oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

L'abbraccio il film

Una campagna di
Paola Manno

Contatti

Una campagna di
Paola Manno

L'abbraccio
il film

L'abbraccio il film

Sostieni questo progetto
55%
  • Raccolti € 1.380,00
  • Obiettivo € 2.500,00
  • Sostenitori 4
  • Scadenza 104 giorni rimanenti
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Film & cortometraggi

Una campagna di 
Paola Manno

Contatti

Il Progetto

SINOSSI E’ il primo giorno di primavera. Bianca, 40 anni, varca il portone della scuola elementare, convocata dalla dirigente che le comunica che sua figlia Virginia, 7 anni, ha commesso un furto. La statuina della Madonna dei contadini, sottratta dal Museo della civiltà contadina di Calimera durante una gita d’istruzione, deve essere restituita il giorno seguente. Virginia, però, quella statuina non ce l’ha più, l’ha regalata a qualcuno che ne ha davvero, davvero bisogno… L’abbraccio è un film che racconta un pomeriggio trascorso alla ricerca di un oggetto miracoloso, legato all’urgenza di ristabilire la rispettabilità borghese di una donna e alla necessità più potente, più necessaria, quasi sovversiva nel gesto del furto, di una bambina che ha qualcosa da insegnarci

NOTE DI PRODUZIONE L’abbraccio è prodotto dalla casa di produzione Little Stone , Alice e le altre e l’associazione Kalimeriti Ambrò Pedìa . Il film, scritto da Paola Manno, autrice già selezionata al Premio Solinas e vincitrice del Nastro D’argento nel 2012, sarà montato da Sergio Recchia, selezionato al Torino Film Lab e vincitore del festival del Cinema Europeo e di numerosi premi internazionali e girato da Marco Saccomanno, operatore RTF, ente nazionale Belga. Ninfa Giannuzzi, cantautrice, da anni sui palchi di tutto il mondo nel ruolo di interprete raffinata di musica tradizionale, già membro dell’orchestra della Notte della Taranta, ne curerà la colonna sonora originale. Il film è patrocinato e sostenuto dal Comune di Calimera e si avvale della partecipazione dell’Istituto Scolastico Comprensivo.

UN FILM PARTECIPATO In un paese in cui salvare vite umane costituisce reato, girare un film come L’abbraccio ci sembra un atto necessario. E’ un film coraggioso perché rivendica dei diritti fondamentali, primo fra tutti quello alla felicità. Il volto della bambina protagonista diventa quello di un piccolo paese del sud che attraverso un atto di disobbedienza lancia un messaggio preciso “A volte un dono è l’inizio di una rivoluzione”. E’ un film coraggioso perché verrà girato esclusivamente con il sostegno di privati, sponsor, cittadini, persone e aziende che credono davvero in questa idea; si tratta infatti di un’esperienza collettiva estesa, in cui professionisti del settore e cittadini lavorano insieme per dimostrare che anche un altro cinema è possibile.Numerose piccole, medie e grandi realtà, ognuna secondo le proprie possibilità e i propri mezzi, sostengono la produzione del film, diventandone di fatto produttori attivi e riconosciuti. Stiamo lavorando grazie al sostegno di realtà associative e commerciali che mettono a disposizione i propri beni quali ad esempio spazi privati per le riprese del film, spazi per l’ospitalità e il vitto per la troupe, mezzi e servizi che ruotano attorno alle esigenze della produzione, e grazie a partner commerciali che stanno finanziando con quote di denaro. Il cinema è un mezzo potente e affascinante e ha la possibilità di andare lontano. Il progetto si apre dunque alla partecipazione di tutti per dare voce all’Italia di molti. Contribuire alla realizzazione del film è un modo per sostenere il cinema indipendente, libero, il cinema fatto da professionisti che mettono al primo posto l’impegno civile, il bisogno di raccontare verità amare senza, tuttavia, tralasciare la poesia delle piccole storie quotidiane.

A COSA SERVONO I FONDI Finora abbiamo raccolto i fondi necessari per l’affitto dell’attrezzatura e grazie al sostegno di numerosi professionisti saremo in grado di effettuare le riprese del cortometraggio nel mese di maggio 2019. Abbiamo bisogno di un ulteriore sostegno per poter lavorare sulla post-produzione e sulla distribuzione.

Commenti (2)

Per commentare devi fare
  • EM
    Elisa  In bocca al lupo sorella! Siamo orgogliosi di te 💪 Sei fortissima! Un piccolo contributo con la speranza che il film arrivi lontano... e chissa’ magari anche qui in Inghilterra 😉. Elisa, Gary e Harry.
    • avatar
      Fabiana  Questo è un piccolissimo gesto per dare supporto ad un progetto di una grandezza infinita! Forza Paola Manno! Un "abbraccio" <3

      Community

      Vuoi sostenere questo progetto?