oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Restauriamo il monumento agli italiani uccisi a Ebensee (Mauthausen)

Una campagna di
ANED Associazione ex deportati nei campi nazisti

Contatti

Una campagna di
ANED Associazione ex deportati nei campi nazisti

Restauriamo il monumento agli italiani uccisi a Ebensee (Mauthausen)

Restauriamo il monumento agli italiani uccisi a Ebensee (Mauthausen)

  • Raccolti € 4.941,83
  • Sostenitori 110
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Comunità & sociale

Una campagna di 
ANED Associazione ex deportati nei campi nazisti

Contatti

Il Progetto

A quasi 70 dalla sua erezione, il monumento eretto da Hilda Lepetit nell'ex Lager nazista di Ebensee in ricordo del marito Roberto deceduto nel campo e delle altre migliaia di vittime versa in condizioni deplorevoli. Il tempo, le intemperie, il gelo hanno finito per annerire la grande croce disegnata da Gio Ponti , originariamente candida. La scritta commemorativa, incisa in più lingue ai piedi del monumento, è di difficile lettura, soprattutto nelle giornate di pioggia

D'intesa con la famiglia Lepetit, ancora oggi proprietaria dell'opera, l'ANED ha lanciato una campagna di raccolta fondi per pulire e restaurare l'opera, ai cui piedi sono stati nel dopoguerra raccolti i resti di migliaia di vittime del nazismo. L'intera operazione costerà circa 10.000 euro; con questa campagna ne vogliamo raccogliere almeno 4.000 (se saranno di più, meglio!)

Nel momento in cui viene progressivamente a mancare la forza della testimonianza dei superstiti l'Associazione unitaria che da sempre ha riunito i testimoni, i familiari dei deportati e tante persone che intendono conservare la memoria delle vittime dei Lager nazisti si assume in prima persona l'onere di restituire dignità ai monumenti che ricordano le vittime.

L'ANED chiama i propri iscritti, le figlie e i figli, i/le nipoti degli ex deportati a collaborare a questa impresa, e a diffondere con ogni mezzo l'appello a sottoscrivere e a partecipare in prima persona al raggiungimento di questo obiettivo.

Tutti gli amanti della libertà, della democrazia e della pace sono invitati a partecipare alla campagna, con qualsiasi somma: sarà un gesto semplice e concreto contro l'Europa dei muri, dei respingimenti, della persecuzione di interi popoli in fuga dalle guerre, dalla fame e dall'integralismo.

Se tutto andrà bene il Monumento sarà presentato dopo la pulitura e il restauro già nel corso della manifestazione internazionale nell'anniversario della liberazione di Ebensee, quest'anno prevista per la mattina di sabato 14 maggio 2016 . Sarà un motivo in più di orgoglio per la delegazione italiana, da sempre la più numerosa, tra quelle estere, nelle celebrazioni a Mauthausen e negli ex sottocampi.

Commenti (23)

Per commentare devi fare
  • AC
    Andrea  In memoria di Roberto e di tutti coloro che lottando per la libertà hanno perso la propria. Nessuno muore sulla terra, finché vive nel cuore di chi resta.
    • TB
      Thomas  Per non dimenticare mai.
      • DF
        Domenico  Senza il ricordo del passato non c'è futuro
        • ms
          marco  Il suo ricordo sparirà dalla terra e il suo nome più non si udrà per la contrada - Giobbe, 18.17 perchè ciò non accada!
          • FG
            FODERARO  bella e importante iniziativa
            • DS
              Daniela   Muzio e Ester Salvestroni in memoria del padre, Cesare Salvestroni: Antifascista, co-fondatore del Partito d’Azione a Pisa − Partigiano combattente, responsabile militare del C.L.N. della Provincia di Pisa dall’8 settembre 1943 − Catturato dai nazisti nel maggio 1944, fu deportato prima a Mauthausen e poi a Ebensee, dove morì il 2 marzo 1945
              • AP
                Aned  Ripristinando il monumento si dà continuità alla conoscenza e alla memoria. Contribuiamo con una somma raccolta durante una riunione soci Aned
                • AB
                  Alessandro  La memoria di coloro che sono morti per mano dell'ingiustizia nazi-fascista e' compito di tutti.
                  • RB
                    Renato Antonio  Tenetemi al corrente delle vostre iniziative.
                    • LM
                      Luca  Per non dimenticare e perché non dimentichino i nostri figli e i figli dei nostri figli

                      Gallery