or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Ricorso al TAR contro la geotermia a Castel Giorgio

A campaign of
Angelo Bertea

Contacts

A campaign of
Angelo Bertea

Ricorso al TAR contro la geotermia a Castel Giorgio

Ricorso al TAR contro la geotermia a Castel Giorgio

Support this project
2%
  • Raised € 101.00
  • Target € 5,000.00
  • Sponsors 3
  • Expiring in 285 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Environment & pets

A campaign of 
Angelo Bertea

Contacts

The project

Il 31 luglio scorso il Consiglio dei ministri, nonostante il chiaro NO espresso dalle Regioni Umbria e Lazio, dai Comuni del comprensorio e dalla popolazione, ha deliberato il consenso alla “prosecuzione del procedimento di realizzazione dell’ impianto pilota denominato ‘Castel Giorgio ‘ per ricerca di risorse geotermiche sito nel Comune di Castel Giorgio (TR), proposto da ITW LKW Geotermia Italia Spa”.

Comuni e associazioni ricorreranno contro questa decisione presso i tribunali nazionali e le istituzioni europee. Anche le Regioni stanno valutando un ricorso.

Il 5 agosto a Castel Giorgio, a un pubblico composto da abitanti dell’Altopiano dell’Alfina e del bacino del Lago di Bolsena, Diego Righini, general manager della ditta ITW-LKW, ha esposto il progetto della centrale decantandone le principali caratteristiche: il primo del genere in Italia, a ciclo chiuso e senza emissioni nell’atmosfera, produzione pulita e rinnovabile di energia senza impatti sull’ambiente. Numerose sono state le osservazioni critiche che i presenti hanno rivolto al manager, smentendo con argomenti scientifici le sue rassicurazioni, in primis lo slogan dell’impianto a “zero sismicità” (vedi qui per una discussione approfondita).

Il 16 agosto 2019 molte persone a Torre Alfina hanno ribadito l’opposizione alla geotermia sul proprio territorio. È stato il momento della prima raccolta di fondi necessari a finanziare i ricorsi al TAR: circa 200 persone hanno partecipato alla passeggiata sull’Alfina e circa 100 alla cena di sottoscrizione all’agriturismo Pulicaro.

Seguiranno altre manifestazioni, per la raccolta fondi, ma, intanto, non ci lasceremo sfuggire il mezzo del crowdfunding. Secondo le prime stime, l'insieme dei ricorsi verrebbe a costare 20.000€, ma, vista la presenza di altre vie di finanziamento, compresa la partecipazione dei Comuni coinvolti, considereremmo una vittoria riuscire, qui, a raccogliere 5.000€.

Sul nostro sito (. http://www.bolsenalagodeuropa.net ), si troverà un rendiconto delle entrate e delle spese, oltre ad aggiornamenti sugli sviluppi.

BLEU sarà in prima linea nel difendere il nostro territorio dal tentativo attuale di trasformarlo in zona di sfruttamento industriale diffuso: nel settore dell’agricoltura con l’introduzione della monocoltura di noccioli, nel settore dell’energia con lo sfruttamento geotermico e nel settore delle acque con il trasferimento della gestione delle acque alle multinazionali.

A questa industrializzazione opponiamo una visione precisa: la salvaguardia della risorsa acqua e dell’ambiente e la valorizzazione delle eccellenze locali nell’ambito di un turismo e un’agricoltura ecosostenibili.

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Community

    Vuoi sostenere questo progetto?