oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

La Forneria di Yusuf (Oloto's Bakery)

Una campagna di
enea casali

Contatti

Una campagna di
enea casali

La Forneria di Yusuf (Oloto's Bakery)

La Forneria di Yusuf (Oloto's Bakery)

Sostieni questo progetto
100%
  • Raccolti € 26,00
  • Sostenitori 3
  • Scadenza 19 giorni rimanenti
  • Modalità Donazione semplice  
  • Categoria Startup & business

Una campagna di 
enea casali

Contatti

Il Progetto

proponente: casali enea

come ho conosciuto Yusuf

La forneria di Yusuf

foto di famiglia nel giorno della festa di Salah 2018 in Abeakuta Nigeria

Immagine di famiglia: moglie Fatima, figlio Aliamin e madre Oladepe di Yusuf

Immagine di famiglia: Yusuf, sua mamma Oladepe e suo figlio Aliamin

Luogo: golfo della Guinea e città di LagosTragitto Lagos - Ikodoru 26,5 Km 48 min
Tragitto Ikorodu-Abeakuta
Alluvione Luglio 2018 e distruzione della Forneria in Lagos
Cosa rimane: forno vecchio con danni da rivendere e furgone
Il pulmino e la casa in affitto a Ikorodu

link produzionidalbasso.com cerca "La forneria di Yusuf"

Yusuf Oloto Laval Fatai

Nato a Lagos nel sud della Nigeria nel 1981. Ha vissuto in Italia a Cremona e a Remedello (Bs) tra il 2003 e il 2013 (io l'ho conosciuto perché ha tinteggiato la mia ringhiera di casa e siamo rimasti in contatto).

Tornato nella città di Lagos ha conosciuto Fatima ed è nato nel 2014 il figlio Aliamin.

Ha aperto una forneria il giorno 11 Gennaio 2018.

Produceva pane in cassetta da affettare. Lavorava dalle ore 19:00 alle 01:00 e lo consegnava a domicilio trasportandolo con il pulmino dalle ore 8:00 alle 14:00.

Ultimamente riusciva a vendere una quantità giornaliera che oscillava tra i 300 e i 600 pani che, a seconda della dimensione grande o piccola, venivano venduti a prezzo medio di 460 Nira = 1 Euro.

Purtroppo il sud della Nigeria ha clima equatoriale e da marzo a novembre è stagione di piogge. Quest'anno sono state particolarmente forti in Luglio ed hanno causato alluvioni che hanno distrutto la casa e il forno di Yusuf.

Yusuf ha bisogno 780 € per riparare il forno e ricominciare l'attività in un'altra casa: attualmente è ospite presso amici.

Lancio, a nome suo, una raccolta fondi di 780 Euro.

Se ve la sentite donate anche solo 1 euro oppure condividete il link con i vostri amici che potrebbero essere interessati ad aiutare Yusuf.

PDB (Produzioni dal Basso è una piattaforma di "Raccolta Fondi"). Trattiene il 3% di quanto verrà donato.

Grazie

https://www.facebook.com/OlotosBakery

https://www.facebook.com/yusuf.oloto

Yusuf Oloto Laval Fatai
Born in Lagos in southern Nigeria in 1981.

He lived in Italy in Cremona and in Remedello (Bs) between 2003 and 2013.

Back in the city of Lagos he married Fatima and in 2014 he had a son Aliamin.

He opened a bakery on 11th January 2018.
He made bread in box to be sliced.

He worked from 19:00 to 01:00 and delivered it to his home transporting him with the bus from 8:00 to 14:00.

Lately he was able to sell a daily quantity that ranged between 300 and 600 loaves, which, depending on the size large or small, were sold at an average price of 460 Nira = 1 Euro.

Unfortunately, southern Nigeria has an equatorial climate and from March to November it is a rainy season. This year they were particularly strong in July and caused floods that destroyed Yusuf's house and oven.

Yusuf needs € 780 to repair the oven and restart the activity in another house: he is currently a guest with friends.

To help him launch, in his name, a fundraiser of 780 euros.

If you feel like you donate even 1 euro or share the link with your friends who might be interested in helping Yusuf.

PDB (Produzioni dal Basso is a "Funds Rising" platform). Holds 3% of what will be donated.

Thank you

Commenti (0)

Per commentare devi fare

    Community

    Vuoi sostenere questo progetto?