or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

SOS Musica speranza per GazaLezioni on line al tempo del corona virus

A campaign of
cultura è libertà

Contacts

A campaign of
cultura è libertà

SOS Musica speranza per GazaLezioni on line al tempo del corona virus

Campaign ended
  • Raised € 1,310.00
  • Sponsors 11
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    4. Istruzione di qualità
    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

A campaign of 
cultura è libertà

Contacts

The project

AIUTIAMO BAMBINE/I RAGAZZI/E E LA SCUOLA DI MUSICA DI GAZA A CONTINUARE LE LEZIONI DI MUSICA ONLINE NELL'EMERGENZA***

10 BORSE DI STUDIO, STRUMENTI OUD E CHITARRA (2), COMPUTER PER INSEGNANTI (2)

In seguito allo scoppio del coronavirus, l'Autorità Palestinese ha dichiarato lo stato di emergenza il 5 marzo 2020, prorogato di 30 giorni. Il 22 marzo 2020 il governo palestinese ha introdotto misure più severe in Cisgiordania, impedendo i movimenti tra i governatorati, i centri rurali e urbani, chiudendo tutte le strutture non essenziali e chiedendo ai cittadini della Cisgiordania di rimanere a casa per 14 giorni. Si prevede che queste misure saranno estese soprattutto considerando l'aumento del numero di casi segnalati in Cisgiordania nei giorni scorsi.

Quando la sicurezza umana è a rischio e quando sono minacciati la sopravvivenza, il sostentamento e la dignità delle persone e delle loro comunità, la cultura serve più che mai. Va sostenuta come uno strumento con cui le persone possono far fronte a condizioni di vita sempre più difficili. I sogni dei giovani e dei bambini non devono interrompersi

Per queste ragioni, seguendo la sua filosofia, secondo cui la musica rafforza e rinvigorisce il benessere individuale e della comunità, il Conservatorio Edward Said ha deciso di CONTINUARE i suoi programmi di istruzione di base passando all'insegnamento online in cui le lezioni teoriche individuali di gruppo e strumentali continueranno ad essere impartite attraverso mezzi digitali.

Musica, speranza per Gaza

Negli ultimi tre anni, la Gaza Music School (presso il Conservatorio Edward Said) ha reso possibile per circa 660 bambini e giovani (72% femmine, 6-24 anni), comprese le comunità che in precedenza non avevano alcuna offerta musicale nelle città di Gaza, Deir Al Balah, Khanyounis, Rafah e i campi profughi di Al Shati e Al Maghazi, di accedere a un'istruzione musicale di qualità attraverso i programmi accademici, di sensibilizzazione e di coro del GMS.

Per questo, nella situazione di emergenza vogliamo, in diverse e più difficili condizioni, aiutare la Scuola con un un contributo che permetta, in particolare a bambini/e le cui famiglie non possono più pagare le lezioni, tantomeno comprare strumenti musicali, di continuare le lezioni online e poter fare esercizi a casa.

*** traduzione del Video. Una lezione on line con Anas Alnajjar, supervisore accademico e insegnante di Qanun del Conservatorio Edward Said a Gaza

Anas Alnajjar: di nuovo...più piano...la connsessione internet è debole...non ti ho sentito...

Sono Anas Alnajjar, supervisore accademico e insegnante di Qanun al Conservatorio di Gaza.

Il percorso formativo si è fermato a causa dell'emergenza corona virus. Non possiamo accogliere studenti per la loro e la nostra sicurezza. Per questo lavoriamo online. Avevamo già prima preparato un piano.

Il sistema è diffuso nel mondo e lo abbiamo adattato al Conservatorio. Così possiamo continuare, nonostante la situazione difficile.

Allieva: mi chiamo Raghad Aburahma, ho 16 anni. Studio con Anas Alnajjar. Ho studiato il Qanun per 7 anni e mi manca un anno per il diploma. Forse con le lezioni online sarà ritardato, perché è ritardato il lato della pratica. Ci sono altri corsi che non faccio e che riprenderò il prossimo anno.

Anas Alnajjar: Siamo 11 insegnanti qui al Conservatorio di Gaza. Insegnamo diversi strumenti musicali. Gli insegnanti fanno lezione con allievi/e ogni giorno.

Io ho 200 studenti in generale e il 90% prende lezioni in modo regolare. Finora i risultati sono buoni.

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Gallery

    Community

    Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

    Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

    3. Salute e benessere

    Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

    4. Istruzione di qualità

    Istruzione di qualità: garantire a tutti un'istruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità.

    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

    Pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile.