or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Tra noi si trattava d'amore, e tu sai quanto...

A campaign of
Antonio Emma

Contacts

A campaign of
Antonio Emma

Tra noi si trattava d'amore, e tu sai quanto...

Campaign ended
  • Raised € 294.00
  • Sponsors 11
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Books and publishing

A campaign of 
Antonio Emma

Contacts

The project

Il progetto

Questo mio libro è essenzialmente la continuazione di una sfida. Scrivere un libro era per me, fino a non molto tempo fa, uno dei pochi progetti sognati, immaginati e mai realizzati. Ho cominciato a scrivere seriamente in età già avanzata, per molteplici ragioni, dalle vicende della vita che mi hanno portato a fare altro, ad una innata pigrizia, ad un inconfessato deficit di autostima. Ero convinto di essere assolutamente incapace di inventarmi una storia, per questo e per un’intima mia esigenza, quando finalmente mi sono messo alla prova, ho scritto una breve e parziale autobiografia, nella quale niente era inventato, tranne la maggior parte dei nomi, nei limiti naturalmente di quello che la memoria rimanda a ognuno di noi.
Vinta la prima sfida, ho avvertito l’esigenza di cimentarmi con una storia inventata. Ho tentato a lungo di pensare ad una vicenda da narrare, senza riuscirvi, a conferma di una mia presunta mancanza di immaginazione. Poi un bel giorno ho provato a scrivere di getto, partendo da un luogo conosciuto e amato, per poi lasciar scorrere liberamente  la narrazione. E’ stata una piacevolissima sorpresa, al di la della qualità e dei risultati, il cui giudizio lascio ai lettori. Ho avuto la sensazione che la storia fosse già presente e viva nella mia mano, nella penna o nella tastiera, e che il mio compito fosse solo liberarla, metterla alla luce.

Il titolo “Tra noi si trattava d’amore, e tu sai quanto…” è tratto da un brano di una canzone di Paolo Conte.


La Coproduzione

Questo libro è scritto per il piacere di scriverlo, per una sfida personale, e per raccontare una storia, una storia inventata. Raccontarla a qualcuno, non a sé stesso, sicché ci vuole un "pubblico" che la accolga e la ascolti. Meglio ancora, un pubblico che la voglia accogliere e leggere e che sia disposto a supportare questa "sfida" dell'autore incoraggiandolo con un gesto di fiducia qual è la coproduzione popolare.
Tante persone che, con un piccolo contributo, co-finanziano la stampa del libro pre-acquistandolo in un gesto di consapevolezza che da modo a quel "sogno personale" di trasformarsi in un “sogno collettivo” e divenire realtà.
Pochi "vincoli" posti dall'autore: un prezzo accessibile, a tutti, un costo contenuto. Vincoli condivisi in pieno dall'editore, che ne ha fatto la propria linea guida e che è cresciuto negli anni proprio grazie alle coproduzioni popolari: la Marotta&Cafiero editori, casa editrice di periferia, che non si è mai tirata indietro davanti alle sfide, ha accolto con piacere questo autore, già peraltro conosciuto e apprezzato per le comuni battaglie sul campo.
Il libro avrà la prefazione di Luca Delgado.

Per ciascuna donazione di 11 € riceverete una copia del libro appena sarà stampato oltre al merito di aver permesso, materialmente, la realizzazione e la nascita di un nuovo libro.
La coproduzione online affianca una raccolta prenotazioni effettuata direttamente a mano dall'autore e presso alcuni punti di supporto.

Nelle ricompense trovate le varie opzioni a seconda che ritiriate a mano il libro o che preferiate la spedizione a casa. Per più copie, selezionate l’importo desiderato come “donazione libera” considerando 10 € a copia e 10 € di spedizione oltre le 5 copie. Dalla chiusura della coproduzione, occorrono circa 45 giorni per l’elaborazione grafica e la stampa, sicché il libro sarà pronto all’inizio del 2019.
Tutti i coproduttori saranno regolarmente aggiornati sul procedere del progetto che stanno sostenendo e su tempi e modalità di ritiro/consegna dei libri.

Sinossi

“Tra noi si trattava d’amore, e tu sai quanto…” è un romanzo in forma epistolare. E’ la storia dell’incontro tra una ragazza e un ragazzo, lei di famiglia contadina della provincia, lui di città, di famiglia operaia e proletaria. La storia che ne consegue si svolge in un tempo volutamente indeterminato, approssimativamente dalla metà degli anni sessanta alla metà degli anni ottanta del secolo scorso. In un tempo nel quale si scrivevano a penna, e si inviavano mediante il servizio postale, lettere manoscritte. Frutto forse della nostalgia di un pensiero e una comunicazione “lenti”, con il tempo necessario a riflessioni meditate, senza l’assillo dell’immediatezza.
Alcuni luoghi sono noti e riconoscibili, altri completamente inventati, così come è del tutto inventata l’intera vicenda narrata.


Un assaggio del libro

“Di tuo conservo solo quest’indirizzo. Ricordi quel giorno di settembre di tanti anni fa quando, mentre salivamo le scale che conducevano dal porticciolo allo stazionamento degli autobus verso la città, mi prendesti la mano e, con un leggero tremore nella voce, mi dicesti “Sono malata”?. “Cos'hai?” ti chiesi, “Mi sono ammalata di paure”, mi rispondesti.”

[...]

“Al paese le più anziane in chiesa ci andavano tutti i giorni, anche due volte al giorno. Vestite di nero dalla testa ai piedi, il capo e il viso coperti da un velo o, più spesso, da uno scialle, biascicavano giaculatorie in un latino approssimativo, incomprensibile a tutti. Come il fastidioso ronzio di uno sciame di mosconi. Di domenica ci andavamo tutti, a gruppi familiari. Le mogli dai seni prorompenti, impettite e altezzose, aggrappate al braccio dei mariti gran bestemmiatori costretti nel vestito buono, l'unico, sempre lo stesso estate ed inverno, le camicie dai colletti svolazzanti e le improbabili cravatte unte e consunte.”


Biografia

Antonio Emma è nato a Napoli nel 1945. Ha una storia di operaio metalmeccanico, militante sindacale e politico e in difesa dell’ambiente, dei diritti e dei beni comuni. Ha pubblicato alcuni racconti, collaborato, sempre con un racconto, alla stesura di “Scampia Trip”, e un primo romanzo: “Libri maltrattati”.

Comments (2)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Roberto  Felicissimo di sostenere i sogni. Specialmente per chi se li va prendere con energia e fede!
    • avatar
      Carmine  Poi faccio le fotocopie a tutti :)

      Community