or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Un sorriso per Valérie: dona per le sue cure dentarie

A campaign of
Il Cassero LGBTI+ Center per Valérie

Contacts

A campaign of
Il Cassero LGBTI+ Center per Valérie

Un sorriso per Valérie: dona per le sue cure dentarie

Un sorriso per Valérie: dona per le sue cure dentarie

Campaign ended
  • Raised € 6,728.00
  • Sponsors 79
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    5. Uguaglianza di genere
    10. Ridurre le disuguaglianze

A campaign of 
Il Cassero LGBTI+ Center per Valérie

Contacts

The project

La nostra compagna Valérie, ha bisogno del nostro supporto per poter sostenere i costi per le sue cure dentarie. Il suo sorriso iconico è la firma del movimento LGBTQI e ha accompagnato da sempre le battaglie di liberazione a Bologna e non solo. Il suo sorriso rappresenta la sua fierezza e la sua favolosità immortalata nelle foto di tante manifestazioni. Valérie c’è sempre stata con il suo sorriso, è il nostro momento di esserci per Valérie.

Chi è Valérie

Storica trans protagonista del movimento LGBTQI, napoletana di origine, bolognese dal 1977, da sempre femminista, controcorrente, iconoclasta, la sua cifra politica è sempre stata l’autodeterminazione. Seppur difficili da elencare tutte, nel suo lungo curriculum da attivista si collocano tantissime esperienze fondative del movimento LGBTQI, alcune delle quali sono menzionate di seguito.

  • Appena arrivata a Bologna si è unita alla contestazione studentesca del ’77 prendendo poi parte all’esperienza dl Collettivo Frocialista che ha portato nel 1982 alla presa del Cassero di Porta Saragozza di cui Valérie fu la madrina, tuttora in carica.
  • È stata tra le fondatrici del MIT, ancora oggi storica associazione trans bolognese, contribuendo a vari progetti come l’unità di strada, la casa accoglienza per persone trans, Divergenti: festival internazionale di cinema trans. Sempre con il MIT è stata tutor alla pari nel progetto di formazione “La salvaguardia dei beni culturali e ambientali.  
  • Ha preso parte a esperienze nazionali come la prima grande manifestazione pubblica contro l’omofobia, riconosciuta come il primo Pride o la Stonewall italiana, tenutasi a Pisa nel 1979.
  • Ha partecipato ai lavori del coordinamento Trans Sylvia Rivera.
  • Ha partecipato ai lavori del tavolo di coordinamento regionale per l’HIV.
  • Ha preso parte all’esperienza Queer for Peace, unendosi alla delegazione LGBTQI in visita alla comunità Queer palestinese
  • Ha attraversato l’esperienza di Facciamo Breccia nei primi anni 2000.

A tutt’oggi offre il contributo della sua partecipazione e della sua visibilità al movimento femminista, le iniziative per i diritti delle prostitute e le manifestazioni per i diritti dei migranti.

Una giovane Valérie nel 1978Una giovane Valérie nel 1978

Valérie (prima a destra) alla manifestazione di Pisa 1979

Perché della raccolta fondi

Per chi, seppur povera, ha una posizione di relativo privilegio che include il possesso dei documenti, la disponibilità di un alloggio, la competenza linguistica per interfacciarsi alla burocrazia, l’accesso gratuito o semi gratuito ad alcune prestazioni odontoiatriche è realizzabile nella regione Emilia Romagna. Tuttavia, anche nella ricca e progressista Emilia Romagna la Sanità Pubblica accusa una distanza strutturale dai bisogni delle persone e dalla realizzazione di un vero benessere complessivo. Per anni Valérie ha indossato una protesi dentaria mobile, unico dispositivo a cui avrebbe avuto accesso interfacciandosi con il SSNN. Soluzione che, ormai, non corrisponde più ai suoi bisogni. L’installazione di una protesi fissa è realizzabile solo rivolgendosi al privato con costi altissimi e inaccessibili a chi, come lei, è in una posizione di fragilità economica.

Il Cassero, da anni impegnato nel lavoro contro le discriminazioni attraverso i servizi di supporto giuridico, psicologico e di ascolto, oltre che sul piano della sensibilizzazione sui temi della salute e del benessere delle persone LGBTQIA+, da un anno a questa parte sta lavorando per strutturare un segretariato sociale in grado di accogliere richieste di aiuto e bisogni della comunità. La città in cui viviamo e il sistema di welfare nazionale e regionale non sempre sono in grado di dare risposte adatte ai bisogni delle popolazioni marginalizzate. Per questo, come associazione e come soggetto politico, oltre a portare avanti queste istanze e proporre progetti in sussidiarietà, ci attiviamo con misure di mutualismo e di welfare di comunità per supportare le persone.

Valérie al primo Pride di Bologna nel 1980Valérie al primo Pride di Bologna nel 1980

Equipe dell'unità di strada per la riduzione del danno 1997 (circa)Equipe dell'unità di strada per la riduzione del danno 1997 (circa)

Qual è la cifra da raccogliere e a cosa serve

Valérie deve sostenere i costi per un impianto fisso di entrambe le arcate dentali.

I costi complessivi ammontano a 11.500 Euro e coprono la chirurgia per l’installazione di 8 impianti fissi di tipo Toronto, il costo dei materiali e il follow-up. Questa è la cifra che Valérie si prefigge di raggiungere

Con Sylvia Rivera al World Pride di Roma del 2000Con Sylvia Rivera al World Pride di Roma del 2000

Come saranno raccolti i fondi

I soldi donati saranno depositati sul conto corrente dell’associazione Il Cassero, storica realtà di Bologna da sempre attiva per i diritti della comunità LGBTQI che offre il supporto logistico per questa campagna.

Valérie sfila per Marco Rambaldi ad Alta Roma, per una moda più inclusiva 2018

Valérie sfila per Marco Rambaldi ad Alta Roma, per una moda più inclusiva 2018

Valérie fu musa di Alfredo Cohen che scrisse per lei "Valéry" che poi fu riarrangiata da Battiato per Milva e divenne Alexander Platz

Valérie fu musa di Alfredo Cohen che scrisse per lei "Valéry" che poi fu riarrangiata da Battiato per Milva e divenne Alexander Platz

Manifestazione nazionale NO VAT 2010

Manifestazione nazionale NO VAT 2010

Associazioni e realtà che sostengono l’iniziativa

Il Cassero LGBTI+ center promotore del progetto

MIT Movimento Identità Trans

Rivolta Pride

Smaschieramenti

Comments (28)

To comment you have to
  • avatar
    Graziella Da Betty
    • FR
      Filippo Un piccolo ma sentito contributo da parte di Alessandra e Tiberio Ricci
      • avatar
        Vincenza Un abbraccio magnifica creatura!
        • DP
          Daniela Cara Valerie qui il contributo per le tue cure dentarie, da parte di laura del sette. Un abbraccio zia Dany
          • avatar
            Cathy Per Valerie nostra favolosità
            • GP
              Goffredo Buon compleanno Vale! E scusa il ritardo 💓
              • avatar
                Graziella Un abbraccio da Antonio di Imola
                • avatar
                  Federica Auguri Valerie
                  • avatar
                    Nunzia In bocca al lupo valery
                    • AA
                      Alessia <3

                      Gallery

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      3. Salute e benessere

                      Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

                      5. Uguaglianza di genere

                      Parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze.

                      10. Ridurre le disuguaglianze

                      Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;