or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

SALVIAMO IL BOSCO LANEROSSI

A campaign of
Associazione Mettiamo Radici

Contacts

A campaign of
Associazione Mettiamo Radici

SALVIAMO IL BOSCO LANEROSSI

Support this project
23%
  • Raised € 2,370.00
  • Target € 10,000.00
  • Sponsors 48
  • Expiring in 11 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Environment & pets
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Associazione Mettiamo Radici

Contacts

The project

Di che cosa si tratta?

Nella città di Vicenza esistono due aree boschive che rischiano di essere abbattute per far spazio ai cantieri della nuova linea ferroviaria alta velocità Verona-Padova. 

Una è il Bosco Lanerossi, più di 11 Mila mq di biodiversità che non è ancora stato abbattuto solo grazie all'impegno di attivist@ e cittadin@ che dal 3 maggio lo stanno occupando e si stanno organizzando per proteggerlo. 

L'altro è il bosco Ca' alte , 14 Mila mq di piante e verde che va anch'esso protetto. 

In totale potremmo perdere più di 25 Mila mq di bosco nel solo quartiere dei Ferrovieri ma i documenti di progetto mostrano che in tutta Vicenza verranno abbattuti 50.000 metri quadrati di aree boschive, con una compensazione misera da parte di Iricav di soli 2,16 euro al metro quadrato. In queste aree vivono molti animali e piante fondamentali per l'ecosistema e per la città. Come cittadin@, associazioni e comitati ci siamo mobilitat@ per salvare questi spazi verdi, perché è inaccettabile abbattere questa ricchezza naturale per dei cantieri temporanei.

Cosa dicono gli esperti

Il Bosco Lanerossi, situato nell'ex parco della Pettinatura Lanerossi di Vicenza, e il bosco di Ca’ Alte rappresentano due esempi di boschi urbani rinaturalizzati di importanza storica, botanica ed ecosistemica. Queste due aree hanno ospitato negli anni una vegetazione molto ricca e variegata, in cui è possibile trovare anche piante centenarie. Si tratta, dunque, di un ambiente naturale necessario per la città perché contribuisce alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, al miglioramento del clima e alla riduzione dei gas climalteranti; permette l’attenuazione dei rumori del traffico, la protezione idrogeologica (importantissima dopo le continue emergenze idriche), il miglioramento del paesaggio e la tutela della biodiversità locale.

Dall’apertura dei due boschi sono passati molti espert@ della comunità scientifica, forestale e naturalistica come WWF e LIPU per aiutarci a riconoscere il valore di questi boschi e della loro biodiversità. In particolare, grazie a LIPU è stata confermata la presenza di nidi di alcune specie di uccelli nidificanti, come la Tortora dal collare, il Colombaccio, la Capinera e il Picchio verde.

Un censimento vegetale ha evidenziato la presenza di almeno 75 specie vegetali, di cui 27 arboree, 16 arbustive e 32 erbacee/rampicanti, appartenenti a 50 famiglie diverse. Inoltre, all’interno del bosco Lanerossi si trova un esemplare secolare di Liquidambar styraciflua della circonferenza di 4,20 metri e un’altezza di circa 20 metri. Civiltà del Verde e Italia Nostra stanno seguendo le pratiche per farlo riconoscere come albero monumentale, così da proteggerlo dall’abbattimento. Però senza il microcosmo di biodiversità che lo circonda nemmeno il centenario Liquidambar potrà sopravvivere.  

Perché è fondamentale salvare questi boschi?

Vicenza è una delle città più inquinate d'Europa dove non si muore solo per l'aria inquinata ma anche per i pfas e i colpi di calore e allora perché non salvaguardare questi polmoni verdi già esistenti e soprattutto la nostra salute ? 

I boschi Lanerossi e Ca’ Alte sono un patrimonio verde insostituibile per la città, con un ecosistema complesso che non può essere rimpiazzato da nuove piantumazioni. Sono anche la casa di tassi, caprioli, furetti e di altri animali selvatici.

Alcuni naturalisti e biologi la definisco palestra di studio che dovrebbe essere data all’università per la ricerca. 

Non lasceremo abbattere un solo albero senza difenderlo. 

Noi abbiamo bisogno di queste piante e ora queste piante hanno bisogno di noi, ora!

Perché questa campagna di raccolta fondi è importante?

Dal 3 maggio 2024 il Bosco Lanerossi è stato liberato e centinaia di persone hanno potuto oltrepassare i cancelli, chiusi ormai da anni, e giovare della bellezza e della forza della natura. 

La mobilitazione in difesa del bosco è diventata sempre più strutturata e le modalità per difenderlo sono numerose. È stata lanciata una petizione con cui sono state raccolte oltre 22 mila firme in poche settimane e sono state organizzate molte iniziative di condivisione collettiva come convegni, passeggiate guidate, performance, workshop e letture per bambini al fine di far conoscere a tutta la cittadinanza le due aree boschive. Sono stati ospitati artist@ e attivisti* nazionali e internazionali con i quali abbiamo immaginato e sognato attività ed azioni per tutelare collettivamente quest’area. In molti stanno contribuendo alla costruzione di casette sugli alberi e piattaforme per resistere e impedire il disboscamento delle due aree.  

Ma per continuare a resistere abbiamo bisogno del tuo aiuto! 

A cosa serviranno i fondi raccolti? 

I fondi raccolti con il crowdfunding  serviranno a:

  • coprire le spese legali e dei ricorsi per difendere i boschi; 
  • coinvolgere espert@ di avifauna, biolog@, naturalist@, forestali per aiutarci a riconoscere il valore di questi boschi e della loro biodiversità; 
  • ospitare artist@ che con le loro performance, installazioni o laboratori contribuiranno a sensibilizzare la comunità e immaginare interventi concreti per preservare il bosco;
  • sostenere le spese legate all’acquisto di materiali da arrampicata e per la costruzione di casette e passaggi aerei per l'organizzazione una difesa strategica dall'alto delle aree boschive.

In che modo puoi aiutarci?

Ogni donazione e ogni firma conta per proteggere la biodiversità e salvare i due boschi urbani.

  • Firmando la petizione https://chng.it/ZBDxDjScff
  • Contribuendo con una donazione semplice o scegliendo una delle donazioni con ricompensa che abbiamo pensato per te. 

Cammina insieme a noi nella difesa dei boschi urbani della Lanerossi e di Ca’ Alte!

Per rimanere aggiornat@ su quello che accade nei due boschi seguici sui nostri profili social e sul sito internet:

Instagram: https://www.instagram.com/comitato_dei_ferrovieri?igsh=d3cyNm43eHBxbjR4

Facebook: https://www.facebook.com/comitatoferrovieri

Sito: https://boscolanerossi.it/

Comments (15)

To comment you have to
  • lb
    lorenzo Cosimo Piovasco di Rondò vive!
    • CD
      Cristiano Salviamo il bosco Lanerossi
      • AM
        Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Boschi liberi! Grazie mille per il tuo sostegno Cristiano!
        5 days, 2 hours ago
    • avatar
      Angela Salviamo i boschi di Vicenza e la nostra salute. Salviamoci dallo scellerato progetto di raddoppio ferroviario TAV in città
      • avatar
        Silvia Il bosco è vita, proteggiamolo.
        • AM
          Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Hai ragione Silvia! Dobbiamo difendere i due boschi dal progetto TAV. Grazie davvero per il tuo sostegno
          1 month, 1 week ago
      • SM
        Sana Continuate così che la città di Vicenza ne ha bisogno!!
        • AM
          Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Grazie davvero Sana! Abbiamo bisogno di questi boschi
          1 month, 2 weeks ago
      • CO
        Carlotta Spero con questo contributo di aiutarvi anche solo un pochino nelle tante cose che avete da fare. Ringrazio tutte le persone che stanno cercando di salvare questo angolo di verde che deve continuare a vivere e respirare. È importante per Vicenza che ci siano delle persone che lottino per la vegetazione e la fauna che abitano come noi questo pianeta. Ancora grazie mille! (Ps. Spero di venire presto a darvi una mano anch’io :))
        • AM
          Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Grazie davvero Carlotta per il tuo contributo e per le belle parole! Non vediamo l'ora di poterci incontrare a Ca' Alte o al bosco Lanerossi :)
          1 month, 2 weeks ago
      • GB
        Giulia stop consumo di suolo!
        • AM
          Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Grazie Giulia per il tuo sostegno! Ti aspetto ai boschi🌳
          1 month, 2 weeks ago
      • MN
        Mariangela È pazzesca la potenza di questa mobilitazione... Complimenti!! Fiera di poter contribuire...anche diffondendo la notizia!! Grazie
        • AM
          Associazione Culturale Mettiamo Radici al Dal Molin Grazie Mariangela! Per noi è molto importante il tuo sostegno! Adelante 💪
          1 month, 2 weeks ago
      • FO
        Federica Grazie per quello che fate! Salviamo i boschi Lanerossi e di Ca' Alte

        Gallery

        Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

        Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

        3. Salute e benessere

        Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

        13. Agire per il clima

        Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

        15. Vita sulla terra

        Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

        Vuoi sostenere questo progetto?