or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

NEUTOPIA Vol. V - Rinascimento!

A campaign of
Associazione Culturale Neutopia

Contacts

A campaign of
Associazione Culturale Neutopia

NEUTOPIA Vol. V
- Rinascimento!

NEUTOPIA Vol. V - Rinascimento!

Campaign ended
  • Raised € 390.00
  • Sponsors 20
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Books and publishing
  • Obiettivi
    4. Istruzione di qualità
    5. Uguaglianza di genere
    11. Città e comunità sostenibili

A campaign of 
Associazione Culturale Neutopia

Contacts

The project

È in arrivo il nuovo numero di NEUTOPIA - Rivista del Possibile : Rinascimento!

Preordina qui la tua copia: te la spediremo direttamente a casa!

Nel corso di questi anni, «Neutopia» è stata molte cose: blog di inediti on-line, rivista cartacea, incubatrice di eventi, festival e mostre. All’ultima edizione di Firenze RiVista abbiamo conosciuto molte realtà che ci hanno fatto capire ancora di più l’importanza e il significato del nostro gesto. Ci rendiamo perfettamente conto di avere tracciato una strada, un percorso che vogliamo continuare, e che presto vedrà l’uscita del nuovo numero della rivista, 𝑅𝑖𝑛𝑎𝑠𝑐𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜! Come abbiamo sottolineato nell’ultimo editoriale, la rinascita non è scontata: è frutto di un impegno comune, e questo impegno abbiamo deciso di rivolgerlo alla carta, semplicemente perché ci siamo resi conto che qualcosa sta cambiando nel nostro modo di leggere la realtà e nelle nostre democrazie e spesso ha a che fare con l’assenza di senso critico, di approfondimento, di tempo e di pensiero. Abbiamo deciso di fuggire dalla rete e di trasformarci in Rivista del Possibile . Perché c’è bisogno di respirare, di incontrarsi e di parlare, di leggere, performare e dibattere.

La redazione di Neutopia
Collage di Elisa C. G. Camurati

IN QUESTO NUMERO

5 RUBRICHE, 4 RACCONTI, 5 POESIE E SPOKEN WORD, 1 ARTICOLO DI CRITICA E 1 REPORTAGE

Editoriale: Rinascimento!
A cura di Davide Galipò
Collage di Luc Fierens

After After - Sezione Racconti

Gianni Milano , La morra cinese
Illustrazione di Sara Andrini

Davide Galipò , S. Q. U. E. C.
Illustrazione di Andrea Casciu

Carlo Martello , Sabbia
Collage di Giacomo Sandron

Chiara De Cillis , Esapodia

Illustrazione di Giulia La Porta

Poiein - Sezione Poesia

Alma Spina , Untitled
Illustrazione di Roberta Sirignano

Andrea Astolfi , Kireji
Fotografia dell'autore

Elena Cogato, Antinomie luminose
Illustrazione di Maria Nagni

Lorenzo Lombardo , Kobe
Collage di Franz Samsa

Odile - Spoken Word e Musica

Davide Bava & Tito Sherpa , Persi nella pagina
Tratto da Poesie per la Dora , grafica di Davide Bava

Noumeno - Recensioni & Critica

Intervista a Valerio Magrelli , Il poeta è un "logoleso"
A cura di Chiara De Cillis

Aleph - Reportage & Visioni

Francesco Terzago , Scultura iperfigurativa
Fotografie dell'autore

Divisioni di sezione: Amalia Fucarino

Progetto grafico: Giulia La Porta

Copertina: Olia Svetlanova

Illustrazione di Sara Andrini

R inascimento!

ANTEPRIMA DALL'EDITORIALE

Quante volte, nel corso della Storia, ci sono state proposte incredibili soluzioni alla decadenza del presente? Non si contano nemmeno più. Se consideriamo quanto è stato detto e scritto da professori, funzionari, giornalisti, creativi, operatori culturali, poi – ci si perde.

Sentiamo spesso ribadire – ora che il pericolo di una “svolta autoritaria” in Italia sembra essere, se non del tutto superato, quantomeno rimandato – la necessità di un “nuovo umanesimo” che rimetta al centro l’individuo e restituisca agli artisti, agli intellettuali, alle élite il ruolo che gli sarebbe “proprio”. Allora nei sogni dei redattori potrebbero balenare l’arte rinascimentale, le sculture del Buonarroti, le mirabolanti macchine di Leonardo, gli anatemi di Savonarola e gli scritti di Machiavelli; ma nella realtà di tutti i giorni, non si respirerebbe comunque la benché minima ripresa e tutti resterebbero in attesa di non si sa quale miracolo, prigionieri del fatalismo e della superstizione, e di «rinascita» neanche l’ombra.

Collage di Luc Fierens

L’uscita dai tempi bui della Storia comporta invece – se non l’immediata estinzione degli atteggiamenti citati finora – per lo meno una presa di coscienza da parte di una minoranza «illuminata» verso una direzione specifica.

Siamo, in questo senso, concordi con Goffredo Fofi, che nel suo recente saggio, L’oppio del popolo (Elèuthera, 2019), individua nella cultura e in molti suoi adepti il ruolo che un tempo sarebbe stato della religione: di assopire, come «giocondi lotofagi», la collettività nell’accettazione del mondo così com’è , in un riconoscimento rassicurante di quelli che sono i nostri valori essenziali e che determinano la nostra condizione di «privilegiati» rispetto alle «masse» – oggi per lo più alfabetizzate e perfettamente orientate verso il consumo di quelle «droghe» culturali, per nulla secondarie, che creano assuefazione e dipendenza. E se – riprendendo ancora l’intuizione fofiana – scrivere fosse un altro modo di «aiutare le masse a non pensare, a non guardare in faccia i problemi del presente, le sue disparità, i suoi orrori»? [1]

Da qui la nostra perplessità e la nostra distanza, per non diventare a nostra volta complici di questo appiattimento, di questa funzione di «tranquillizzatori sociali.»

Chiunque di noi sa che il Rinascimento è nato alle soglie del Cinquecento in seguito a importanti sconvolgimenti geografici e politici. Che l’incertezza di oggi possa essere il preludio a un nuovo Rinascimento non possiamo certo dirlo – ma possiamo ancora rivolgerci a un impegno collettivo, ragionato, non affidato a tanti piccoli «IO» allo sbaraglio, verso qualcosa d’altro – se non migliore, diverso – cercando di creare la base per possibili collaborazioni, confronti, proposte con realtà vecchie e nuove che – come noi – avvertono il disagio dell’ impasse culturale che stiamo vivendo e vogliono contribuire a costruire un orizzonte più vasto. Senza prescrivere un «metodo», ma indicando una direzione.


[1] G. Fofi, L’oppio del popolo, Elèuthera, p. 70

Con la tessera di Neutopia, 3 numeri arretrati della rivista a 25 € + spese di spedizione


In regalo ai tesserati la nostra fantastica spilla!

Associazione Culturale Neutopia
Corso Mediterraneo, 114
10129 – Torino
C. F. 97827030012
Partita Iva 11910340014

Comments (7)

Per commentare devi fare
  • ND
    Noemi Ciao, la rivista è strafiga. Appena arriva me l'appendo al muro (dopo che l'ho letta)
    • avatar
      Roberto Grazie per il vostro progetto!
      • avatar
        Roberta Bella idea, mi auguro che possiate completare il vostro progetto con successo e tanta soddisfazione.
        • avatar
          Associazione Culturale Neutopia Dear Ana, you have to wait just on 15th February, date of issue of the Magazine :) Thanks for your donation, best regards Neutopia - Rivista del Possibile
          • TA
            TEIXEIRA Very good Magazine. When can I expect the arrival of the revista Neutopia Vol V on my adress? I'm travelling back to Angola in 20 days. Thank you, Ana
            • LG
              Lia !
              • FL
                Fierens Grande Neutopia !!

                Gallery

                Community

                Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                4. Istruzione di qualità

                Istruzione di qualità: garantire a tutti un'istruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità.

                5. Uguaglianza di genere

                Parità di genere: raggiungere la parità di genere attraverso l'emancipazione delle donne e delle ragazze.

                11. Città e comunità sostenibili

                Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.