oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Italo Kyogen Eva Project: la farsa giapponese ispirata a Neon Genesis Evangelion

Una campagna di
Italo Kyogen

Contatti

Una campagna di
Italo Kyogen

Italo Kyogen Eva Project: la farsa giapponese ispirata a Neon Genesis Evangelion

Italo Kyogen Eva Project: la farsa giapponese ispirata a Neon Genesis Evangelion

Campagna terminata
  • Raccolti € 529,00
  • Sostenitori 19
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Teatro & danza

Una campagna di 
Italo Kyogen

Contatti

Il Progetto

Dall’esperienza di Italo Kyogen, progetto teatrale in lingua italiana sulla farsa giapponese tradizionale, e dalla passione per Evangelion, una delle serie animate giapponesi più acclamate e influenti di tutti i tempi.

Un progetto di rappresentazione teatrale scritto, diretto e interpretato da Luca Moretti , responsabile dell' Italo Kyogen Project ed Eva-fan di lungo corso.

Un monologo ad atto unico che, attraverso la voce di un personaggio fondamentale della serie, ripercorre le vicende di Neon Genesis Evangelion debitamente filtrate dal tritacarne della farsa Kyōgen, che tutto deride, che tutto rende grottesco ma che tutto mette a nudo.

Budget

In due mesi ci prefiggiamo di realizzare:

- La stesura della bozza preliminare;

- La scrittura del copione e l'adattamento nel particolare linguaggio usato dall'Italo Kyogen; un'operazione delicata che deve rispettare molti parametri per far rivivere allo spettatore le emozioni del Kyogen originale. Per una panoramica più approfondita vi rimando al saggio “ Il progetto Italo Kyogen e il processo di definizione della sua lingua scenica come mezzo per un’esperienza immersiva nel teatro comico tradizionale giapponese ”;

- La scelta e la realizzazione di costumi di scena che rispettino il rigoroso stile kyogen;

- L'allestimento teatrale: lo studio dei movimenti di palco in puro stile kyogen;

- La preparazione teatrale: lo studio del testo e la preparazione dell'attore per recitare il monologo;

- La ripresa dello spettacolo: completamente in presa diretta per trasmettere il più possibile l'emozione del teatro;

- La pubblicazione del video: la postproduzione, il confezionamento del prodotto finale, completo di masterizzazione e titolazioni.

Abbiamo scelto di realizzare questo progetto attraverso la pubblicazione della ripresa video dell'esibizione perchè più immediata e di più facile fruizione. Il progetto non prevede esibizioni pubbliche ma tra le opzioni di ricompensa è possibile scegliere un'esibizione privata con o senza una lezione pratica, della durata di 2 ore, di introduzione alle tecniche kyōgen, dall'impostazione vocale alle tecniche di movimento.

La cifra che abbiamo fissato come obiettivo del progetto servirà a coprire i costi di produzione ma qualora si riesca a superare tale cifra ci impegneremo ad ampliare l’esperimento con altri video e messe in scena ispirate a Neon Genesis Evangelion.

Come sostenerci:

Sostenendo questo progetto, contribuirete alla realizzazione di un unicum nel panorama teatrale internazionale: vi basterà scegliere la ricompensa che preferite: diventate anche voi produttori del primo spettacolo comico tradizionale giapponese ispirato ad Evangelion, scegliete il vostro Eva e salite a bordo dell'Italo Kyogen Eva Project!

Cos'è il Kyōgen?

Il termine kyōgen è solitamente tradotto come ‘discorsi folli’, sottolineando l’importanza del dialogo nell’ambito della dinamica teatrale. Kyōgen indica una forma comica del teatro tradizionale giapponese che, da circa seicento anni, è stata tramandata per generazioni. Infatti, dal secondo dopoguerra, il kyōgen ha sviluppato una nuova consapevolezza della sua importanza ed unicità come genere di teatro classico e ha proseguito il suo percorso in maniera autonoma dal teatro Nō. Il kyōgen inscena comuni situazioni umane usando il linguaggio popolare, ma lo fa tramite movimenti e schemi vocali altamente complessi e stilizzati. I personaggi del kyōgen si muovono nel contesto del Giappone medioevale, ma il loro spirito è universale e atemporale, e per questo è in grado di trasmettere emozioni e sensazioni condivisibili da qualunque spettatore. [Da “L’impostazione della voce nella formazione dell’attore di kyōgen” – Luca Moretti, 2004]

Cosa è l'Italo Kyogen Project?

Italo Kyogen ( video trailer ) è un progetto teatrale che mira a creare un paradigma assolutamente nuovo nel panorama italiano, fondendo le strutture classiche della farsa giapponese con testi moderni in italiano creati ad hoc e successi moderni giapponesi in traduzione. L’idea alla base del progetto Italo Kyogen è di recitare Kyōgen in italiano e di andare oltre la riscoperta dei classici per mettere in atto l’universalità del Kyōgen, protagonista attivo della grammatica teatrale contemporanea.
Italo Kyogen mette in scena testi italiani contemporanei e adattamenti in italiano di successi giapponesi moderni, usando le tecniche e le strutture drammaturgiche dell’antica farsa giapponese, dagli schemi motori all’impostazione vocale. Il maestro Luca Moretti, ideatore del progetto, vanta un’esperienza decennale nel campo del Kyōgen moderno sia come studioso di questa arte sia come attore e responsabile della Roma Kyogen Ichiza, piccola compagnia di kyogen di Roma, recitando nei più prestigiosi teatri giapponesi, dal Teatro Nazionale di Nō di Tōkyō al Teatro Kongo di Kyōto. Suoi “Di Code e Canini” ( secondo video trailer ) e le traduzioni e gli adattamenti delle opere Kyōgen di Komatsu Sakyō, padre della fantascienza giapponese, e Kyōgoku Natsuhiko, maestro indiscusso del paranormal mystery.

L'ideatore del progetto:

Nipponista, attore, autore e compositore, Luca Moretti, da studente alla Facoltà di Studi Orientali dell’Università “Sapienza” di Roma, nel 2004 entra a far parte come membro fondatore della compagnia teatrale “Roma Kyogen Ichiza” diretta dal professor Masaru Sekine dell’Università Waseda di Tōkyō. Il grande successo porta la compagnia nei più prestigiosi teatri giapponesi tra cui il Teatro Nazionale di Nō di Tōkyō con l’opera “La vendetta dell’ubriacone” una pièce che per la prima volta fonde il kyōgen con la Commedia dell’arte. Nello stesso anno si laurea con la tesi “L’impostazione della voce nella formazione dell’attore di Kyōgen” (Relatrice: Prof.ssa Matilde Mastrangelo), puntando l’attenzione sulle tecniche recitative che da lì a poco avrebbe vissuto in prima persona.
Il 2005 vede la compagnia impegnata nella commedia “Pene d’amore”: il tour Giapponese si fa più vasto ed è proprio durante uno degli spettacoli che Luca entra nell’entourage del maestro Zenchiku Tadashige, iniziando un addestramento in puro stile kyōgen tradizionale.
Nel 2006 è insegnante del “Kyōgen workshop” all’istituto Giapponese di cultura di Roma affianco all’attore Zenchiku Tadaaki; nello stesso anno è allievo di kōdan, arte di declamazione tradizionale giapponese, sotto la guida del maestro Kanda Sanyō III.
Co-protagonista dell’opera “Itachi” ( estratto video ) del maestro Sekine, nel 2007 recita a fianco di maestri kyōgen del calibro di Zenchiku Jurō (tesoro nazionale vivente). Intanto in Italia fonda il gruppo musicale Misty Morning ricoprendo i ruoli di cantante, chitarrista e autore di testi e musiche. Nel 2008 entra nell’ensamble “Theatre Project Si” di Masaru Sekine portando in scena un riadattamento dell’Amleto ( estratto video ) che fonde kyōgen, lirica, musica folk e commedia dell’arte. Intanto l’etichetta indipendente inglese Doomanoid Records mette sotto contratto i Misty Morning, ristampando “Martian Pope”, il loro primo disco autoprodotto, che la band porterà successivamente in tour in Inghilterra e Irlanda.
Negli anni successivi è co-autore della colonna sonora di “Buddha Bentō”, produzione nippo-americana del regista Eric McEver, è protagonista di documentari della tv giapponese Nihon Terebi, incide il vinile “Saint Shroom” e l’album “GA.GA.R.IN.” per la casa discografica “Magick Science Records”, si occupa della traduzione e dell’adattamento lirico dell’opera giapponese “Lago di Montagna” e continua la sua ricerca nelle arti performative orientali.
Per Italo Kyogen Project ha preparato “Di Code e Canini” e le traduzioni e gli adattamenti delle opere Kyōgen di Komatsu Sakyō e Kyōgoku Natsuhiko. Per la rivista peer reviewed “Antropologia e Teatro – Rivista di studi” dell’Università di Bologna ha scritto il saggio: “ Il progetto Italo Kyogen e il processo di definizione della sua lingua scenica come mezzo per un’esperienza immersiva nel teatro comico tradizionale giapponese ” ed è recentemente apparso nel programma “Waratte Koraete!” della TV giapponese Nihon Terebi ( estratto video ). Attualmente si sta occupando anche di narrativa con la pubblicazione del romanzo a puntate “La Confraternita dell’Infinito” nella rivista letteraria “Onnigrafo Magazine”.
Tra musica, teatro e passione per il Giappone.

Di Code e Canini:

(Di Luca Moretti. Liberamente ispirato al racconto “Storia romantica di code e canini” di Massimo Soumaré. Con la supervisione di Massimo Soumaré. 30 min circa).
Per la prima volta un autore italiano contemporaneo ispira un kyōgen moderno. Questa pièce affronta lo scambio culturale tra Italia e Giappone e racconta la storia di un vampiro e una volpe, rispettivamente un essere sovrannaturale occidentale e uno giapponese, nella classica commedia degli errori. I due cadranno nei raggiri di un monaco guerriero, inconsapevole di avere a che fare con due mostri. Risate assicurate. ( video trailer ) ( secondo video trailer )

Rassegna Stampa:

Da “Il Manifesto”: Il kyogen a Bologna, ibridazione italo-nipponica - Matteo Boscarol,
12.05.2017
Maboroshi.
Le influenze, i prestiti e gli incroci fra la cultura pop italiana e quella giapponese sono oramai un dato di fatto e parte dell’attività e dello sviluppo artistico che contraddistingue la nostra contemporaneità. L’influenza di anime e manga sulla generazione nata dopo i settanta in Italia, ma anche il cinema di genere della nostra penisola, soprattutto spaghetti «macaroni» western e horror, su una fetta di popolazione nipponica, sono solo alcuni degli esempi più macroscopici. Esistono però alcune ibridazioni culturali più di nicchia e che non sono ancora molto conosciute dalla grande massa, spiccano ad esempio quelle relative al teatro.
Se il no ed il kabuki sono due forme di rappresentazione teatrale che godono di una certa popolarità anche oltre i confini dell’arcipelago giapponese, almeno ad un livello superficiale e di sentito dire, lo stesso non si può dire del kyogen. Trattasi di un tipo di teatro comico sviluppatosi di pari passo con il no, agli inizi serviva proprio per far distendere lo spettatore attraverso la risata fra un atto e l’altro, che nel corso dei secoli però si è reso da questi indipendente, mantenendo comunque con esso delle forti somiglianze formali. Infatti le situazioni, di solito vicende che si svolgono nel periodo medioevale del Sol Levante, anche se di tipo popolare e legate ai problemi di ogni giorno delle classi meno aristocratiche, sono solitamente rappresentate attraverso movimenti e scelte vocali molto stilizzate.
Una buonissima occasione per scoprire il kyogen e vedere come si possa ibridare con diverse forme di culture, in questo caso quella italiana, si avrà la sera del prossimo 27 maggio a Bologna al Piccolo Teatro del Baraccano. Nel corso della settima edizione del Festival NipPop, manifestazione che quest’anno sarà dedicata all’estetica del grottesco e del mostruoso nella cultura giapponese, il maestro Luca Moretti infatti porterà in scena L’Italo Kyogen dei Mostri, uno spettacolo composto da due pièce teatrali dove i protagonisti sono esseri sovrannaturali appartenenti sia alla tradizione giapponese che a quella occidentale.
Allievo di celebrati maestri giapponesi, Moretti metterà quindi in scena un kyogen moderno originale nipponico, Lo Fanciulletto del Tofu, da un racconto dello scrittore Natsuhiko Kyogoku, ed uno moderno originale italiano, Di Code e Canini, da un racconto dello scrittore torinese Massimo Soumaré. Mentre il primo segue le tragicomiche vicende di un bambino-mostro giapponese che però non riesce mai a spaventare nessuno, la seconda pièce mescola e fa incontrare il folclore nipponico con quello occidentale. Protagonisti di questo lavoro teatrale sono infatti un vampiro ed una volpe, animale magico secondo la mitologia dell’arcipelago, entrambi impegnati a districarsi dai raggiri di un monaco guerriero. Ma è a livello linguistico e di messa in scena che la sperimentazione e l’ibridazione fra le due culture ed i due contesti si spinge ancora più in là creando e sondando di fatto un nuovo spazio artistico, la lingua utilizzata per entrambe le rappresentazioni infatti sarà l’italiano. Un italiano mutato però in modo da poter riprodurre l’atmosfera linguistica classica del kyogen, atmosfera che sarà replicata anche grazie all’impiego di costumi, di movimenti e di strutture drammaturgiche provenienti dalla tradizione classica della farsa giapponese. Lo spettacolo sarà preceduto da una conferenza dello stesso Moretti in cui analizzerà gli esseri sovrannaturali presenti nel kyogen e come in essi si possano carpire dei riflessi della cultura pop del Sol Levante.
© 2017 IL NUOVO MANIFESTO SOCIETÀ COOP. EDITRICE

Neon Genesis Evangelion:

Serie cult dell'animazione giapponese che da oltre venti anni conquista nuovi fan e continua a far discutere di sé. All'apparenza una semplice storia di robot pilotati da ragazzi contro invasori alieni, mano a mano si addentra sempre più nell'animo dei personaggi, raggiungendo picchi di complessità dalle molteplici interpretazioni che continuano ad affascinare fan di tutto il mondo. La serie che ha riscritto i canoni dell'animazione giapponese e che è diventata un caposaldo della cultura pop giapponese.

Ricompense

Fai una donazione libera
Campagna terminata
Seleziona questa ricompensa
€5.00

Eva Series

Ringraziamento sui social - Grazie per essere salito a bordo e grazie per il supporto! Hai scelto l'Eva Series e riceverai un ringraziamento ufficiale su tutti i nostri social!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€12.00

Eva 05

Audio ringraziamento Eva Kyogen - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto il primo Eva di Mari e riceverai un audio messaggio di ringraziamento personalizzato in stile kyogen a tema Evangelion!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€25.00

Eva Mark.06

Video ringraziamento Kyogen - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto l'Eva di Kaworu e riceverai un video messaggio di ringraziamento personalizzato in stile kyogen!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€30.00

Eva 08

Video ringraziamento Eva Kyogen - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto il secondo Eva di Mari e riceverai un video messaggio di ringraziamento personalizzato in stile kyogen a tema Evangelion!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€60.00

Eva 00

Lezione online (voce 3h) + copione digitale - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto l'Eva di Rei e riceverai una lezione online (tramite programma di videomessaggistica quale Skype, Facebook, ecc.), della durata di 3 ore, dove imparerai l'uso della voce nel kyogen e dove potrai già ottenere dei risultati imparando una vera canzone kyogen o a scelta il monologo "Eva Kyogen"! Inoltre riceverai in esclusiva in formato digitale il copione dell'"Eva Kyogen" mai pubblicato in precedenza!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€100.00

Eva 02

Lezione dal vivo (escluse spese se fuori Roma) e copione stampato (consegna a mano) - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto l'Eva di Asuka e riceverai una lezione privata dal vivo dove vorrai (se fuori Roma le spese di viaggio e alloggio potrebbero non essere incluse), della durata di 4 ore, dove imparerai l'uso della voce e dei movimenti nel kyogen e dove potrai già ottenere dei risultati imparando una vera canzone e danza kyogen o a scelta il monologo "Eva Kyogen"! Inoltre ti verrà consegnata in esclusiva una copia del copione dell'"Eva Kyogen" mai pubblicato in precedenza!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€200.00

Eva 13

lezione dal vivo, monologo "Eva Kyogen"(escluse spese se fuori Roma) e copione stampato (consegna a mano) - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto l'Eva di Shinji e Kaworu e riceverai una lezione privata dal vivo dove vorrai (se fuori Roma le spese di viaggio e alloggio potrebbero non essere incluse), della durata di 4 ore, dove imparerai l'uso della voce e dei movimenti nel kyogen e dove potrai già ottenere dei risultati imparando una vera canzone e danza kyogen o a scelta il monologo "Eva Kyogen" (con la possibilità di indossare un vero kimono di scena), oltre ad assistere alla performance privata dal vivo dello spettacolo "Eva Kyogen"! Inoltre ti verrà consegnata in esclusiva una copia del copione dell'"Eva Kyogen" mai pubblicato in precedenza!

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€1.000.00

Eva 01

"Di Code e Canini" e monologo ovunque - Grazie per essere salito a bordo! Hai scelto l'Eva per eccellenza, l'Eva di Shinji e riceverai una performance privata dello spettacolo "Di Code e Canini" e del monologo "Eva Kyogen" senza ulteriori costi di viaggio e alloggio!

Scegli

Commenti (8)

Per commentare devi fare
  • AM
    Antonella  Dajeeeee 💪💪💪💪
    • avatar
      Italo  Uatá!🥊🥋😤👺🤼👘
      1 mese, 2 settimane fa
  • SM
    Stefano  Best of luck!
    • avatar
      Italo  Thank you so much for the support, Stefano! Your thoughtfulness encourages me to do my best!
      1 mese, 3 settimane fa
  • GB
    Gianfranco  Avete contattato la associazione Italia Giappone e alcuni testimonials italo-giapponesi?
    • avatar
      Italo  Siamo in contatto con varie associazioni che lavorano nel campo della cultura giapponese e speriamo che in futuro si riesca a concretizzare qualche progetto assieme. Per il discorso testimonials, sinceramente, non ci avevano pensato: ci attiviamo subito! Grazie infinite del consiglio e del sostegno, Gianfranco!
      1 mese, 4 settimane fa
  • MG
    Michele  Ho dato il mio sostegno: amo vedere che una tradizione così consolidata riesce ad assorbire la modernità senza snaturarsi!
    • avatar
      Italo  Grazie infinite del sostegno, Michele! Ce la metteremo tutta!
      1 mese, 4 settimane fa

Gallery

Community