchelli (docente di Analisi matematica presso il Politecnico di Milano), Patrizia Binda (insegnante e giornalista), Maria E.Castiglioni (psicoterapeuta), Cristina Cusi (medica neurologa), Carla Maragliano (assistente sociale), Licia Martelli (architetta paesaggista), Monica Negri (geografa), Sonia Occhipinti (architetta), Evi Parissenti (giardiniera e ortista).

Azioni

In questi anni, in cui tutto il sito è passato dalla gestione del Ministero della Difesa a quella di Invimit (una SGR del Ministero Economia Finanze che ne ha in carico la vendita), abbiamo difeso questa vasta area verde con tutti i mezzi a nostra disposizione: convegni, conferenze stampa, manifestazioni, divulgazione di materiali, pubblicazioni di articoli, petizione al Parlamento europeo, collegamenti con altre realtà analoghe a Milano e in tutta Italia.

La nostra mobilitazione, insieme a quella di altre realtà del territorio e di Milano, ha fatto sì che nell'ottobre 2019 il Mibact (Ministero Beni Culturali) ponesse un vincolo che prescrive la totale conservazione dell'area verde di circa 32 ettari. Il vincolo prevede altresì che l'area occupata dai magazzini militari (6 ettari) sia ZONA DI RISPETTO nei confronti dei due edifici vincolati e, con riferimento ad eventuali nuove edificazioni, dispone alcune prescrizioni in merito alle distribuzioni planimetriche, alle visuali prospettiche, alle distanze, alle altezze, limitando fortemente le volumetrie possibili.

La maggior parte degli ex magazzini militari è stata abbattuta nel 2019, salvando i due edifici vincolati dalla Soprintendenza: la Palazzina di Comando di Via Della Rovere e le Palazzine alloggi di Via Olivieri.

Il PGT (ottobre 2019) denomina l’intera area di 42 ettari come Parco Urbano e, in accordo con il vincolo ministeriale, ne destina il 75% (circa 32 ettari) a verde. Sulla restante parte è però consentita l'edificazione di 145.000 mq slp, il che comporterà, per rispettare i vincoli edificatori, una enorme concentrazione immobiliare in poco più di tre ettari e la cancellazione completa del Bosco dell'Averla, un'area di circa 2 ettari, situata nell'angolo nord ovest.

Per questo la nostra lotta e il nostro impegno continueranno a difesa del bene comune Piazza d'Armi e della sua ricchezza naturalistica e storica: vero polmone di ossigeno per tutta la città, testimonianza storico-antropologica di grande valore per la memoria di Milano.

Comments (2)

Per commentare devi fare
  • gc
    gianandrea BRAVISSIME!!! A PRESTO GIANANDREA
    • AD
      Andrea Evviva!

      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

      11. Città e comunità sostenibili

      Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

      13. Agire per il clima

      Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

      15. Vita sulla terra

      Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.