oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

#VediamociChiaro

Una campagna di
Campagna Abiti puliti

Contatti

Una campagna di
Campagna Abiti puliti

#VediamociChiaro

Sostieni questo progetto
9%
  • Raccolti € 1.365,00
  • Obiettivo € 15.000,00
  • Sostenitori 35
  • Scadenza 14 giorni rimanenti
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Documentari & inchieste

Una campagna di 
Campagna Abiti puliti

Contatti

Il Progetto

Sostieni la Campagna Abiti Puliti e aiutaci a realizzare un video informativo da diffondere tra i giovani e nelle scuole per raccontare la situazione dei lavoratori e delle lavoratrici del mondo tessile e calzaturiero in Italia e nel mondo.

  • In alcune fabbriche che producono per grandi marchi le operaie sono arrivate a dover indossare gli assorbenti per non assentarsi neppure per andare in bagno.
  • Più di 500 operaie sono svenute in un anno in alcune fabbriche Cambogiane che producono per notissimi marchi della moda e dello sport. Esauste e malnutrite l avoravano con almeno 37 gradi , senza neppure un ventilatore.
  • Le fabbriche del Bangladesh dove vengono cuciti i tuoi jeans, sono palazzi di molti piani con centinaia di operaie e dove le uscite di sicurezza sono spesso assenti o bloccate.
  • Un’operaia albanese deve lavorare un’ora intera per poter comprare un litro di latte , mentre a un’operaia inglese bastano 4 minuti di lavoro.

Queste sono solo alcune delle storie che la Campagna Abiti Puliti incontra nelle fabbriche tessili e calzaturiere nel mondo. Paesi come il Bangladesh o la Cina, la Romania o la Serbia, ma anche alcuni distretti produttivi in Italia, vivono delle situazioni di vera schiavitù : diritti negati, straordinari non pagati, abusi e vessazioni di ogni genere.

Aiutaci a raccontare queste storie per squarciare il velo di silenzio che le ricopre: le voci dei protagonisti, i dati, le denunce sono il primo passo per sostenere i lavoratori nella rivendicazione dei propri diritti. Aiutaci ad entrare in quelle fabbriche o laboratori a cui sindacati e organizzazioni della società civile non hanno accesso. Aiutaci a identificare le violazioni dei diritti umani e del lavoro con dati oggettivi.

Basta un piccolo contributo per sostenere la nostra campagna. #VediamociChiaro

La Campagna Abiti Puliti, sezione italiana della Clean Clothes Campaign , è una rete di più 250 partner che mira al miglioramento delle condizioni di lavoro e al rafforzamento dei diritti dei lavoratori dell’industria della moda globale.

Lavora in coordinamento con le coalizioni attive in 17 paesi europei e in collaborazione con le organizzazioni di diritti del lavoro in Canada, Stati Uniti e Australia.

Commenti (4)

Per commentare devi fare
  • SA
    Sara  Invito tutti coloro che parteciperanno al progetto ad iniziare una rivoluzione personale dei propri consumi.... Per es. scegliendo provider di posta elettronica no-profit come Riseup, oppure cambiando istituto di credito e scegliendo una realtà veramente etica (=Banca popolare Etica). Non mi stancherò mai di ribadire il concetto espresso da Gandhi: <<Be the change you want to see in the world>>.
    • avatar
      Claudio/Daniele  A nome di Claudio Mazzolani Daniele Barbieri
      • avatar
        Campagna  Grazie!
        2 mesi fa

    Community

    Vuoi sostenere questo progetto?