oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Salviamo Radio Radicale

Una campagna di
Partito Radicale

Contatti

Una campagna di
Partito Radicale

Salviamo Radio Radicale

Salviamo Radio Radicale

Sostieni questo progetto
100%
  • Raccolti € 542,00
  • Sostenitori 29
  • Scadenza 26 giorni rimanenti
  • Modalità Donazione semplice  
  • Categoria Comunità & sociale

Una campagna di 
Partito Radicale

Contatti

Il Progetto

Radio Radicale da 40 anni trasmette in diretta le sedute del Parlamento e segue le attività di tutte le istituzioni, dalla Corte Costituzionale al Consiglio Superiore della Magistratura, i più grandi processi giudiziari e le più importanti attività culturali e sociali.

Negli ultimi 20 anni questo è stato possibile grazie a una convenzione con lo Stato italiano. Il Governo ha deciso che dal 21 maggio la convenzione non sarà rinnovata. Mancano pochi giorni per convincere il Governo a rivedere la sua decisione.

Il diritto alla conoscenza è un diritto fondamentale affinché il cittadino possa farsi liberamente una opinione e non sia condizionato da una informazione distorta e di parte.

Raccolta fondi finalizzata alla campagna di informazione sulla chiusura di Radio Radicale e l'organizzazione della Marcia del bavaglio, Roma 21 aprile 2019.

leggi IL DOSSIER

firma L'APPELLO

vedi le prime ADESIONI

Commenti (6)

Per commentare devi fare
  • ab
    amerigo  a mio avviso radio radicale dovrebbe in primo luogo inviare il proprio curriculum alla casaleggio associati e alla fondazione piu' voci. infatti sospetto che le sia stato tolto il finanziamento per rendere piu'facile a detti soggetti di mettere le mani su pregiata emittente radiofonica. naturalmente ci sara' il problema di mantenere l'indipendenza giornalistica
    • CC
      Claudio  Ho appena fatto un piccolo versamento. Credo che la pluralità sia un bene, soprattutto quando questo viene messo in difficoltà dai grandi che vogliono far tacere i piccoli.
      • avatar
        Luca  Sono convinto che questa radio debba rimanere libera di trasmettere come ha fatto finora: non sono sempre in linea con la politica del partito e non sempre il punto di vista è totalmente oggettivo ma nello scenario italiano è il meglio del meglio! Grazie di esistere e sarò con voi a marciare. E poi dovete ringraziare una vostra sostenitrice...è il suo compleanno (domani) e so che questo forse è il regalo che desidera di più (ormai è RadioRadicale-dipendente :D ). AUGURI (a voi e a lei!)
        • avatar
          Luciano  poco ma fatto con il cuore!
          • fC
            francesco  Sinceramente, anche se non navigo nell'oro, un canone per radio radicale lo pagherei volentieri: qualsiasi cosa accada chiedete sostegno a noi ascoltatori, sono sicuro che come me tanti altri sarebbero disposti a dare un contributo. Grazie di tutto.
            • avatar
              Giusi  viva Radio Radicale, vivano le speranze liberali, libertarie e radicali di e con Marco Pannella (forever) e dei tanti che hanno lottato e lotteranno per esse. vivano i radicali sparsi ovunque (Associazione Luca Coscioni, Radicali Italiani, +Europa, Nessuno Tocchi Caino etc etc e le tante associazioni lontane e/o vicine al PRNTT).

              Gallery

              Community

              Vuoi sostenere questo progetto?