or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Riapriamo il Cielo sotto Milano!

A campaign of
La Dual Band

Contacts

A campaign of
La Dual Band

Riapriamo il Cielo sotto Milano!

Support this project
100%
  • Raised € 6,065.00
  • Target € 6,000.00
  • Sponsors 81
  • Expiring in 42 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Art & culture
  • Obiettivi
    8. Lavoro dignitoso e crescita economica
    9. Imprese, innovazione e infrastrutture
    11. Città e comunità sostenibili

A campaign of 
La Dual Band

Contacts

The project

Riapriamo il Cielo!

Il teatro dal vivo e in sicurezza con la Dual Band

Aiutaci a riorganizzare il nostro teatro, Il Cielo sotto Milano, così potrai tornare a goderti i nostri spettacoli in sicurezza!

Una cosa è certa: il teatro non sarà esattamente un virus, ma è bello resistente. Pensate a quante cose è sopravvissuto in questi millenni: alla caduta degli dèi che lo avevano inventato, all’esilio ordinato dal nuovo dio - o meglio dai suoi vicari in terra - alle pestilenze e alle guerre, perfino al cinema e alla televisione. E ancora ne abbiamo bisogno oggi!

Noi siamo la Dual Band, dual perché ci occupiamo di teatro e musica (e di teatro in musica) . Il gruppo conta nel suo organico sia musicisti sia attori-cantanti; e certe volte tutte queste cose insieme. La Dual Band è dual anche linguisticamente: più di metà dei suoi attori sono madrelingua inglese. Per questo motivo negli ultimi anni la compagnia è diventata un punto di riferimento cittadino per quel che riguarda il teatro inglese recitato in inglese . Con più di trenta spettacoli al suo attivo e un consiglio direttivo ampiamente under 35, dal 2015 la Dual Band gestisce Il Cielo sotto Milano, il primo teatro al mondo in un metrò! Facciamo parte della grande rete Artepassante , che ha riqualificato e trasformato in luoghi di cultura spazi urbani, spesso all'interno di stazioni metropolitane, che in precedenza erano dei non luoghi, donando loro bellezza e sicurezza. Il nostro teatro, all'interno del Passante ferroviario di Porta Vittoria, dal 2015 ha ospitato quattro stagioni teatrali, concerti di musica classica, jazz e etnica, corsi di teatro e musica per adulti e bambini, e artisti provenienti da tutto il mondo.

Potete vedere qui il videotour dello spazio!

E poi il 2020... la storia la sapete, è la stessa per tutti: ci siamo dovuti fermare. Era giusto così, perché l'assembramento è il nostro pane quotidiano, ma è stato molto difficile. Eppure, ve l'abbiamo detto, il teatro è resistente, e a quanto pare si vede un po’ di luce là in fondo. Sembra che si riapra - per ultimi - anche noi che per primi abbiamo chiuso; anzi, c’è proprio scritta una data, il 15 giugno.

Come potrà svolgersi il teatro nelle condizioni richieste?
Se il sogno continua a essere il grande abbraccio liberatorio con voi, l’immensa festa, di certo abbiamo capito che l’abbraccio per ora bisognerà imparare a farlo a distanza. E per questo la nostra platea da cinemino anni settanta non è adatta: il suo bello era che stavamo tutti stretti e vicini; ma pensate che secondo le nuove regole nello stesso spazio in cui stavamo in 100 potremmo starci seduti al massimo in 12!

E quindi abbiamo pensato al progetto Wooden O , la piccola O di legno, come la chiama il nostro amato Shakespeare.

Vi chiediamo un aiuto per poter lavorare durante l’estate a realizzare questa O di legno, che ospiterà anche i corsi e tutte le attività che la Dual Band ha sempre svolto. Abbiamo pensato di smontare per ora la gradinata della platea a favore di una grande pista a pianta centrale intorno alla quale riusciremo a far sedere in sicurezza, su file molto distanziate, un numero di spettatori che possa rendere sostenibile la nostra attività. E noi reciteremo in mezzo. Poi c’è la sanificazione, che richiede macchinari, dispenser, attrezzature e prodotti specifici.

Per questo abbiamo bisogno del vostro sostegno!

Dopo questo tempo sospeso saremo tutti un po’ cambiati, questo è certo. Ma la bellezza di stare insieme in quel modo lì, unicissimo, è un’idea che appartiene a tutti noi, proprio come specie.

Il teatro è teatro quando è dal vivo. Come del resto anche la vita.

Un abbraccio un po' acciaccato ma sempre battagliero da tutta la Dual Band

Anna, Mario, Lucrezia, Benedetta, Lorenzo, Federica, Beniamino


Chi è la Dual Band?

"La Dual Band è un caso pressoché unico di totale dedizione
a una causa insieme etica, estetica, musicale, teatrale e pedagogica
fuse in un solo riso, in un solo pianto."

Roberta De Monticelli


La Dual Band si chiama così per la sua duplice natura, e ha una composizione, per l'appunto, Dual: sia per quanto riguarda i due “vecchi” fondatori, Mario Borciani (pianista e compositore) e Anna Zapparoli (attrice, regista e drammaturga), sia per la composizione del gruppo, che conta nel suo organico sia musicisti sia attori-cantanti; e certe volte tutte queste cose insieme.

La Dual Band è dual anche linguisticamente: più di metà dei suoi attori sono madrelingua inglese, e tutti sono bililngui. Per questo motivo negli ultimi anni la Compagnia è diventata un punto di riferimento cittadino per quel che riguarda il teatro anglosassone recitato in lingua originale.

Con più di trenta spettacoli al suo attivo, e con un comitato direttivo ampiamente under 35, la Dual Band recita correntemente in tre lingue (italiano, inglese e francese); a Milano, Roma, Londra, Avignone, Parigi, Firenze, Edimburgo, Trieste, e in tournée in Italia, Francia e Gran Bretagna.

L’etica artigianale del gruppo si mescola al divertimento, a cavallo della linea sottilissima e a volte imprendibile che separa, o unisce, la musica e il teatro.


Membri della compagnia

Mario Borciani , compositore, pianista, arrangiatore e direttore musicale, proviene da una famiglia di musicisti da quattro generazioni.
Ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano, dove adesso insegna a sua volta pianoforte. Ha scritto musica per più di cento spettacoli teatrali, collaborando, tra gli altri, con il Teatro Greco di Siracusa, il Teatro Stabile di Genova, il Teatro Franco Parenti, il Gruppo della Rocca. E’ da quarant’anni il collaboratore musicale di Guido De Monticelli.
Nel 1997, con Anna Zapparoli, ha fondato la Dual Band, con cui ha realizzato più di trenta spettacoli; con la Dual Band è stato ospite al festival di Edimburgo, al Festival di Avignone, e in tournée in Italia, Francia e Gran Bretagna. Dal 2015, con la Dual Band, è direttore musicale del Cielo sotto Milano.


Anna Zapparoli è Dual dalla nascita: di madre inglese e padre italiano, è stata abituata fin da subito a un giocoso andirivieni tra le due lingue.
Si è diplomata alla Scuola del Piccolo Teatro nel 1979, in anni di transizione in cui all’insegnamento di attori strehleriani si affiancava il magistero di Luca Ronconi. Fin dall’inizio del suo lavoro in teatro la sua calda voce di contralto l’ha portata a ricoprire ruoli in cui canto e recitazione si intrecciavano (nuovamente “dual”).
Ha lavorato con tanti registi, attori e musicisti; eccone alcuni, in ordine alfabetico: Eugenio Allegri,  Arturo Annecchino, Luciano Berio, Paolo Bonacelli, Franco Branciaroli, Fiorenzo Carpi, Adolfo Celi, i Dik Dik, Micaela Esdra, Dario Fo, Carla Gravina, Annamaria Guarnieri, Peter Hall, Francesca Inaudi, Lorenzo Lavia, Sebastiano Lo Monaco, Piero Maccarinelli,  Nada Malanima, Paola Mannoni, Glauco Mauri, Mario Missiroli, Matthew Modine, Valeria Moriconi, Beppe Navello, Walter Pagliaro, Luca Ronconi, Giancarlo e Mattia Sbragia, Salvatore Sciarrino, Andrée Ruth Shammah, Gianrico Tedeschi.
Dal cantare parole a scrivere canzoni il passaggio è stato naturale, complice anche la collaborazione con il regista Guido De Monticelli e ancor più con il compositore Mario Borciani, da sempre anche suo compagno nella vita. E proprio con Mario inizierà nel 1997 l’avventura Dual Band, dando vita a più di trenta spettacoli in italiano, inglese e francese, e ricoprendo, spesso nello stesso giorno, i ruoli di regista, paroliera, cuoca, impiegata d’ufficio, tecnico luci, fattorino, drammaturga, autotrasportatrice e naturalmente, come tutti gli altri membri della compagnia, addetta alle pulizie del teatro.


Benedetta Borciani è bilingue italiana/inglese dalla nascita. Ha debuttato in uno spettacolo brechtiano all'età di quattro anni, cantava una canzoncina sulla guerra e probabilmente era commovente (anche se sono passati tantissimi anni e nessuno si ricorda). Ha studiato musica fin da bambina (canto e violino). Si è diplomata alla scuola del Teatro Stabile di Torino e ha lavorato spesso a cavallo tra teatro e musica, tra italiano  e inglese (e a volte in francese) con, tra gli altri, Giorgio Albertazzi, Andrée Ruth Shammah, Bruce Myers, Walter Pagliaro, Guido De Monticelli, Laura Pasetti, Donatella Massimilla, Giuliano Montaldo, Claudio Longhi, Franco Branciaroli, Massimo Popolizio, Sebastiano Lo Monaco. Insegna teatro a Milano in alcuni licei statali, agli studenti di psicologia dell'Università Cattolica, alla Scuola Civica di Teatro Paolo Grassi e al Lab 121. A un certo punto le hanno insegnato come montare video e le piace farlo.


Beniamino Borciani ha debuttato bambino. A sette anni è stato definito da un noto critico inglese "remarkably resourceful"; ed effettivamente questa sua poliedricità ha tenuto nel tempo. È infatti cantante, attore, scenografo, costumista, datore luci, fonico, organizzatore teatrale e responsabile dei social per la Dual Band. Come cantante ha debuttato a otto anni nel coro delle voci bianche del Teatro alla Scala con Riccardo Muti. Ha lavorato nel coro della Scala fino a quindici anni, lavorando con Riccardo Chailly, Jeffrey Tate, Luca Ronconi, Franco Zeffirelli, Zubin Mehta e Gustavo Dudamel, ricoprendo spesso ruoli da solista. Crescendo ha mantenuto anche il registro acuto, entrando a far parte di numerosi gruppi di musica barocca, e lavorando frequentemente anche in Olanda. Ha studiato clarinetto e canto barocco in Conservatorio. La sua versatilissima voce da mezzosoprano, contralto e tenore lo porta a spaziare fra stili musicali molto diversi, da Monteverdi ai Beatles, passando per Mozart e il blues. Altrettanto importanti  sono le sue doti d'attore: è stato insieme Frate Lorenzo e la Nutrice in Romeo e Giulietta , Ariel e Caliban nella T empesta , Scrooge nel Christmas Carol di Dickens, Algernon nell' I mportance of Being Earnest di Oscar Wilde, Robert in Tradimenti di Pinter.


Lucrezia Piazzolla : non bisogna lasciarsi ingannare dalla sua giovinezza (con i suoi 25 anni è il membro più giovane della Dual Band) o dalla dolcezza del suo sorriso. Lucrezia ha un’anzianità di palcoscenico davvero inaspettata. A sette anni entra nel Coro voci bianche della Scala, lavorando con grandi  direttori e registi quali Lorin Maazel, Gustavo Dudamel, Riccardo Chailly, Franco Zeffirelli, Luca Ronconi e Pierluigi Pizzi. A undici anni il felice incontro con la Dual Band; e fin da subito mostrerà il suo atteggiamento poco convenzionale, preferendo in più di un’occasione il lavoro con la Dual a quello con la Scala. Il suo perfezionismo e la sua tenacia l’hanno portata a una conoscenza dell’inglese che le permette di recitare con grande disinvoltura anche in inglese (e francese). Insegna teatro a bambini e ragazzi in due scuole di Milano e presso Il Cielo sotto Milano.
E' laureata in Mediazione Linguistica e Culturale presso l'Università Statale di Milano.


Lorenzo Bonomi ha studiato pianoforte a partire dai 7 anni. A 16 anni ha iniziato lo studio del canto e ha approfondito lo studio conseguendo la laurea magistrale di canto al Conservatorio di Parma. Parallelamente segue workshop teatrali a Brescia e a Milano. Ha cantato al Teatro Due e al Teatro Regio di Parma per il progetto Imparolopera, al Teatro Politeama di Prato nella Bohème di Puccini, e al Teatro Lenz di Parma per la Stagione Verdiana del 2015/2016. Studia logopedia.


Federica Zoppis ha studiato pianoforte al Conservatorio G. Verdi di Milano. Ha ricoperto il ruolo di pianista collaboratrice in numerosi corsi e workshop, e insegna coro in un progetto dell'Accademia del Teatro alla Scala dedicato all voci bianche.  E’ insegnante di pianoforte presso diverse associazioni della provincia del VCO. Ha iniziato a lavorare con la Dual Band nel 2013.

Support this project

Rewards

Choose this reward
€25.00

socio Puck

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano

Select
Choose this reward
€50.00

socio Mercuzio

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano + il tuo nome sul Pannello dei Mecenati che sarà appeso presso il teatro

Select
Choose this reward
€100.00

socio Ariel

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano + il tuo nome sul Pannello dei Mecenati che sarà appeso presso il teatro + 2 lezioni a scelta di teatro o pianoforte o canto

Select
Choose this reward
€200.00

socio Amleto

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano + il tuo nome sul Pannello dei Mecenati che sarà appeso presso il teatro + 2 lezioni a scelta di teatro o pianoforte o canto + 1 clip video di una canzone dedicata al tuo nome, scritta da Anna e Mario e cantata dalla Dual Band

Select
Choose this reward
€300.00

socio Falstaff

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano + il tuo nome sul Pannello dei Mecenati che sarà appeso presso il teatro + 2 lezioni a scelta di teatro o pianoforte o canto + 1 videoclip di una canzone dedicata al tuo nome, scritta da Anna e Mario e cantata dalla Dual + foto su una poltroncina

Select
Choose this reward
€500.00

Socio Prospero

Praticissima borsa di tela écru con logo del Cielo sotto Milano + il tuo nome sul Pannello dei Mecenati che sarà appeso presso il teatro + 1 spettacolo di canzoni apposta per te*
*data e programma da concordarsi in base alla disponibilità del teatro

Select

Comments (43)

Per commentare devi fare
  • SB
    Sergio TANTA TANTA MERDAAAAAA!!!
    • avatar
      associazione culturale La Dual Band Sergio! Ma grazie. Siamo emozionati di ricevere ancora sostegno. Sarà bellissimo, vedrai, e ti aspettiamo.
      1 month, 3 weeks ago
  • VO
    Veronica Carissime e carissimi tutte/i, siamo proprio contente di avere dato "la botta finale" per il raggiungimento dell'obiettivo economico! A voi il completamento dell'opera!!! A presto. Veronica e figlie Gaudenzia e Cherubina. N.B.: si può mettere il gruppo dei nostri nomi nel mitico pannello dei sostenitori e non solo il mio? Se non e possibile non fa nulla, se è possibile il loro cognome è Genoni. Caramente.
    • om
      orietta Siete bravissimi! non mollate mai che ci fa tanto bene!
      • im
        irene Grazie e buona fortuna!! a presto!
        • avatar
          Giulia In attesa di cantare presto assieme!
          • gB
            giulia Complimenti!
            • avatar
              associazione culturale La Dual Band Ma grazie! Un abbraccio.
              2 months, 1 week ago
          • fF
            famiglia sempre con voi! grazie
            • avatar
              associazione culturale La Dual Band Grazie a te! Un abbraccio
              2 months, 1 week ago
          • AC
            Alessandro Forza e coraggio!
            • avatar
              Stefano Complimenti alla Dual Band!
              • DR
                Associazione SONG onlus In bocca al lupo!!!

                Community

                Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                8. Lavoro dignitoso e crescita economica

                Buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.

                9. Imprese, innovazione e infrastrutture

                Innovazione e infrastrutture: costruire infrastrutture solide, promuovere l'industrializzazione inclusiva e sostenibile e favorire l'innovazione.

                11. Città e comunità sostenibili

                Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

                Vuoi sostenere questo progetto?