oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Valle d'Aosta Zero Waste

Una campagna di
Valle Virtuosa

Contatti

Una campagna di
Valle Virtuosa

Valle d'Aosta Zero Waste

  • Raccolti € 215,00
  • Sostenitori 8
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Donazione semplice  
  • Categoria Ambiente & animali

Una campagna di 
Valle Virtuosa

Contatti

Il Progetto

Valle Virtuosa è un'associazione ambientalista nata nel 2010, in Valle d'Aosta, grazie all'incontro di amministratori locali e cittadini, preoccupati dalla scelta dell'amministrazione regionale di costruire un pirogassificatore alle porte di Aosta.

Composta esclusivamente da volontari, Valle Virtuosa è riuscita, nonostante l'ostilità delle istituzioni, a farsi promotrice del primo referendum propositivo andato a buon fine nella storia della Repubblica Italiana, impedendo, nel novembre 2012, la costruzione del pirogassificatore e costringendo il governo regionale a considerare alternative più virtuose. In quella data storica, più di 50.000 valdostani (il 48,92% degli aventi diritto) si sono recati alle urne per dire "NO" al trattamento a caldo dei rifiuti e per dire "SI" ad una Valle d'Aosta prima regione d'Italia ad aderire alla strategia Rifiuti Zero.

Da allora, Valle Virtuosa ha organizzato serate informative, convegni e feste, portando nella nostra regione alcuni tra i massimi esperti mondiali in tema di rifiuti, e arrivando anche a commissionare al dott. Enzo Favoino, ricercatore della Scuola Agraria del Parco di Monza e coordinatore scientifico di Zero Waste Europe, uno studio per la Fabbrica dei materiali; un impianto a freddo, flessibile, moderno, economico e più sostenibile di qualunque trattamento a caldo.

Come regalo di natale, il 9 dicembre 2015, Valle Virtuosa ha messo lo studio Favoino a disposizione della collettività, nella speranza che i nostri amministratori ne facciano buon uso.

In questi anni abbiamo raggiunto risultati importanti, ma c'è ancora molto lavoro da fare per rendere la Valle d'Aosta una regione a Rifiuti Zero e, come già detto, Valle Virtuosa è fatta da volontari: noi non ci guadagnamo nulla, e tutte le nostre iniziative sono auto finanziate, spesso tramite tassazione volontaria degli iscritti.

Se ognuno di quei 50.000 valdostani che votarono al referendum decidesse di donare anche solo un euro, potremmo concentrarci sul raggiungimento del nostro obiettivo per gli anni a venire, senza essere costantemente limitati dalla mancanza di fondi.

Quando la Valle d'Aosta sarà finalmente diventata la prima regione d'Italia a Rifiuti Zero, sarà un grande giorno per tutto il movimento Zero Waste, e il nostro esempio potrà essere portato in altre realtà del Paese e del mondo.

Per questo è importante che anche chi non risiede in Valle d'Aosta contribuisca alla nostra campagna, donando una piccola somma e condividendo l'hashtah #vdazerowaste.

Il 18 novembre 2012 abbiamo imparato che, con il vostro aiuto, nessun obiettivo è troppo ambizioso, e che insieme possiamo cambiare la storia.

Facciamo che succeda ancora!

Commenti (1)

Per commentare devi fare
  • AM
    Alessandro  È necessaria più informazione della popolazione su questo tipo di attività

    Community