oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Progetto P.e.r.l.a. Protocollo Espressivo della Resilienza per Liberarsi dall'Aggressione

Una campagna di
Flavia Margaritelli e Sonia Dionisi

Contatti

Una campagna di
Flavia Margaritelli e Sonia Dionisi

Progetto P.e.r.l.a. Protocollo Espressivo della Resilienza per Liberarsi dall'Aggressione

Progetto P.e.r.l.a. Protocollo Espressivo della Resilienza per Liberarsi dall'Aggressione

Sostieni questo progetto
8%
  • Raccolti € 260,00
  • Obiettivo € 3.000,00
  • Sostenitori 9
  • Scadenza 349 giorni rimanenti
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Comunità & sociale

Una campagna di 
Flavia Margaritelli e Sonia Dionisi

Contatti

Il Progetto

Un progetto

di

Osservatorio Salute e Sicurezza

ideato da

Flavia Maria Margaritelli e Sonia Dionisi

Progetto P.e.r.l.a.

P rotocollo E spressivo della R esilienza per L iberarsi dall’ A ggressione

P.e.r.l.a . vuole essere un segno che mette un sigillo diverso a tanti servizi, sportelli sulla violenza indirizzandolo a uomini e donne indistintamente perchè la violenza non ha genere.

I dati indicano che solo nel 2014 in Italia sono stati commessi 152 femminicidi. Rispetto al totale delle vittime di omicidio, le donne rappresentano il 31,9 % dei casi (dati Istat) .

Nel 1990 erano solo l’11,1% e a fare la differenza è il crescente numero delle vittime minorenni.

Che cosa ci attende sul versante maschile ?

Sono circa 3,8 milioni gli uomini in Italia che hanno subito abusi e nel 2014 hanno riguardato il 39% dei ragazzi rispetto al 35% delle coetanee italiane (fonte Adnkronos).

Altri dati sono consultabili anche al seguente link

https://www.osas.tv/single-post/2018/02/23/La-violenza-sulle-donne-e-le-sue-forme-Una-panoramica-sullo-stato-attuale

Il Progetto

credit photo « esse » www.essearte.com

Il progetto consiste nell’applicazione di un P rotocollo E spressivo della R esilienza ideato per L iberarsi dal trauma subito a seguito di un’ A ggressione e rivolto alle vittime di violenza psicologica, sessuale, fisica, sociale, domestica, lavorativa, scolastica nel caso in cui non riescono a creare un contesto favorevole per lo sviluppo di nuovi progetti di vita.

Le ideatrici hanno messo a punto una tecnica professionale articolata con una batteria di strumenti, nuovi e/o applicati in altri contesti, mettendoli al servizio di un protocollo adatto alle vittime, dirette e indirette, di contesti violenti e aggressivi per effettuare un monitoraggio e intervento di sviluppo resilienza.

Il programma di presa in carico di uomini e donne si svolge in 6 tappe in un arco di tempo flessibile dai 3 ai 6 mesi in base a riferimenti metodologici scientifici e rigorosi per un numero di partecipanti in piccoli gruppi focalizzati pari a 5 massimo 8 persone

(per le fonti: il modello a sei fasi a cui si fa riferimento muove le proprie riflessioni da “ Promuovere la resilienza “individuale sistemica”: un modello a sei fasi. Numero Monografico Psicobiettivo Matteo Selvini, Anna Maria Sorrentino, Maria Chiara Gritti, Copia spedita alla Rivista, 1 ottobre 2012).

Gli incontri aiutano a focalizzare il modo più funzionale per esprimere e riformulare il proprio dramma, con la possibilità di evolvere emotivamente e mettere in azione un cambiamento benefico, una nuova visione di se stessi e del contesto esterno.

Incontri successivi sono solo previsti di follow-up per consolidare lo stato emotivo della Persona.

Il protocollo P.e.r.l.a. utilizza i seguenti strumenti :

Test di misurazione della resilienza, mandala delle stagioni (copyright), musicoterapia, test di personalità (test colori di Luscher).

Gli strumenti diventano espressivi perché si vuole utilizzare la metafora, per dare la possibilità di esternare diversamente l’azione aggressiva subita o agita.

Pertanto il progetto vuole essere a servizio delle vittime della violenza sostenendole nel rinforzare la propria rete di sicurezza.

Budget

credit photo « esse » www.essearte.com

Per fare in modo che ogni vittima della violenza si trasformi in una Perla, vogliamo realizzare il protocollo e offrirlo come servizio gratuito agli uomini e alle donne che ci chiederanno aiuto.

Abbiamo quindi bisogno del vostro sostegno e supporto perché dobbiamo sostenere i seguenti costi per ogni tappa considerata ossia per ogni incontro.

La prima somma raccolta ci servirà per donare gratuitamente alle vittime il primo modulo di accompagnamento.

  • affitto del locale (200 euro/giornata),
  • assicurazione professionale (200 euro),
  • materiale didattico (100 euro)
  • costi Psicologi, Psicoterapeuti e Musicoterapeuti incaricati nel progetto (1000 euro)
  • costi amministrativi (segreteria, organizzazione, 1000 euro).
  • costi comunicazione e marketing (500 euro)

La prima raccolta fondi servirà per poter attivare il primo modulo di accompagnamento da rivolgere alle vittime di violenza.

Questa campagna ha l’obiettivo di rinnovare la raccolta fondi per garantire il protocollo P.E.R.L.A. per il suo ciclo intero di 6 interventi sul gruppo.

Sostienici

credit photo « esse » www.essearte.com

P.e.r.l.a. é un progetto indipendente dal basso.

Abbiamo bisogno del vostro aiuto per offrire gratuitamente il protocollo di intervento alle vittime di violenza e aggressione.

Non possiamo farlo da soli senza il vostro supporto.

Il progetto ha ottenuto il patrocinio morale della

RIDE APS , Rete Italiana del Dialogo Euromediterraneo e della Rete Italiana ALF

Il Progetto è sostenuto dal gruppo fotografico femminile

World Women Art che supporta il sistema delle ricompense delle vostre donazioni.

www.worldwomenart.com/

Si ringrazia Sonia Ciafardini per la gentile concessione delle foto visibili nel Progetto.

Credit ©esse / Sonia Ciafardini

Sito www.essearte.com

Il progetto è sostenuto da Kaleidoscope Cultures en Jeu , associazione 1901

Intendiamo inoltre ringraziare l’ Université de Nice Sophia - Antipolis
IUT Nice Côte d’Azur Département Gestion des Entreprises et des Administrations

che mette a disposizione il gruppo di studio composto da:

Sofia Indiani, Léo Ittah, Lucas Lhuissier, Maxime Lhuissier

implementando il progetto P.E.R.LA. per il piano marketing.

Chi siamo

credit photo « esse » www.essearte.com

Siamo un gruppo di lavoro composto da Professionisti della salute, esperti di resilienza, i quali nel progetto Perla vogliono coniugare la psicologia sistemica, sociale e clinica con la musicoterapia per mettere la resilienza a servizio della violenza.

La volontà nostra è di utilizzare queste sei tappe del protocollo affinché esse siano una base metodologica al processo di cambiamento.

Flavia Margaritelli , Psicologa sociale e del lavoro, Presidente dell’Associazione Osservatorio Salute e Sicurezza, Operatrice like skills, Esperta tecniche gestione ansia, consulente safety e valutatrice stress, con quasi 15 di esperienza professionale sulla salute nei luoghi di lavoro, ha pubblicato articoli e libri sulla resilienza tra cui Resilience, Communities and life skills, relazione e pubblicazione scientifica al 20th Euro Congress on Psychiatrists and Psychologists, Rome, Italy (07/08/2017), Azioni Resilienti per le organizzazioni di Lavoro, una risposta alla crisi , Flavia Margaritelli Fiz Perez Nep edizioni, 2017.

In corso di pubblicazione il testo degli atti del Convegno dedicato alla violenza e tenutosi il 1 Marzo 2018 presso la sala Spazio Europa.

Ulteriori dettagli sul curriculum vitae è possibile visionarli sul sito

https://www.osas.tv

Sonia Dionisi , Psicologa del lavoro, Psicoterapeuta in approccio sistemico-relazionale presente nel comitato scientifico dell’Associazione Osservatorio Salute e Sicurezza, formatrice. In Francia a Biot -Sophia Antipolis, attraverso l'uso dell'arte e della sua funzione analogica nello spazio terapeutico, ha sviluppato il suo Metodo il Mandala delle Stagioni(c). Ha partecipato alla stesura dei testi: Psicogenealogia e atti simbolici, Maura Saita Ravizza e AA.VV. (GolemEdizioni); Azioni Resilienti per le organizzazioni di Lavoro, una risposta alla crisi , Flavia Margaritelli Fiz Perez Nep edizioni, 2017 (Capitolo 3). Ha insegnato strumenti e metodi Psicologici scientifici (gli oggetti fluttuanti in accompagnamento e il metodo del mandala delle stagioni(c)) nelle scuole Durga di Torino e Adyca di Roma per l’applicazione in laboratori che attivino la resilienza. E’, con l’Associazione Osservatorio Salute e Sicurezza, tra i promotori del festival della Resilienza 2017 di ProPositivo, occupandosi della ricerca Resilience, Community and Life skills (il cui studio pilota è stato avviato a Macomer ad Agosto 2017) e del Festival di Cerealia con la ricerca « Cibo e Società ».

Angelo Molino formatore in Musicoterapia Arteterapia, Compositore, Pianista, Musicoterapeuta, Arteterapeuta, Insegnante di Musica teorica, Pianoforte e Composizione (Metodo specialistico per l’infanzia Carl Orff/ Edwin Gordon), pluricertificato, titoli onorifici in Usa, a San Diego, presso la USC (University of Southern California), Thornton School of Music il Music Therapy Degree (Bachelor) e presso l’American Music Therapy Association il North and South America Certificate CBMT (The Certification Board of Music Therapists), American Certificate, facendo esperienza professionale, come Musicoterapeuta presso lo Scripps Green Hospital di La Jolla (San Diego), consulente e formatore anche all’estero per l’American Board Of Musictherapy ed in Asia e tutto l’Estremo Oriente per la prestigiosa società Phoenix Concerto.

OSSERVATORIO SALUTE E SICUREZZA , Associazione nata nel 2015, crede nell’importanza di porre azioni territoriali per migliorare la qualità di vita e di lavoro sviluppando benessere sia individuale sia sociale.

Ha realizzato moltissimi eventi dedicati alla violenza, allo stalking, alla violenza psicologica e alle dipendenze affettive. Il primo marzo 2018 ha effettuato un convegno pubblico gratuito presso Spazio Europa , sala di rappresentanza italiana della commissione europea, dal titolo Coppia, famiglia, violenza e identità religiose: realtà, mass media e stereotipi in Italia nel mediterraneo ”.

Osservatorio Salute e Sicurezza, nell'intento di essere attenta al disagio psicosociale, ha anche avviato Un Punto Fermo. Centro di Condivisione e Ascolto, grazie alla collaborazione di Mae Generation a Roma, via Primo Acciaresi 7, nel quartiere Tiburtino.

Per consultare le attività svolte finora da Osservatorio Salute e Sicurezza

puoi vedere il sito web h ttps:// www.osas.tv

e puoi seguire le nostre attività e l'andamento del Progetto P.E.R.L.A.

sulla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/osservatoriosalutesicurezza/

Si ringrazia per le foto aggiuntive :

Per l'immagine della Perla gentile concessione di NeuPaddy sul sito Pixabay

https://pixabay.com/it/users/NeuPaddy-3372715/

https://pixabay.com/it/guscio-pearl-prezioso-splendore-1972980/

Commenti (5)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Utente  Un progetto che merita essere sostenuto per l'importante sostegno alle vittime di violenza
    • SI
      Sonia  #PERLA
      • SI
        Sonia  L’idea di poter aiutare e mettersi al servizio é sempre alla base di professioni psicologiche , spesso la mancanza di fondi rendono impotenti le buone volontà... grazie a produzioni dal basso e a tutti noi potremmo provare a realizzare una buona cosa per rendere gratuito un servizio a chi ne ha bisogno!! Infiniti grazie Sonia Dionisi
        • avatar
          Sonia esse  WORLD WOMEN ART participates in this project of great humanistic interest. We invite everyone to support this project because we say to every kind of aggression. The PERLA staff deserves all our solidarity.
          • avatar
            Sonia esse  WORLD WOMEN ART participe à ce projet d'un grand intérêt humaniste. Nous invitons tout le monde à soutenir ce projet car nous disons NON à tout type d'agression. Le staff de PERLA mérite toute notre solidarité. WORLD WOMEN ART participates in this project of great humanistic interest. We invite everyone to support this project because we say to every kind of aggression. The PERLA staff deserves all our solidarity.

            Community

            Vuoi sostenere questo progetto?