or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

OVERSHOOT by Fa.R.M.

A campaign of
Fa.R.M.

Contacts

OVERSHOOT by Fa.R.M.

Support this project
9%
  • Raised € 1,540.00
  • Target € 16,298.00
  • Sponsors 30
  • Expiring in 70 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Art & culture
  • Obiettivi
    12. Consumo e produzione responsabili
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Fa.R.M.

Contacts

The project

ENGLISH VERSION HERE

Dopo “Eisbolè, invasioni, strappi,visioni” Fiamma Negri e Giusi Salis raccontano come gli intrecci tra cibo, clima, finanza e sfruttamento cambiano la vita delle persone e del pianeta

Il crowdfunding per il nuovo progetto di spettacolo, formazione, incontri, storytelling

La surreale situazione in cui ci siamo trovati in questi mesi ha confermato quanto l’ambiente sia fragile,
quanto sia in grado di trasmettere segnali che noi dobbiamo leggere per AGIRE.
La pandemia non è un caso ed è strettamente legata al tema del nostro lavoro:
la sottrazione di spazio all’ambiente per impiantare nuove coltivazioni intensive,
rende sempre più frequente il contatto fra esseri umani e specie di animali ospiti di virus, che possono più facilmente compiere il salto di specie.
Durante la chiusura abbiamo studiato molto e trovato una nuova fonte di ispirazione: il mondo vegetale ci parla e può insegnarci molto.
Le piante hanno un’intelligenza che bisogna ascoltare e molto meglio di noi hanno capito il concetto di “rete” .
E alla “rete” torniamo a chiedere aiuto: il teatro, soprattutto quello indipendente, è ancora una volta, ancora di più, “un soggetto a rischio”.
Noi non ci arrendiamo e contiamo di debuttare la prossima primavera, ma senza di voi farcela sarà un’impresa impossibile.

I nostri nomi: Fiamma Negri e Giusi Salis . Insieme abbiamo fondato “Fa.R.M. Fabbrica dei Racconti e della Memoria” , una compagnia teatrale che fa anche scrittura e produzione, progettazione culturale e formazione. Intorno a noi un gruppo di professionisti e compagni di viaggio: videomaker, grafici, musicisti, tecnici, attori, registi che completano il nostro lavoro.

Ci siamo incontrate sul filo di una storia. E abbiamo capito che potevamo raccontarla insieme. Ci siamo incontrate nel 2011 e da allora questo facciamo: raccontiamo storie .

Quelle storie che quando le trovi non le puoi lasciare lì, perché ti appassionano e vuoi che in tanti le conoscano, perché le storie cambiano il mondo.

Come la storia di Rossella Casini , una ragazza di Firenze, una come tante che però scompare in Calabria all’inizio degli anni ottanta. Una storia che ci ha trascinato in un mondo di regole oscure, di giuramenti criminali, di donne di ghiaccio e donne senza scampo. La storia della 'ndrangheta.

Come la storia delle donne della Resistenza , una storia di lotta e di liberazione, non solo dal fascismo ma anche dai rapporti gerarchici nelle famiglie e nella società, da ruoli predefiniti e immutabili, moglie e madre, cucina e uncinetto: " Ci siamo liberate dall’acquaio" , raccontava Liliana Benvenuti, nome di battaglia Angela.

Come le storie di Eisbolè”, una carta geografica che parla e diventa teatro , che ci ha portato a casa di Kimpa, di Amanda, di Nur, della signora Maria, a raccontare le violenze di guerre e conflitti, a cercare non solo i perchè degli spostamenti di profughi, immigrati, poveri, ma anche i loro progetti, desideri, affetti, emozioni, diritti.

Come le storie del cibo che avvelena il pianeta , le storie che stiamo raccogliendo e che racconteremo in Overshoot.

Il cibo può toglierci l’aria, distruggere l’ ambiente , calpestare i diritti . Come una fabbrica qualsiasi.

La produzione intensiva di cibo sottrae la terra ad intere popolazioni, avvelena i fiumi e le falde acquifere, provoca l’emissione di enormi quantità di gas serra.

“Overshoot, il giorno in cui la terra finisce le risorse” è il primo di tre spin-off di “Eisbolè, invasioni, strappi, visioni” , e come Eisbolè potrà contare sull’esperienza, la conoscenza, la collaborazione degli straordinari giornalisti dell’ Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo .

Il cibo è il protagonista e lo osserveremo da un punto di vista sghembo e spiazzante, attraverso le vite delle persone, le loro emozioni, le loro fatiche, a volte con la lente dell’ironia.

Continueremo il viaggio e vi racconteremo delle storie, vi faremo ridere, emozionare, incazzare.

Lo faremo a teatro e ovunque troveremo un angolo in cui sedersi e raccontare.

E come fai a resistere e non raccontare una storia del genere? Una lattina che contiene cibo a strati, uno per ogni piatto del cenone. Ben nove portate! Il pudding di Natale, le carote grigliate, i cavoletti di Bruxelles, salsa Cramberry, frullato di pane, sugo, tacchino e patate, tortino natalizio,uova strapazzate e bacon.

E c’è pure la versione vegetariana e vegana. Irresistibile, vero?

Ma da qualche parte, nel mondo, qualcuno coltiva la soia ogm in enormi distese di terreno dopo aver cacciato gli abitanti, che i maiali per il bacon devono venire belli grassi, da qualche altra parte produrranno i cereali per il pudding inondando di pesticidi.

E poi c’è la plastica, l’alluminio, i conservanti, gli allevamenti intensivi, ma... non possiamo raccontarvi tutto ora.

Rubens At The Palace, uno degli hotel più prestigiosi di Londra. Una tazza di tè 180 euro, teiera intera 550 euro, ma tranquilli: vi serviranno anche pasticcini e piccoli sandwich, un po’ di dolce e un po’ di salato ad accompagnare la preziosa bevanda.

Ceylon Golden Tips, un tè molto raro prodotto con un metodo artigianale sulle montagne dello Sri Lanka, raccolto all’alba da selezionati professionisti, con piccole forbici d’oro.

Dopo il raccolto, le foglie, stese su un panno di velluto si fanno essiccare al sole, assumendo un’ inconfondibile sfumatura oro.

Finito il raccolto i selezionati professionisti tornano a casa, salutano moglie e figli e crollano, perchè per raccogliere il tè ti alzi prima dell’alba, stai 12 ore piegato in due, ti spacchi le mani fino a sanguinare.

Però, my darling, il Ceylon Golden Tips non ha eguali. Ne vuoi un’altra tazza? Pago io con la credit card.

Nel nostro sito c’è uno spazio dove alcuni amici hanno scritto perchè amano raccontare, ognuno col mezzo che conosce meglio: scrittura, teatro, immagini. Potete vederlo qui

#perchèracconto ospiterà le storie che ci vorrete suggerire: il tema assegnato è “Cibo e ambiente”. Come potete capire, la gestione delle storie comporterà un grande lavoro per noi: la pubblicazione sarà perciò una delle ricompense - insieme a tante altre…- che abbiamo pensato per chi può contribuire con 100 €.

Se vorrete comunque mandarci le vostre storie sul cibo ne saremo felici! Potete farlo qui: fabbricaraccontimemoria@gmail.com

Abbiamo dilatato i tempi e per completare il crowdfunding abbiamo ancora 90 giorni di tempo .

Cosa faremo :

  • Laboratori di formazione per le scuole
  • Uno spettacolo teatrale
  • Una versione storytelling che ha esigenze tecniche molto semplici, così possiamo raccontare ovunque.
  • Un racconto che può essere articolato in moduli da comporre diversamente a seconda dei temi che si preferisce focalizzare e che permette l’interazione con esperti esterni alla compagnia.

Quando abbiamo lanciato il crowdfunding abbiamo scritto: “per fare tutto questo, a un certo punto dovremo fermarci e non pensare ad altro”

Fermare ci siamo fermate, ma bastava anche un po’ meno. E la situazione era talmente disastrosa che la creatività un po’ ne ha risentito.
Perciò abbiamo continuato a studiare e rivisto i piani di lavoro: la pandemia ha cambiato anche noi.

Ora, grazie a chi ci ha già sostenuto, inizia la fase operativa. Abbiamo bisogno di altri sostenitori per portare a termine il lavoro.

Vi chiediamo sostegno perché il cambiamento ha bisogno di molte energie per essere avviato e raccontare è un modo per creare consapevolezza

Vi chiediamo sostegno perché il teatro indipendente non ha sostegno pubblico

Vi chiediamo sostegno perché con la pandemia il teatro indipendente rischia di sparire.

Eravamo partite con un budget ambizioso, ma sappiamo che il momento è difficile per tutti.
Abbiamo ridimensionato i costi tenendo conto del fatto che una parte del lavoro l'abbiamo comunque fatta “grazie” al lockdown.

A questo punto abbiamo bisogno di 16.298€  ovvero 14.000€ più le spese per le commissioni di Produzioni Dal Basso (5%) e PayPal (3,4% + 0,35€ su ogni transazione) e le spese per la produzione e l'invio dei premi (4%).

Ricerca materiali e incontri : abbiamo già cominciato e vi abbiamo anticipato qualche storia! Un piccolo contributo di un nostro partner ci ha sostenuto ma siamo di nuovo a zero: ci servono ancora 3.000 € FATTO!

Scrittura del testo: ci vuole calma e concentrazione, le idee sono tante ma la scrittura è un’altra cosa; scrivi, riscrivi, butti via, verifichi se funziona... e poi alla fine dici ok! Ci serviranno 5.000€ per poterci isolare dal mondo e pensare solo  alla scrittura. FATTO!

Prove: 20 giorni, 8.000 € tasse incluse

Allestimento (scene e costumi) e collaboratori : 6.000 €

Se supereremo il budget stabilito, il 50% dei fondi raccolti in più lo doneremo all’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo perchè per noi sono degli indispensabili compagni di strada e come noi lavorano anche grazie al sostegno di chi crede in loro. E noi ci crediamo.

Il restante 50% lo mettiamo nel salvadanaio per il prossimo progetto che racconterà i mezzi di trasporto che l’umanità usa per inseguire i propri sogni da un continente all’altro.


ENGLISH VERSION

After “Eisbolè, invasioni, strappi,visioni” Fiamma Negri and Giusi Salis tell how the intertwining of food, climate, finance and exploitation changes people’s lives and the planet

A crowdfunding for a new project: a play, formation, meetings, storytelling

The UNREAL situation we have passed through in the last months, has confirmed how fragile the environment is, how much it is able to convey signs that we must read in order to ACT.
It’s not by chance that the pandemic has spread all over so fast, and this changement is  closely connected to the theme of our work: stealing space from the environment to plant new intensive crops, makes the contact between humans and animals hosting viruses more and more frequent.  And that  can easily produce the spillover .
During the lockdown we studied and found a new source of inspiration: the world of plants .
Plants have an intelligence that needs to be listened to and have understood the concept of "network" better than us.
That’s why we go back to our “network” to ask for help: the theatre, the independent one in particular  is, once again, "a subject at risk".
We do not give up and we plan to debut next spring , we can  win this challenge thanks to the support of those who believe in us.


Our names: Fiamma Negri and Giusi Salis. We founded Fa.R.M.  a theatre company: we write, we produce performances, we teach. With us a team of professionals and fellow travelers: videomakers, graphic designers, musicians, technicians, actors, directors who complete our work.

We met while we were both chasing the same story. And we realized we could tell it together. We met in 2011 and since then that’s what we do: we tell stories.

The stories you can’t leave behind and you want so many people to know, because stories change the world.

Like the story of Rossella Casini, a girl from Florence, who disappeared in Calabria in the early eighties. A story that has dragged us into a world of dark rules, criminal oaths, ice women and women with no escape. A history of ‘ndrangheta. A history of mafia.

Like the story of the women of the Resistance in World War II, a history of struggle and liberation, not only from fascism but also from hierarchical relationships in families and society, from predefined and unchanging roles:  wife and mother and cooking.

Like the stories of “Eisbolè”, a speaking map becoming theater, which brought us to Kimpa’s, Amanda’s, Nur’s and Maria’s house;  which led us to tell the violence of wars and conflicts, to look for the reasons for the displacement of refugees, immigrants, poors, and also their projects, desires, affections, emotions, rights.

Like the stories of food poisoning the planet, the stories we’re collecting and that we will tell  in Overshoot .

Food can take away our air, destroy the environment and trample on rights.  Just like a factory.

Intensive food production robs the land of entire populations, poisons rivers and groundwater, causes the emission of huge quantities of greenhouse gases.

The day when earth's resources running out

“Overshoot, the day when earth's resources running out” is the first of three deepings of “Eisbolè, invasioni, strappi, visioni”; as we did for Eisbolè we can count on the experience, knowledge and collaboration of the extraordinary journalists of the “ Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo ”. L’Atlante is a periodical review that every year takes stock of ongoing conflicts and migrations.

Food is the subject and we will observe it from a twisted and bewildering point of view, through people’s lives, their emotions, their toils, sometimes with the lens of irony.

We’ll keep on travel and we’ll tell you stories, we’ll make you laugh, excite, angry.

We’ll do it on stage, and in every corner where we can sit and tell.

How can you resist to tell such a great story? A can containing layered food, one for each dinner plate. Nine courses: Christmas pudding, roast carrots and parsnips, Brussels sprouts, Cramberry sauce, bread sauce, gravy, turkey and potatoes, two mince pies, scrambled egg and bacon.

And  the vegetarian and vegan version too. Great!

But somewhere in the world, some people grow ogm soybeans in huge expanses of land after having driven residents away, because pigs must be pretty fat, and in the meanwhile, somewhere else, they will produce pudding cereal by flooding it with pesticides.

And then plastic, aluminium, preservatives, intensive farming, an  soon ...Well, we can’t tell you everything now.

Rubens At The Palace, a luxury hotel in London. 180 euros for a cup of tea , 550 euros for a whole teapot, but don’t worry: they will also serve cookies and delicious tiny sandwiches, to accompany the precious drink.

Ceylon Golden tips, a very rare tea produced by a traditional method in the Sri Lanka mountains, picked at dawn by selected professionals, with small golden scissors.

After the harvest, the leaves, lying on a velvet cloth, are dried in the sun, assuming an unmistakable gold shade.

After the harvest the selected professionals come back home,  say “Hallo” to wife and children and collapse, because to collect the precious tea you get up before dawn, you stay 12 hours folded in two, you break your hands until you bleed.

However, honey, Ceylon Golden Tips is the best you can taste. Do you want another cup? I pay with the credit card.

On our site #perchèracconto is an area where some friends have written why they like to tell; everyone has chosen among writing, theatre, images...

#perchèracconto is here https://fabbricaraccontimemoria.wordpress.com/percheracconto/

#perchèracconto will host the stories you want to suggest as the reward “Tell us THE story” for those who can support us with 100 euros : the chosen topic is “Food and Environment”.

We will be proud if you still want to send us your stories! You can do it here: fabbricaraccontimemoria@gmail.com

We have 60 days to reach our goal. It's a short time but we can make it with  your support. We have already started our research: meetings, books, interviews, study, study, study

What will we do:

  • workshops for students
  • a play
  • a storytelling version without sets, so we can go everywhere to tell stories
  • a story divided into thematic blocks to interact with experts from outside our theater company.


When we started this crowdfunding we wrote: “To realize the project and stage the play, we should stop and think only of that”

And we stopped indeed, maybe too much!  The situation was so difficult that even “being creative” was hard. So we kept on studying and we adjusted our work plan. Pandemic has changed us too.

Now, thanks to those who have already supported us, the operating stage begins and we need more supporters to get the job done.

We ask for your support because changement needs a lot of energy to be started and telling is a way to raise awareness;

We ask for your support because the independent theatre has no public support;

We ask for your support because of the pandemic, theater is in danger of disappearing.

We started with an ambitious budget,  but we know that this is a tough time for everyone, so we reduced costs: after all, we developed a part of our work "thanks" to the lockdown.

What we need now is 16.298 € , wich means 14.000€ plus commissions for the platform Produzioni Dal Basso (5%) and  PayPal (3,4% + 0,35€ on each transaction) and the costs of producing and sending rewards (4%).

Research on materials and meetings : We have already started writing and if you have come this far you have read some short passage of the stories. A small contribution from a partner supported us but we are back to zero: we still need 3,000 € DONE!

Writing the screenplay: we need calm and concentration, we have ideas and suggestions but writing is something else: write, write again, throw away, check if it works... and then at the end you say okay, that's it!
We’re gonna need $5,000 to isolate ourselves from the world and focus on writing. DONE!

Rehearsals: 20 days, 8.000 € including taxes

Set up: (scenes and costumes) and staff (musics, light design): 6.000 €

If we exceed the target ( 25.298€) , we will donate 50% of the funds raised in addition to the “Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo” because we share the same  journey and, like us, they work with the support of those who believe in them.

And we believe in them too.

Comments (12)

Per commentare devi fare
  • SJ
    Serena Brave Ragazze!!
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Grazie Serena! Ce la mettiamo tutta e sentire l'affetto e il sostegno degli amici ci da l'entusiasmo giusto!
      9 months ago
  • avatar
    Gianluca Giusi, meritate di andare lontano. Questo è un simbolo che racconta la mia amicizia sincera :* Gianluca Iovine
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Grazie Gianluca, di cuore. Ci abbracceremo presto, a inizio febbraio sarò da voi
      9 months ago
  • AV
    Alessandra Vi sostengo!
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Grazie! ogni vostro sostegno ci fa capire che siamo sulla strada giusta!
      9 months, 2 weeks ago
  • AM
    Antonio hasta la vicoria siempre
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Grazie, grazie! La nostra comunità cresce
      9 months, 2 weeks ago
  • sf
    simona Rinuncio alla ricompensa.
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Siamo commosse dalla tua generosità. Grazie di cuore.
      9 months, 3 weeks ago
  • AP
    Alessia Buon 2020!
    • avatar
      Fa.R.M. - Fabbrica dei Racconti e della Memoria Buon 2020 anche a te! E grazie di cuore per il sostegno!
      9 months, 3 weeks ago

Gallery

Community

Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

12. Consumo e produzione responsabili

Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.

13. Agire per il clima

Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

15. Vita sulla terra

Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

Vuoi sostenere questo progetto?