or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Non bruciamoci il futuro!

A campaign of
S.O.S.Ambiente - Piacenza capace di futuro

Contacts

A campaign of
S.O.S.Ambiente - Piacenza capace di futuro

Non bruciamoci il futuro!

Support this project
100%
  • Raised € 345.00
  • Sponsors 10
  • Expiring in 18 days to go
  • Type Donation  
  • Category Environment & pets
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    11. Città e comunità sostenibili
    13. Agire per il clima

A campaign of 
S.O.S.Ambiente - Piacenza capace di futuro

Contacts

The project

Non bruciamoci il futuro! Incenerire i rifiuti, oltre a contrastare la filosofia dell’economia circolare, danneggia la qualità dell’aria, dei suoli e la salute . Lo dicono esperti, scienziati e anche l’ISDE, cioè l’associazione internazionale dei medici per l’ambiente.

Per questo motivo un gruppo di cittadini di Piacenza ha creato, nel gennaio del 2019, il Comitato “SOS Ambiente – Piacenza capace di futuro” per dare una svolta alla gestione dei rifiuti e all’inaccettabile distruzione di risorse.

Il Comitato si è posto subito obiettivi concreti: organizzare momenti pubblici informativi e richiedere al Comune di Piacenza la possibilità di indire un REFERENDUM consultivo comunale per sondare l’opinione dei cittadini sul futuro del locale inceneritore.

Secondo il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, infatti, l’inceneritore di Piacenza, attivo da ormai 17 anni, a partire dalla fine del 2020 (scadenza già spostata dalla Regione) non avrebbe più dovuto incenerire rifiuti solidi urbani, anche in virtù dell’aumento della raccolta differenziata che a quella data avrebbe dovuto raggiungere il 73%. Ma, invece di chiudere definitivamente, ci sono altissime possibilità che l’inceneritore venga convertito in un impianto industriale per bruciare RIFIUTI SPECIALI provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Riteniamo che il referendum sia lo strumento più idoneo per consentire ai cittadini di esprimere la propria opinione su una scelta che riteniamo SBAGLIATA per la salute pubblica e per l’ambiente.

Noi siamo convinti che sia possibile, con opportuni provvedimenti, raggiungere il 100% di raccolta differenziata, riciclare il 100% dei rifiuti e fare a meno di inceneritori e discarich e e del loro carico inquinante sull’atmosfera e sul territorio: già molti comuni in Italia sono ad un passo da questo traguardo.

Purtroppo, dopo alterne vicende che hanno visto una proroga dei tempi da parte della Regione Emilia Romagna, il Comune ci ha negato la possibilità di indire il referendum , sostenendo che la questione non rientra tra quelle ammissibili a questo strumento di consultazione democratica.

A questa decisione ci siamo opposti con un’istanza di autotutela sostenuta dall’autorevole parere di un noto costituzionalista, e dato che non abbiamo ottenuto risposta, con un ricorso al Presidente della Repubblica , il cui iter è in corso.

Noi crediamo che i beni fondamentali - che abbiamo e che dobbiamo trasmettere ai nostri figli e alle generazioni che li seguiranno - siano l a salute, la tutela delle risorse e del clima del pianeta, e che per difendere questi beni sia indispensabile la partecipazione di tutti i cittadini, anche tramite gli strumenti di democrazia diretta che le norme in vigore ci mettono a disposizione, tra cui i referendum.

Purtroppo le battaglie per la democrazia COSTANO, in termini di tempo, energie e anche denaro. Finora il Comitato si è autofinanziato, ma le spese legali richiedono il contributo di tutti i cittadini.

Per questo vi chiediamo di contribuire , anche con piccoli ma per noi significativi importi: sarà nostro impegno rendicontarvi costantemente le spese sostenute, per un bene che non ha prezzo: la SALUTE.

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Community

    Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

    Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

    3. Salute e benessere

    Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

    11. Città e comunità sostenibili

    Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

    13. Agire per il clima

    Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

    Vuoi sostenere questo progetto?

    None