or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Lockdown #1, un album registrato dal vivo in studio, o meglio un concerto, visto che ci è difficile farne quest'anno...

A campaign of
daniele sepe

Contacts

A campaign of
daniele sepe

Lockdown #1, un album registrato dal vivo in studio, o meglio un concerto, visto che ci è difficile farne quest'anno...

Lockdown #1, un album registrato dal vivo in studio, o meglio un concerto, visto che ci è difficile farne quest'anno...

Support this project
100%
  • Raised € 2,486.00
  • Target € 2,000.00
  • Sponsors 130
  • Expiring in 34 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Music & concerts

A campaign of 
daniele sepe

Contacts

The project

Lockdown #1, un album registrato dal vivo in studio, o meglio un concerto, visto che ci è difficile farne quest'anno...

Care sirene, stimatissimi marinai,

che vi devo dire, un anno orribile, lo sappiamo. Per noi musicisti & affini una Caporetto, non solo per quello che riguarda la questione economica, ma sopratutto perchè ci è impedito suonare insieme. Pensate ad una squadra di calcio o di basket che non gioca insieme per un anno, una tragedia, io posso pure stare a casa a esercitarmi sullo strumento, ma è come fare palleggi in salotto, si gioca insieme (non è un caso che suonare in inglese si declina to play e in francese jouer...)

Bene, vista la situazione abbiamo deciso di prendere uno studio per un giorno e registrare in presa diretta un po' del repertorio che siamo usi fare ai concerti, e ne sono venuti due album, il primo di repertorio strumentale, il secondo di canzoni a cui siamo affezionati.

Lockdown #1 e Lockdown #2

Il primo sarà pubblicato a dicembre di quest'anno, esclusivamente sulle piattaforme digitali (Stampare e distribuire in queste condizioni è quasi impossibile ed economicamente improponibile per chi come me si autoproduce) il secondo sarà pubblicato nel 2021, ma come vedrete nelle proposte vi anticipiamo anche il secondo in esclusiva su questa campagna.

Con i files HD ti verrano consegnati anche i files Mp3, il lbretto in pdf e udite udite le partiture dei brani. Potete realizzare da soli il vostro Cd o il vostro vinile utilizzando i files HD, non usate gli Mp3 di qualità infinitamente più scadente.

Il libretto ha la sua importanza, e vi metto un piccolo assaggio per farvi capire quello che si perde chi ascolterà solo in streaming...

"L’apertura è affidata a Nino Rota, compositore che ho sempre amato, e di cui c’è traccia in molti brani composti per i miei primi albums, Malamusica, Play Standards and more, Uscita dei gladiatori. Louise, Skarpetta, No quiero mas e lo stesso tema di Maddalena ad esempio sono pieno degli artifici enarmonici che appassionavano Rota (e anche Prokofiev e Shostakovich, che sento molto vicini al gusto di Rota). La modulazione enarmonica è un “trucco” compositivo mediante il quale una melodia che sembra andare in una direzione armonica sfruttando qualche nota in comune con una tonalità lontana, improvvisamente cambia quadro tonale. Sai è un po’ come le trame di certi film o romanzi dove siete convinti che le cose prenderanno una piega e improvvisamente ti ritrovi da un altra parte. L’assassino non era il maggiordomo...Come nasce il tema di Amarcord? Devi sapere che molti registi amavano girare le loro scene con della musica suonata in diretta, a me è capitato ad esempio con Terry Gilliam, che ha voluto le musiche prima di girare. Fellini era uno di questi.Terry mi diceva che gli attori inconsapevolmente quando girano con la musica in sottofondo si danno il ritmo giusto. Ma poichè Rota era sempre molto impegnato Nino e Federico usavano un artificio: Fellini metteva sul grammofono dei dischi, e poi Rota costruiva delle musiche molto simili a quelle usate per girare.Prova ad esempio a fischiettare la musica de La dolce vita e poi fischiettate Mackie Messer di Brecht-Weill...sono talmente simili che Rota subì anche un processo per plagio, che poi vinse.O il tema di 8 e 1/2 e L’entrata dei gladiatori di Fucik. Stessa storia.Il celeberrimo tema di Amarcord è mutuato invece da una canzoncina degli anni ‘30, romantica e sdolcinata, che si chiamava abat jour. Ed è per questa ragione che io la cito brevemente prima di passare al tema principale del film. Ma la suite Felliniana si apre con La fogaraccia, una marcetta irriverente che Rota nell’orchestrazione originale affida ad una piccola e rumorosa banda. Chiude la suite Le manine di primavera, un brano eseguito originariamente dalla fisarmonica. Una semplice melodia piena di cromatismi, nebbiosa e popolare, che ben si apparenta alle atmosfere padane. Come dice Paolo Conte ne La fisarmonica di Stradella? “Cos’è la pianura padana dalle sei in avanti, una nebbia che sembra di essere in un bicchiere di acqua ed anice....”

Bene, Lockdown #1 è quello strumentale, e dentro ci trovate

Amarcord di Nino Rota, una suite dalle musiche per l'omonimo film che contiene La fogaraccia, Amarcord e Le manine di primavera

Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Ennio Morricone, dal film di Elio Petri con GIan Maria Volontè

La marcia di Esculapio di Piero Piccioni, da Il medico della mutua di Luigi Zampa con Alberto Sordi

Sakura un brano tradizionale giapponese che ho elaborato in occasione del cinaquantenario del gemellaggio tra le città di Napoli e Kagoshima, ed è la prima volta che affronto la musica nippo

St. Thomas , il celebre calypso di Sonny Rollins, come lo vediamo noi....

Lunita Tucumana di Atahualpa Yupanqui, un brano che dal vivo suono da sempre, e che non mi stancherò mai di cantare, e qui in un altra versione

Il personale è quello della sala macchine di Capitan Capitone, ovvero: Tommy De Paola al piano e ai sinth, Davide Costagliola al basso, Antonello Iannotta alle percussioni e Paolo Forlini alla batteria.

Per il secondo album, Lockdown #2 , si aggiunge a noi la voce di Emilia Zamuner, che non ha bisogno di presentazioni

Con lei reinterpretiamo una Tammurriata, Figliola ca stai 'ngopp''a sta luggetta, Nu poco 'e sentimento, Fresca Fresca (dal repertorio di RIa Rosa) e Bammenella 'e copp''e quartieri di Raffaele Viviani, Montilla e Yerakina.

Non stamperò fisico, ne cd ne vinile, troppo complicato in questa congiuntura, ma offro i files in alta definizione del master, 48000hz e profondità 24 bit, il meglio disponibile come fedeltà di riproduzione, l'originale, la matrice, con in più gli mp3, il libretto e la copertina in pdf, con le consuete accurate note a cui vi ho abituato, e anche gli score, le partiture dei brani, cosìse volete imparate anche a suonarvele da soli.

Niente t-shirt, cappellini e ceneriere...

Non è tempo di ammennicoli.

Bene, penso sia tutto...

Ah no, le splendide foto delle due copertine sono di Robbie McIntosh, a cui va la mia profonda gratitudine.

Speriamo di vederci da vicino al più presto, berci un bicchiere insieme e fare musica scambiandoci batteri.

Daniele

P.S. IMPORTANTE! Mettete la vostra mail, per spedirvi i fies non aspetterò la fine della campagna, quindi appena ricevuto il pagamento spedirò.
Chi prima arriva prima ascolta...

Comments (40)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Tullio Un abbraccio Tullio e Mimma
    • avatar
      Daniele Fatto. danielesoundmix@gmail.com
      • avatar
        Antonio antonioguerrazzi@gmail.com
        • avatar
          Antonio Ciao Capità, mia mail: antonioguerrazzi@gmail.com
          • GV
            Giuseppe Sempre presente quando suona il Maestro :-)
            • CM
              Carlo Fatto. Fremo....
              • ab
                andrea andreabaroni61@gmail.com
                • OC
                  Oscar Caro Maestro... ti seguo da anni..e per me è sempre un piacere sentire i tuoi concerti e partecipare alle tue "campagne"!!!
                  • avatar
                    Eugenio Beh, è un contributo modesto, spero che serva.
                    • avatar
                      valerio impara l'arte e mettila da parte che può servire pure in tempi bui. Lamentiamoci di meno e sosteniamo di più, quando e se ci sarà l'opportunità, vuttamm' 'e mane. L'unico Lockdown che ci piace è questo di Daniele Sepe

                      Gallery

                      Vuoi sostenere questo progetto?