or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Network Arci

UNA SEDE PER ARCI BASSA

A campaign of
Arci Bassa

Contacts

A campaign of
Arci Bassa

UNA SEDE PER ARCI BASSA

Campaign ended
  • Raised € 90.00
  • Sponsors 4
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    11. Città e comunità sostenibili

A campaign of 
Arci Bassa

Contacts

The project

Chi siamo, dove siamo

Arci Bassa nasce a Gussola, nella “bassa” per l’appunto, nel 2005 grazie a un gruppo di volontari appassionati e determinati e, in poco tempo, diviene un punto di riferimento non solo per il paese ma anche per l’intera area casalasca.

Inizia così la storia di questa nostra piccola grande Associazione di Promozione Sociale aderente ad Arci: una storia fatta di incontro, scambio e crescita intergenerazionale e interculturale aperta a tutte e tutti.

Arci Bassa non ha mai avuto una vera e propria sede, eppure negli annI è riuscita a promuovere attività di rilievo come il “Concorso letterario nazionale Eridanos”, giunto alla sua 16° edizione nel 2022, e la rassegna di commedie “Da sganasas dal rider”, che da anni anima il vicino teatro di Scandolara Ravara. Arci Bassa ha anche fortemente sostenuto e contribuito alla pubblicazione, nel 2014, di “Mafie all’ombra del Torrazzo”: un’importante opera di ricognizione sulla penetrazione delle organizzazioni mafiose nel territorio cremonese, scritta a quattro mani da Claudio Meneghetti e Stefano Prandini, con la fondamentale collaborazione dei volontari del circolo. 

Attualmente Arci Bassa annovera circa 80 associati; allo stesso tempo, però, sono e siamo in tantissimi, perché siamo Arci: una grande Associazione Culturale e di Promozione Sociale con centinaia di migliaia di socie e soci e tantissime Associazioni, Circoli, Case del Popolo, Società di Mutuo Soccorso distribuite in tutta Italia.
Siamo eredi della tradizione mutualistica dei movimenti popolari e antifascisti che hanno contribuito a costruire e consolidare la democrazia italiana fondata sulla Costituzione.

Arci Bassa - La Casa del PopoloIl territorio e la storia

Nonostante la popolazione casalasca dia viva ed eterogenea, sono pochi i luoghi di aggregazione e promozione culturale. Perciò siamo fortemente convinti che offrire a Gussola e alla provincia uno spazio accogliente e aperto a tutti, ricco di proposte e occasioni di incontro sia fondamentale per creare una rete di relazioni sociali attive: tali relazioni stanno alla base della coesione sociale e permettono al territorio di vivere e fiorire.

I volontari e le volontarie, non giovani ma instancabili, si sono impegnati e spesi personalmente in questi anni per acquistare e recuperare un importante edificio storico di Gussola, la Casa del Popolo “Alessandro Vaia” in Piazza Carlo Comaschi, da anni in stato di degrado e abbandono. Grazie al loro impegno Arci Bassa finalmente ha una sede, che può accogliere alcune delle iniziative già in essere e molte altre in programma!

La volontà e le fatiche che abbiamo affrontato per sostenere l’acquisto della Casa del Popolo e dare al Circolo Arci Bassa una sede sono tutte orientate a restituire questo spazio al paese e al territorio: un  luogo vivo, dove si intrecciano storia e tradizioni e dove poter costruire assieme cultura, conoscenza e solidarietà. 

Arci è anche questo: è impegno personale costante per la collettività, nella convinzione che solo così si possa costruire un mondo migliore per tutte e tutti. La storia della Casa del Popolo è sempre stata questa, a partire da Alessandro Vaia a cui è intitolato l’edificio: egli cedette un proprio appezzamento di terra fuori paese in cambio del terreno dove oggi sorge l’edificio, che un tempo era un orto, con l’obiettivo di creare un luogo del popolo. Il lavoro della comunità, perlopiù volontario, rese poi possibile la costruzione dell’edificio. 

Una parte di storia che parte dal primo dopoguerra riprende ad essere scritta.

Questa raccolta fondi si propone di recuperare parte delle risorse economiche necessarie per supportare alcune spese per la messa in opera degli spazi.


Dove stiamo andando e perché

Come soci volontari che vivono Arci Bassa e che ne fanno parte ci siamo dati molto da fare e, un pezzo alla volta, con non pochi sacrifici (tra cui l’accensione di un mutuo per l’acquisto e i primi lavori strutturali), abbiamo iniziato a mettere mano allo stabile fatiscente. 

L’esecuzione dei lavori è stata e sarà affidata, laddove necessario, a imprese e artigiani esperti, mentre soci e volontari hanno collaborato attivamente donando lavoro, materiali, attrezzature e arredi. A tutti loro, professionisti e volontari, va il nostro riconoscimento e ringraziamento.

Gli spazi

La Casa del Popolo è strutturata su due piani per un totale di circa 500 mq. Al piano terra gli spazi principali sono la cucina, il salone e quella che sarà la sala lettura. Una bellissima scalinata tondeggiante proprio all’ingresso porta al secondo piano, dove, oltre agli uffici e alle sale offerte alle associazioni si trova l'Auditorium “Alessandro Vaia”; con oltre 80 sedute fisse l’auditorium è allestito con telo retraibile per proiezioni e impianto audio video.

I lavori strutturali principali sono stati fatti: il passaggio successivo, ma non meno importante, è quello di rendere gli spazi accoglienti e funzionali, rendendo così Arci Bassa un luogo familiare, dove si sta bene, dandogli “carattere”: 

C’è differenza tra il superfluo e il carattere, noi è del secondo che sentiamo il bisogno prima di sentirci di darvi il benvenuto come si deve!

Cosa vogliamo fare

La vocazione culturale dell’Associazione si affianca all’obiettivo di inclusività, che si traduce nell’ampliamento della base associativa, sia in termini di età sia di interessi, e a un conseguente aumento delle attività e dei fruitori. 

In queste fasi di riapertura stiamo dando spazio principalmente a iniziative, incontri, azioni sui temi dell’antifascismo, in collaborazione costante con ANPI e il Comune di Gussola, ma le iniziative che vogliamo attivare, con e per gli associati sono molteplici!. 

Per i grandi progetti che abbiamo in mente per il Circolo è necessario avere una sede attrezzata e funzionante. Andando un po’ più nel dettaglio ecco i nostri piani:

Cultura e socialità

  • Cineforum, concerti, spettacoli teatrali, presentazione di libri, il tutto con un’attenzione particolare alle giovani generazioni
• Gite e viaggi organizzati;
• Iniziative di animazione culturale e sociale di rilievo territoriale in collaborazione con le altri basi associative

Cucina e tradizione

• Cucina tipica della tradizione;
• Pranzi e cene sociali;

Cosa abbiamo già fatto

Auditorium  - ULTIMATO

Abbiamo quasi del tutto ultimato la sistemazione dell’auditorium al secondo piano, dotato di pannelli fonoassorbenti, proiettore con telo retraibile e una platea inclinata di oltre 80 sedute fisse.

La sala si adatta a incontri pubblici, presentazioni, proiezioni cinematografiche e tanto altro. L’accessibilità alla sala al momento è esclusivamente mediante scale, ma stiamo progettando per eliminare in futuro le barriere architettoniche. 

Cucina - ULTIMATA

Lì dove avviene la magia (e se ancora non siete state ospiti, è ora di rimediare)...

La passione per la cucina ha fatto sì che come volontari ci adoperassimo subito per rendere agibile e operativa la cucina. Le cuoche e i cuochi che animano i fornelli e deliziano i nostri palati hanno bisogno di giovani mani pronte ad aiutare nel servizio ma se avete pazienza e voglia di una buona cucina vi aspettano con gioia! La ristorazione è attiva dal giovedì alla domenica la sera ma è comunque sempre disponibile su prenotazione per i tesserati. Seguiteci sui canali social di Arci Bassa per rimanere aggiornati sulle varie iniziative!


Cosa ci manca?

Salone: IN RISTRUTTURAZIONE

I concerti sono una delle cose su cui vogliamo scommettere per animare il nostro Circolo, momenti di vicinanza, in cui conoscersi e riconoscersi attraverso la musica e le emozioni. I luoghi aggregativi in città dove accogliere nuovi talenti non sono molti, anzi, non ci sono proprio. La domanda alla quale vogliamo rispondere organizzando concerti è anche a supporto di chi con la musica lavora, nella musica crede e di musica vive. Benvenuti alla Casa del Popolo.

Chi già ha avuto modo di conoscere la Casa del Popolo sa che il luogo centrale è il grande salone, proprio dopo l’ingresso. Il progetto vuole rendere questo spazio accogliente e fruibile per gli eventi, i concerti e l’intrattenimento diurno e serale: un luogo di aggregazione e di gioioso sfogo. Sono già stati ultimati i lavori strutturali, ovvero la ripavimentazione del salone, la tinteggiatura delle pareti, l’installazione del bancone bar e dei pannelli fonoassorbenti.

La raccolta fondi servirà per:
• Acquisto dell’impianto audio e luci: 2500 euro
• Acquisto di arredi: 2000 euro

Sala lettura: DA RISTRUTTURARE

Ebbene sì, ne abbiamo bisogno, e quando abbiamo visto quella sala che sembra allungarsi come una goccia, allontanandosi dal salone, abbiamo pensato che non potesse esserci nulla di più azzeccato che una sala lettura e studio per quello spazio.

Uno spazio importante per fermarsi e prendersi spazio. Sala lettura e consultazione, sala studio. Già immaginiamo le pareti piene di libri, qualche scrivania dove potersi accomodare a prendere appunti e ripassare, una postazione dove consultare il pc e – perché no? – un divano o una poltrona in cui affondare immersi nella lettura.

A noi si riempie il cuore solo al pensiero.

La raccolta fondi servirà per:

  • Tinteggiatura delle pareti 500 euro
  • Risistemazione dell’impianto elettrico e di illuminazione 1500 euro
  • Acquisto di tavoli, sedie e librerie (e il divano!) 1500 euro


La luce in fondo al tunnel

L’inaugurazione della Casa del Popolo sarà ad Aprile, con lo sbocciare della primavera.

Per allora speriamo che tutto quello che vi abbiamo raccontato sia realtà e che Arci Bassa sia pronta per accogliervi come si conviene e per condividere con voi il frutto del vostro prezioso sostegno.

Per raggiungere il traguardo mancano 8.000 euro, che sono molti se pesano su poche persone, ma più che raggiungibili se sarete in tanti a sostenere questo bellissimo progetto.

Insieme si può.

Grazie di cuore fin da ora e AVANTI ARCI BASSA!



Comments (2)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Luciano Questa è una realtà che merita. Sono molto felice di sostenerla.
    • avatar
      Giuseppe Grazie Luciano del tuo sostegno costante! Ci vediamo ad Arci Bassa
      5 months, 3 weeks ago

Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

11. Città e comunità sostenibili

Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.