oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Tehu - il sensore ambientale intelligente

Una campagna di
Dario Mazzeo

Contatti

Una campagna di
Dario Mazzeo

TEHU - Il sensore ambientale intelligente

Tehu - il sensore ambientale intelligente

Campagna terminata
  • Raccolti € 65,00
  • Sostenitori 3
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Tutto o niente  
  • Categoria Design & tecnologia

Una campagna di 
Dario Mazzeo

Contatti

Il Progetto

TEHU - Il sensore ambientale intelligente

Di cosa si tratta?

È un dispositivo elettronico dotato di un sensore di temperatura e uno di umidità. Quando il livello di umidità e temperatura rientra in determinati valori critici, un cicalino emette alcuni beep di avviso.

Il dispositivo ha diversi campi di applicazione, ma la sua storia lo rende unico!

È nato per rilevare il livello di umidità del bagno, quando questo viene utilizzato per stendere i panni, e avvisare i componenti della famiglia di aprire la finestra, qualora questa venisse dimenticata chiusa. Un livello di umidità elevato, infatti, oltre a non agevolare l'asciugatura, favorisce la formazione di muffe. Può essere utilizzato anche nel frigorifero per evitare intossicazioni alimentari, quando la temperatura raggiunge valori superiori a 4 gradi centigradi, o semplicemente, come sensore per i progetti più disparati.

In commercio esistono diversi sensori di umidità i cui prezzi si aggirano tra i 10 e i 45 euro. Questo dispositivo, utilizza un sensore economico le cui prestazioni vengono aumentate grazie all'implementazione di una rete neurale artificiale, che riduce il costo complessivo del dispositivo.

Quali sono gli ambiti di applicazione?

TEHU può essere utilizzato in casa, nei locali di ristorazione e cucine (la norma prevere una UR inferiore al 70%), controllo microclimatico dei musei (norma UNI 10829:1999), luoghi pubblici, locali che necessitano di ricambio d'aria e progetti vari.

Come verranno utilizzati i fondi?

Benché il prototipo è funzionante, manca la fase di sviluppo del PCB (la scheda verde su cui saldare i componenti).

Lo sviluppo del PCB è relativamente costoso e nella fase di realizzazione ne verranno prodotti una cinquantina.

Gli interessati potranno contribuire al progetto, acquistando il prodotto completo o soltanto il PCB e il PIC (che gestisce i due sensori).

Chi c'è dietro al progetto?

Dario Mazzeo è un ingegnere elettronico, fondatore di Solsw.com (www.solsw.com).

Commenti (0)

Per commentare devi fare

    Gallery

    Community