or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Pensiero Contemporaneo - Di questa Terra facciamone un Giardino

A campaign of
Associazione "Selinunte Cunta e Canta"

Contacts

A campaign of
Associazione "Selinunte Cunta e Canta"

Pensiero Contemporaneo - Di questa Terra facciamone un Giardino

Campaign ended
  • Raised € 1,220.00
  • Sponsors 18
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Art & culture
  • Obiettivi
    4. Istruzione di qualità
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Associazione "Selinunte Cunta e Canta"

Contacts

The project

Di questa Terra facciamone un Giardino è un progetto che prevede l'organizzazione di una serie di attività che possano elevare civilmente e culturalmente questo pezzo di Sicilia e restituire quella dignità che, giorno dopo giorno, le viene sottratta. Il nostro obiettivo è continuare a promuovere le nostre iniziative al servizio della bellezza e della conoscenza, degli incontri e degli scambi tra persone.                                                                              

Chi siamo

L’Associazione "Selinunte Cunta e Canta" nasce nel 2004 nel difficile teritorio trapanese di Castelvetrano-Selinunte al fine di promuovere, attraverso il Premio Pino Veneziano, l'opera artistica e culturale del Cantastorie di Selinunte che, negli anni settanta-ottanta, aveva il suo palcoscenico tra i tavoli del suo ristorante sulla spiaggia sotto l’acropoli. Poeta popolare, si accompagnava con la chitarra allietando clienti e personaggi della cultura e della musica. I suoi versi tipici commossero Borges, incantarono Dalla e De André che lo volle come spalla nel suo primo concerto in Sicilia. 

Perché sostenerci

Tenere vivo e proteggere un luogo di riunione, bellezza e conoscenza è per noi importante. Ancora più in questa particolare zona della Sicilia. Sostenere le nostre attività significa non sprecare tutto ciò che, con sacrifici, è stato creato e dare valore a quei luoghi costruiti dai cittadini. A dispetto di chi crede che le utopie non possano realizzarsi. Ogni vostro contributo sarà prezioso e indispensabile.

Come verranno spesi i fondi raccolti

  • Organizzazione e allestimento della 18° edizione del Premio Pino Veneziano che si svolgerà il 19-20-21 Agosto nel parco Archeologico di Selinunte
  • Realizzazione di incontri letterari e artistici presso lo Spazio "Pensiero Conteporaneo"
  • Piantumazione di essenze arboree e installazione di nuove opere d’arte all'interno del Giardino Artistico
  • Restauro e installazione dell'Opera "I Pini di Castelvetrano" tagliati dalla Mafia

Premio Pino Veneziano - Selinunte fa Cultura

Nei testi di Pino Veneziano si cantano la giustizia sociale, l’amore, la bellezza, la natura e il rapporto che l’uomo ha con essa. Temi madre che trattiamo nel festival che ogni anno organizziamo per ricordarlo nel bellissimo Parco Archeologico di Selinunte.

Nel corso del festival, giunto alla sua 18° edizione, vengono invitate e premiate personalità ed esperti del mondo della cultura, dell’arte e della scienza.

L’evento si caratterizza come un Festival letterario-musicale con incontri, dibattiti e concerti che si tiene solitamente nel mese di agosto  e che ha una durata di tre-quattro giornate.

L’attuale direttore artistico è lo scrittore e giornalista Gaetano Savatteri. Numerose e prestigiose le personalità ospitate in queste edizioni del Festival: 

il Prof Stefano Mancuso, neurobiologo vegetale e scienziato di fama internazionale; Vinicio Capossela; Eugenio Bennato; Ferdinando Scianna; Ascanio Celestini; Roberto Denti; il poeta Franco Arminio; Stefania Auci; Moni Ovadia; Nadia Terranova; Lucia Sardo; Goffredo Fofi; Edoardo Winspeare; Etta Scollo; Alfio Antico; la Prof.ssa Elsa Guggino; il Prof. Nino Buttitta; Carola Susani; Antonio Presti; Pippo Pollina; lo scrittore Vincenzo Consolo; I Fratelli Mancuso; l’ex Ministro Fabrizio Barca; Giosuè Calaciura; Valeria Contadino; Mario Incudine; Salvo Piparo; Officina Zoè, Alfio Antico;

"Pensiero Contemporaneo"

Grazie alla sensibilità del Comune di Castelvetrano l'Associazione può godere, dal 2014, di uno una sede situata nell’area verde prospicente l’ingresso del Parco Archeologico di Selinunte. Nasce così "Pensiero Contemporaneo", una galleria-show room per dare spazio alle opere degli artigiani e degli artisti del territorio.

Qui si organizzano anche presentazioni di libri, spettacoli teatrali e concerti in collaborazione con personalità del mondo della cultura e dello spettacolo. L’obiettivo, in buona parte già raggiunto, è costituire unqualificato polo culturale per la borgata di Marinella di Selinunte.

Perché la forza di Pino Veneziano, oltre che nelle sue canzoni, stava nella socialità che si sviluppava attorno ai suoi versi. Tra i tavoli di quel ristorante, gli abitanti della borgata hanno avuto la possibilità di dialogare con personalità provenienti da ogni dove. E non di rado erano incontri inaspettati e sorprendenti.

Il Giardino Artistico

Nel 2017 l’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana assieme all’Ente Parco Archeologico, hanno accolto la nostra richiesta di avere in affidamento l’area verde adiacente a Pensiero Contemporaneo, con lo scopo di trasformarla in “giardino artistico”, tramite l’inserimento di opere d’arte contemporanea.

Nel giardino, curato con passione, sono già state collocate alcune sculture fruibili nel contesto di un percorso botanico, artistico e poetico-contemplativo dove il visitatore può immergersi in uno spazio ricco di essenze arboree e piante del nostro territorio, zone d’ombra, sculture e installazioni d’arte contemporanea. 

Il luogo strategico in cui si trova il giardino-artistico (all’ingresso della borgata di Marinella e del Parco Archeologico di Selinunte) rappresenta un biglietto da visita per il turista a cui presentare un territorio sempre vivo, che affonda profonde radici nell’arte ricevuta in eredità dai nostri antenati e, al contempo, vuole lasciare un “pensiero contemporaneo” di bellezza, condiviso e alimentato dagli abitanti della borgata di Marinella di Selinunte. 

Intervento di Antonio Presti (fiumara d'Arte) all' inaugurazione del Giardino delle Sculture di Pensiero Contemporaneo.

Il restauro dell'Opera "I Pini di Castelvetrano" tagliati dalla Mafia

L'installazione "I Pini di Castelvetrano" è un’opera di scultura, scrittura e racconto, realizzata dalla coppia di artisti Ute Pyka e Umberto Leone in collaborazione con lo scrittore Gaetano Savatteri e l’attore Vincenzo Pirrotta. Fa parte di una serie di lavori attraverso i quali gli artisti hanno voluto raccontare la biografia di alcuni alberi.

E’ la storia di due Pini che, al termine di una serie di attentati, sono stati tagliati nella campagna di un consigliere comunale di Castelvetrano che si opponeva alla realizzazione di una discarica di rifiuti speciali e un cambiamento di destinazione d’uso di alcuni terreni nella borgata di Marinella di Selinunte.

I Pini erano stati piantati, seguendo un’antica tradizione ormai quasi in disuso, in occasione della nascita dei figli del consigliere. Una storia di prepotenza mafiosa. Il pino (ne è rimasto solo uno perché l’altro era irrecuperabile), è collocato davanti l’ingresso del Parco Archeologico di Selinunte. Guarda l'appello di Stefano Mancuso per il restauro.

Vi aspettiamo a Selinunte!

Le nostre Ricompense

Il CD tributo a Pino Veneziano

Di questa terra facciamone un giardino

L’associazione ha costituito un archivio del cantastorie e pubblicato un Cd a lui dedicati con la collaborazione di alcuni tra i più famosi interpreti del panorama nazionale musicale.All’incisione hanno partecipato: Peppe Barra, Roy Paci, Sud Sound System, Moni Ovadia, Officina Zoè, Etta Scollo, Pippo Pollina, Gabriele Rampino, Enrico Stassi, Clara Salvo, Matilde Politi, Mondorchestra e Umberto Leone

“Non meliano e non arcadico, Pino Veneziano, ma nella linea buttittiana della consapevolezza storica dell’impegno civile. Mentre Buttitta e la stessa Balistreri cantavano una Sicilia e un’Italia del secondo dopoguerra, delle lotte contadine e dei sindacalisti uccisi dalla mafia, della seconda grande emigrazione nel centro Europa di masse di braccianti, Pino Veneziano cantava l’atroce Italia dei roventi anni Settanta, del regime democristiano, della corruzione e delle stragi perpetrate dai fascisti. Ma c’era anche un Veneziano rapito cantore della bellezza della natura (“Settembri”), la natura forse ancora, là a Selinunte, delle lucciole pasoliniane. E un Veneziano cantore del più rapinoso dei sentimenti umani, dell’amore: “L’amuri”, “Ma dunni si tu?”, “Si tu nun veni”, “Non ti pozzu scurdà”. Rimangono, in questa plaga della più classica Sicilia, ancora vivi i tratti gitaneschi, le parole e la musica del Veneziano. Di quel Veneziano che un giorno dell’84, là al Lido Azzurro, cantò per il vecchio e cieco poeta Jorge Luis Borges e lo commosse, il Borges che aveva cantato la milonga e il quartiere Palermo di Buenos Aires, la Palermo di Evaristo Carriego. Nella musica stanno, nelle corde / Della chitarra dal suono ostinato / Che trama nella milonga felice / La festa e l’innocenza del coraggio.” 

Vincenzo Consolo

La stampa dell' opera diGiuseppe Venezianoche ha dipinto Pino Veneziano


T-Shirt grigia o nera in tutte le misure con un verso di una delle canzoni di Pino Veneziano.

Rewards

Contribute
Campaign ended
€20.00

Sei dei nostri, ami la Cultura!

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo un ingresso gratuito per una delle tre serate (potrai ritirare il biglietto al botteghino)

Select
€30.00

Sostenitore con la POP ART

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo un ingresso gratuito per una delle tre serate (potrai ritirare i biglietti al botteghino).
Inoltre ti invieremo un ritratto di Pino Veneziano realizzato da Giuseppe Veneziano, artista internazionale

Select
€30.00

Sostenitore con la musica

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo un ingresso gratuito per una delle tre serate (potrai ritirare i biglietti al botteghino).
Inoltre ti invieremo il CD "Tributo a Pino Veneziano" contenente alcune delle sue più significative canzoni di protesta e d’amore, reinterpretate da personalità del panorama musicale nazionale.
All’incisione hanno partecipato: Peppe Barra, Roy Paci, Sud Sound System, Moni Ovadia, Officina Zoè, Etta Scollo, Pippo Pollina, Gabriele Rampino, Enrico Stassi, Clara Salvo, Matilde Politi, Mondorchestra e Umberto Leone.

Select
€50.00

Sostenitore Fashion

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo un ingresso gratuito per una delle tre serate (potrai ritirare i biglietti al botteghino).
Inoltre ti invieremo una T-Shirt grigia o nera, a tua scelta, con un verso di una delle canzoni di Pino Veneziano.

Select
€70.00

Cultura al sapore di mare

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo un ingresso gratuito per una delle tre serate (potrai ritirare il biglietto al botteghino).
Potrai inoltre godere di una degustazione della cucina siciliana presso il Ristorante "Lido Zabbara" di Selinunte spendibile fino al 15 ottobre 2022

Select
€140.00

Cultura al sapore di mare in compagnia

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo due ingressi gratuiti per una delle tre serate (potrai ritirare i biglietti al botteghino).
Potrai inoltre godere di una degustazione, per due persone, della cucina siciliana presso il Ristorante "Lido Zabbara" di Selinunte spendibile fino al 15 ottobre 2022

Select
€500.00

Finanziatore di Cultura

Grazie per il sostegno, sarai nostro gradito ospite al Festival "Premio Pino Veneziano 2022". Ti offriamo due ingressi gratuiti per una delle tre serate (potrai ritirare i biglietti al botteghino)

Potrai godere di una degustazione, per due persone, della cucina siciliana presso il Ristorante "Lido Zabbara" di Selinunte

Ti ringrazieremo dal palco del Festival per il tuo prezioso sostegno. + manifesto

Select

Comments (2)

To comment you have to
  • DS
    Donatella Selinunte cunta, facciamola cantare!
    • avatar
      Fabio Se possibile, la maglietta colore grigio taglia M. Grazie

      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

      4. Istruzione di qualità

      Istruzione di qualità: garantire a tutti un'istruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità.

      13. Agire per il clima

      Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

      15. Vita sulla terra

      Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.