or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Network Banca Etica

Magnus Lucus

A campaign of
Associazione di Promozione Sociale ROCCIAVIVA

Contacts

A campaign of
Associazione di Promozione Sociale ROCCIAVIVA

Magnus Lucus

Support this project
28%
  • Raised € 2,812.00
  • Target € 10,000.00
  • Sponsors 16
  • Expiring in 120 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Associazione di Promozione Sociale ROCCIAVIVA

Contacts

The project

CONTESTO REGIONALE

La regione Basilicata è uno dei maggiori esempi di deforestazione in Europa, avendo perso circa 150.000 ettari di foreste nel corso dell'ultimo secolo. Lo sfruttamento agricolo intensivo ha causato problemi importanti come l'alto tasso di aridità (secondo l'indice SPI italiano, le parti meridionali e orientali della regione sono classificate come estremamente aride nella stagione estiva), la desertificazione e l'erosione del suolo con conseguente lisciviazione dei nutrienti e frane. Inoltre, i dati degli studi ufficiali regionali evidenziano la perdita di biodiversità e il depauperamento del suolo, causati da un elevato e crescente tasso di frammentazione territoriale dovuto alla conversione del territorio e all'espansione agricola.

Da un punto di vista sociale, ci sono diverse questioni che devono essere affrontate, come l'alto tasso di disoccupazione, la povertà, la frammentazione sociale, la virtualizzazione dell'economia e lo spopolamento rurale.

La visione di Rocciaviva è: 1) recuperare gli ecosistemi regionali e invertire la desertificazione dando priorità alla gestione dell'acqua, alla riforestazione con specie endemiche e al miglioramento dei suoli; 2) diffondere nuovi modelli agricoli rigenerativi; 3) rafforzare il contesto economico e sociale delle aree rurali e dare alle comunità locali la possibilità di migliorare i propri mezzi di sussistenza e di realizzare un cambiamento e un benessere dal basso e duraturo.

CHI SIAMO

Rocciaviva immagina un territorio in cui le comunità rurali sono interconnesse e fiorenti grazie alle risorse disponibili localmente; in cui gli individui hanno un forte senso di appartenenza e di scopo; in cui le conoscenze ancestrali sono valorizzate e convalidate dalle più recenti scoperte scientifiche; in cui le persone prosperano in sinergia con la natura e provvedono abbondantemente ai loro bisogni, rigenerando al contempo le risorse naturali e gli ecosistemi

I membri dell'équipe di Rocciaviva (tutti volontari) lavorano da anni sul territorio, comportandosi come una specie chiave in natura: tessendo connessioni e sostenendo una rete di persone con esperienze di vita numerose e diverse. Costruiamo un forte senso di comunità attraverso la partecipazione attiva e un approccio diretto, da pari a pari.

L'approccio comunitario di Rocciaviva è inclusivo. L'organizzazione lavora con diverse reti per aiutare le persone a riconnettersi con la natura, le loro radici e la terra. Lavoriamo principalmente con i proprietari terrieri, i produttori di cibo e gli agricoltori locali, ma coinvolgiamo anche categorie vulnerabili (detenuti, persone con disabilità, ecc.), bambini, famiglie, scuole, studenti, università, ecc.

Grazie al suo innovativo approccio comunitario e alla sua attenzione al ripristino dell'ecosistema e alle pratiche agricole e rigenerative, Rocciaviva è un progetto unico e pionieristico in Italia e rappresenta un caso di studio di successo per le istituzioni locali e nazionali. Il lavoro di Rocciaviva è stato apprezzato nel corso degli anni e citato in diverse riviste, giornali e media (vedi elenco sotto):

  • 'MEZZOGIORNO ITALIA' – Canale RAI, “I giovani sono in movimento” (Di Igor Uboldi)

CENTRO REGIONALE DI RICERCA E FORMAZIONE (MAGNUS LUCUS)

Nel 2023, Rocciaviva ha finalizzato l'acquisizione di un terreno in quest'area per costruire un centro di ricerca e creare un vivaio. Il piano prevede di sviluppare questo terreno come sito dimostrativo centrale per Rocciaviva, ospitare volontari e visitatori, organizzare corsi e formazione per educare e coinvolgere le autorità locali, le istituzioni, i proprietari terrieri e tutte le parti interessate.

La collaborazione esistente con forti organizzazioni internazionali come Ecosystem Restoration Communities, Plant for the Planet e con l’A.i.Me.F. prospetta uno sviluppo di questa zona e delle aree limítrofe esponenziale. Il nome di questo progetto ampliato è Magnus Lucus.

Il nuovo terreno si trova a Oppido Lucano

OBIETTIVI (piano di 10 anni)

  • Oltre 200.000 alberi piantati su almeno 200 ettari per arrestare la perdita di biodiversità, invertire la desertificazione e ristabilire il ciclo dell'acqua,
  • Oltre 40 ettari di siti agroforestali e di agricoltura rigenerativa pilota creati per ispirare il cambiamento su scala più ampia e sostenere gli agricoltori nella transizione verso l'agricoltura rigenerativa,
  • Sistemi di gestione dell'acqua e del suolo e di ritenzione idrica implementati su tutti i 200 ettari,
  • Miglioramento dei mezzi di sussistenza e delle opportunità di lavoro grazie alla diffusione di metodi di agricoltura rigenerativa di successo, all'educazione sulle opportunità dell'economia circolare e alla creazione di ritiri ecoturistici (il primo sarà a Oppido),
  • Rafforzamento della rete e degli scambi sociali attraverso la condivisione di conoscenze e competenze (2 corsi di ripristino degli ecosistemi all'anno, eventi multipli di giornate di piantumazione, almeno 30-50 volontari ospitati durante le stagioni di piantumazione)

BUDGET

In seguito all’acquisizione del terreno il grupo Rocciaviva si riunisce per decidere quali sono i prossimi investimenti da attuare con l’obbiettivo di poter ospitare gente e ampliare il lavoro che si sta portando avanti.

Ecco il prospetto che del Budget necessario per rendere il luogo un centro di ricerca e ospitalitá attivo.

Infrastrutture per accoglienza

Budget stimato (in  €)

Yurta

15.000

Pedana attività in legno

3.000

Attrezzi da lavoro

3.000

Tende

2.000

Ripristino casa di pietra

-

Pavimento

3.500

Intonaco

1.500

Tetto

5.000

Finestre e porte

2.000

Mobilio

2.000

Cucina esterna

2.000

Bagno

2.000

Attività di crescita associativa

-

Gestione acqua e laghi

10.000

Impianto vivaio

10.000

TOTAL

61.000

Comments (5)

Per commentare devi fare
  • SG
    Simon Bello projetto 👍👋🏼✌️👍👋🏼✌️
    • avatar
      Luigi Questi ragazzi ci credono davvero. Sosteniamoli con tutto ciò che possiamo!
      • AR
        Aleki A magnificent vision and project, run by gorgeous people. I've made my donation as a Christmas gift to my dear friend Kelly!! 💕 🌳
        • AD
          Antonella La volontà di portare la bilancia in equilibrio, magari tendesse in favore dell' ambiente che ci accoglie...può essere.... Un piccolo contributo X voi, X noi tutti...
          • EL
            Eleonora Eleonora ed Anna hanno già piantato alberi e semini nel terreno, sperano di poter tornare presto e mettere di nuovo le mani nella terra! Forza ragazzi, siamo con voi!

            Gallery

            Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

            Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

            13. Agire per il clima

            Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

            15. Vita sulla terra

            Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

            Vuoi sostenere questo progetto?