Finanziato

Mai più cani uccisi nei lager in Bosnia!

4.103.00
raccolti
142
sostenitori
Fine
Mai più cani uccisi nei lager in Bosnia!

L’emergenza dei cani uccisi

A Prijedor, in Bosnia Erzegovina, i cani del canile di Kurevo venivano soppressi ogni venerdì. Dal 2009 sono stati soppressi 5.400 cani, 800 nel 2015 fino a novembre, quando Enpa, nel corso di una missione, ha ottenuto l’impegno della Municipalità a non sopprimere più i cani. Da allora supportiamo i nostri partner, le straordinarie associazioni Prijedor Emergency e Sapa U Scru-Zampa nel Cuore, nelle adozioni e nel salvataggio degli animali. Abbiamo finanziato l’ampliamento del rifugio di Prijedor Emergency (nel quale vengono ospitati i cani salvati) e la ristrutturazione di Casa Drazenka, il rifugio di Banja Luka per cani e gatti gestito da Sapa U Scru-Zampa nel Cuore.

Ma serve di più: bisogna cambiare le cose, indicare la via. Il 13 maggio 2016, nel corso di un’altra missione, abbiamo notato che le cose cominciano a cambiare e abbiamo concordato un primo concreto piano di sterilizzazione per gli animali salvati.

     

 

Il progetto: una azione concreta

Abbiamo raggiunto un accordo con un veterinario privato di Prijedor, il quale sterilizzerà 100 cani, li vaccinerà e li iscriverà nell’Anagrafe Canina. Gli stessi cani saranno successivamente messi in adozione. È un progetto pilota, pensato per rispondere concretamente all’emergenza e per indicare alle istituzioni locali una buona pratica che può – e deve – essere seguita per risolvere il problema del randagismo.

Le cose cominciano a cambiare: bisogna continuare!

Oltre alle sterilizzazioni, è fondamentale una azione di sensibilizzazione. Azione che vogliamo garantire con la distribuzione di materiale di natura informativa ed educativa. Abbiamo pronta una piccola e agile pubblicazione con un racconto destinato ai giovani, da distribuire gratuitamente.

  

 

Donaci una sterilizzazione, donaci un vaccino

Per realizzare l'intero progetto abbiamo bisogno di 3.500 euro.

Con 30 euro possiamo fare una sterilizzazione, con 10 un vaccino. Con 5 euro puoi aiutarci a stampare e diffondere venti copie della nostra piccola pubblicazione. Ma ogni importo contribuisce a realizzare il progetto.

Solo così riusciremo a garantire una vita dignitosa ai cani già salvati, a evitare che i cani possano essere di nuovo barbaramente uccisi nei rifugi pubblici, a fare educazione affinché il maltrattamento e l’uccisione di animali vengano percepiti come azioni contrarie al senso di umanità.

  • rubini.lor
    7 mesi, 2 settimane fa
    Un piccolo contributo per un mondo migliore sotto tanti aspetti. Speriamo
  •    
    • anna_derosa
      7 mesi, 2 settimane fa
      spero che questi soldi siano davvero ben spesi per gli animali e non finiscano chissà dove
    •    
      • tselenscig
        7 mesi, 2 settimane fa
        Per fortuna c'è chi pensa ai poveri animali sfortunati ed innocenti!
      •    
        • luisadigristina
          7 mesi, 2 settimane fa
          IL COMMENTO DI PRIMA ERA INTESO PER LA SOPPRESSIONE DEI CANI, MENO MALE CHE C'E' ENPA
        •    
          • luisadigristina
            7 mesi, 2 settimane fa
            E' VERAMEENTE VERGOGNOSO!!!!!!!!!!!!!!
          •    
            • francescarighi
              7 mesi, 2 settimane fa
              Buon lavoro ai volontari, ai veterinari e a tutti coloro che stanno adoperandosi per aiutare i cani bosniaci
            •    
              • palini.paola
                7 mesi, 2 settimane fa
                fatto, continuate cosi!!!
              •    
                • luciagalli
                  7 mesi, 2 settimane fa
                  speriamo di farcela....il progetto lo merita !!!
                •    
                  • paolatintori
                    7 mesi, 3 settimane fa
                    C'è bisogno dell'aiuto di tutti per poter aiutare questi poveri animali
                  •    
                    • manu.tortini
                      7 mesi, 3 settimane fa
                      Grazie. Aiutate queste povere creature!!!!
                    •    

                      per commentare devi fare login

                      Newsletter