or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Il tango della fenice

A campaign of
ad est dell'equatore

Contacts

A campaign of
ad est dell'equatore

Il tango della fenice

Campaign ended
  • Raised € 1,289.00
  • Sponsors 78
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Books and publishing

A campaign of 
ad est dell'equatore

Contacts

The project

Nenè Malventi, il protagonista, viene al mondo dotato della straordinaria capacità di assistere alla sua vita con il taglio del cineasta e di osservarla dall’esterno, attimo per attimo, come una lunga sequenza di fotogrammi. Di volta in volta, ne è spettatore, regista, attore o comprimario, e chiede al lettore di accompagnarlo e assisterlo, sia che si tratti di sostenergli il carrello per filmare i grandi piani sequenza sia che si tratti di spostare i mobili nella stanza per stabilire i corretti punti di vista nel suo sistema a triangolo. Il sistema di ripresa a triangolo – o meglio “il complesso sistema a geometria variabile” sul quale poggia la sua vita – è quello in cui riesce a muoversi al meglio, tra l’ex moglie Carolina, l’ex amante Illy (diminutivo di Illinois), l’ex amica di scuola poi ex fidanzata Rossella e un’intera compagine di ex qualcosa, che scompaiono e riappaiono sulla scena come ricordi, fantasmi, intrusioni, sogni, desideri e presagi. “Le scelte fanno invecchiare”, è il motto di Nenè. Che si ostina a vivere in un eterno presente, in cui ogni avventura, ogni turbamento, ogni disgrazia, non sono altro che il pretesto per una morte e una resurrezione plateali, false pire dalle cui ceneri si invola, per tornare ad appollaiarsi nella rassicurante quiete del suo sguardo che tutto seziona e nulla sceglie.

Gian Piero Lumbau, nasce a Caserta, alla fine del 1962, con due segni distintivi indelebili: gli occhi di colore diverso e la “capa di bomba”. La sua particolare conformazione fisica lo rende squilibrato e di difficile collocazione. È avvocato civilista, con grandi passioni per il basket, i cavalli, la cucina, le cantine e Thelonious Monk. Si dedica alla letteratura per dare sfogo alla sua verbosità; la signora, però, lo guarda con estrema diffidenza, indicandogli con l’indice teso la porta della cucina.

Il tango della fenice è il suo primo romanzo.

Leggi un estratto della sezione gallery!

Comments (12)

Per commentare devi fare
  • AP
    Alessandro  in bocca al lupo Gian Piero per questa nuova avventura
    • avatar
      Giuseppe  prenotate 4 copie.
      • RC
        Romolo  Finalmente c'è l"ho fatta 😊
        • avatar
          Valeria  Sosteniamo la cultura e Gian Piero Lumbau che è folle ma ha il dono del genio nello scrivere e non solo.
          • avatar
            Marco  Poi, l'ho fatto..
            • MP
              Mauro  Pensa che il tuo bonifico è ancora sospeso. Sistema bancario italico 😈😂😂
              2 years, 1 month ago
          • avatar
            Marilena  In bocca al lupo!!
            • avatar
              Piero  La cultura dovrebbe essere considerata alla stessa stregua dell'alimentazione: vitale!!
              • avatar
                Adele  Bel Progetto! Bravo Lumbau!
                • GM
                  Gero  In bocca al lupo Gian Piero! Complimenti per la fabula.
                  • avatar
                    Davide  Finalmenteee!! Avevo sbagliato la data di scadenza (chiedo scusa)

                    Community