oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Network di Banca Etica

Il Giardino di Scidà. Un bene confiscato alla mafia diventa casa memoria.

Una campagna di
I Siciliani Giovani

Contatti

Una campagna di
I Siciliani Giovani

Il Giardino di Scidà. Un bene confiscato alla mafia diventa casa memoria.

Campagna terminata
  • Raccolti € 10.495,00
  • Sostenitori 105
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Comunità & sociale

Una campagna di 
I Siciliani Giovani

Contatti

Il Progetto

Un bene confiscato alla mafia. Una casa con un bellissimo giardino nel centro della città di Catania, in via Randazzo 27. Una rete di associazioni che vuole trasformare quello che è stato un luogo di mafia in un giardino per il quartiere e in una “casa memoria” della lotta alla mafia .

L'abbiamo chiamato “Il Giardino di Scidà” . Gli abbiamo dato il nome di un giudice, storico presidente del Tribunale dei minori di Catania, che tanto ha fatto per combattere la mafia e per salvare intere generazioni dalla criminalità.

Catania ha pochissimi luoghi della memoria della lotta alla mafia. Per qualcuno a Catania la mafia non è mai esistita. Per questo vogliamo costruire, proprio in un bene confiscato alla mafia e affidatoci dal Comune, una “casa memoria” , dove raccontare attraverso documenti, oggetti, foto, video, racconti la storia del potere mafioso in città, ma soprattutto le tante storie di chi contro la mafia si è battuto. Come Giuseppe Fava , direttore de I Siciliani, assassinato il 5 gennaio 1984. Come Giambattista Scidà che ha speso la sua vita “per la giustizia, per Catania”. Una casa e un giardino aperti alle scuole, alle famiglie, al quartiere.

Per fare tutto questo abbiamo bisogno del vostro aiuto.

Bisogna ripulire il giardino, cambiare le finestre, sistemare l'impianto elettrico, fare arrivare l'acqua, imbiancare le pareti, sistemare il tetto. E poi comprare le attrezzature per la webradio, per l'archivio multimediale. Servono tavoli e sedie, e servono le risorse per iniziare le attività.

Il Giardino di Scidà sarà un luogo importante per la città di Catania e per la lotta alla mafia, grazie al vostro contributo.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GRAZIE A TUTTE E TUTTI NOI !!!

In appena quaranta giorni siamo riuscite e riusciti a raccogliere più di quindicimila euro per il Giardino di Scidà, bene confiscato alla mafia, andando oltre ogni aspettativa. A questa somma si aggiungeranno duemilacinquecento euro con cui Banca Etica finanzierà il progetto, selezionato attraverso il bando Impatto+ “Diamo forza ai beni comuni”.

In un bene confiscato alla mafia, appartenuto al feroce boss Nitto Santapaola, riusciremo a realizzare uno spazio di socialità per la città, un centro di documentazione antimafia, un luogo alla memoria di Pippo Fava e Giambattista Scidà, un laboratorio di giornalismo e partecipazione aperto alla comunità. Il Giardino di Scidà potrà diventare realtà.

Chi ha donato una piccola o una grande quantità di denaro, secondo le proprie possibilità, non ha deciso di fare beneficenza ma di diventare parte attiva di un processo di partecipazione e riappropriazione di uno spazio, materiale e ideale, utile alla lotta alla mafia e alla costruzione di una società più giusta.

Appena entrerete nel giardino, affissi alla parete, ci saranno tutti i nomi dei singoli e delle associazioni che hanno partecipato alla raccolta fondi, che hanno fatto girare le informazioni, che ci hanno dato una mano, che si sono spese perché tutto ciò potesse essere realizzato.

Un particolare ringraziamento lo rivolgiamo alla Società Italiana di Angiologia e Patologia Vascolare, la cui assemblea nazionale dei soci ha deciso di partecipare al progetto e di intitolare ad Elena Fava uno degli alberi presenti nel Giardino di Scidà, e alla società Geotrans, confiscata alla mafia, che ha voluto sostenere il progetto. Un atto di straordinario valore simbolico. Grazie a Claudio Fava, a Sergio Rossitto, al Rotary club Padova nord che hanno deciso di piantare degli alberi alla memoria e di contribuire generosamente alla realizzazione del centro di documentazione.

La mattina di domenica 21 gennaio, presso il Giardino di Scidà, in via Randazzo 27 a Catania, faremo una grande festa e presenteremo alla città, nel dettaglio, tutti gli interventi che saranno finanziati con una parte delle somme raccolte e decideremo insieme come far fronte alle tante cose da fare per iniziare le attività.

Il Giardino di Scidà è un luogo di tutte e tutti, ce ne prenderemo cura insieme.

Ci sarà bisogno di tanto impegno, della partecipazione di ognuna e ognuno di noi e siamo certi che nessuno si tirerà indietro. Lo straordinario successo della raccolta fondi non è che il primo passo.

Grazie mille a Toti, Alessandro, Alberto, Carmelo, Luigi, Santo, Paolo, Giorgio, Saro, Cettina, Ernesto, Matteo, Giuseppe, Maria, Jaladhi, Danilo, Nazareno, Gianina, Luisa, Deborah, Domenico, Marica, Alda Maria Grazia, Karin, Ettore, Concita, Roberta, Salvo, Claudio, Valentina, Giacomo, Teresa, Elena, Adriana, Giovanni, Cristina, Pierfrancesco, Stefano, Clara, Francesco, Concetta, Loredana, Santina Cassandra, Paola, Mercedes, Marion, Marco, Luigi, Oreste, Associazione Centro Koros, Santo, Asaec Antiestorsione Catania, Germano, Una, Nello, Guglielmo, Sergio, Luca, Stefano, Davide, Massimo, Anna, Umberto, Natascia, Giuseppe, Mariaelena, Maurizio, Francesca, Irina, Daniela, Toni, Riccardo, Claudio, Francesco, Rosaria, Fabrizio, Luciana, Piergiorgio, Sabrina, Eleonora, Monica, Marcello, Dario, Alfio, Flaminia, Emanuele, Luciano, Giorgio, Anna, Patrizia, Giuseppe Maria, Francesco, Cristiano, Rosario, Marco, Annalisa, Donata, Gabriele, Salvo, Saro, Tuccio, Valentina, Valerio.

Adesso viene il bello.

Ricompense

Fai una donazione libera
Campagna terminata
Seleziona questa ricompensa
€10.00

Regalo solidale.

Una donazione di 10 euro come regalo solidale. Ti consegneremo una cartolina molto bella, realizzata dalle bambine e dai bambini del quartiere di San Cristoforo a Catania. Sul retro la spiegazione del progetto e del gesto solidale compiuto.

Un regalo alternativo, davvero utile e carico di significato.

95 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€10.00

Grazie, grazie, grazie!

Su facebook, su Instagram, nel cartellone appeso all'ingresso del Giardino di Scidà! Ovunque potremo vi ringrazieremo per il vostro importante contributo!

Se ci manderai una foto la metteremo insieme a quella di tutte le altre e tutti gli altri donatori!

972 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€30.00

Un fiore. Un'ape.

Ci mettiamo un fiore.

Una zona del giardino sarà riservata ai fiori. Pianteremo fiori melliferi, utili alla
vita delle api e all'impollinazione. Le api, impollinatrici per eccellenza, sono recentemente oggetto
di interesse mondiale perché a grave rischio di estinzione: sono praticamente scomparse in varie
parti del mondo caratterizzate da estese monocolture trattate con pesticidi.

La moria delle api, causata dall'inquinamento, e le implicazioni che essa ha sull'ecosistema è metafora dei problemi sociali che nascono dall'egoismo dell'uomo nel rapporto con gli altri.

“Metterci un fiore” con una buona produzione di nettare e di polline è un piccolo gesto che migliora il mondo.

Una cosa bella per il giardino e per la natura.

Vi invieremo un biglietto di ringraziamento con la descrizione del gesto compiuto che potrete utilizzare anche come regalo a un amico: un simpatico, utile, originale regalo solidale!

185 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€50.00

Terra di Scidà. La terra confiscata alla mafia

Un piccolo, carinissimo barattolo di terra del nostro giardino verrà consegnato al donatore. Si tratterà di un po' di terra confiscata alla mafia, oggetto simbolico di come la giustizia può vincere sulla criminalità
organizzata. Terra liberata, finalmente pulita.

Vi invieremo anche una cartolina con la descrizione del progetto e del senso del vostro gesto.

Sarebbe anche un bel regalo da poter fare a un amico: un regalo solidale!

82 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€100.00

Le piante della memoria

Una piccola pianta, un alberello, concordati con voi per il significato che vorranno avere, saranno piantati nel Giardino di Scidà.

Una targhetta nel terreno riporterà il vostro nome e il vostro messaggio.

35 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€500.00

L'albero della memoria.

Un albero. Magari da frutto. Quelli della nostra terra. Alberi longevi e pieni di significato. Lo pianteremo a vostro nome nel giardino di Scidà. Ci giocheranno attorno i bambini, ascolterà il nostro impegno contro la mafia. E avrà un nome l'albero, quello che deciderete di dargli, e avrà affissa sotto la storia che vorrete raccontare. Il senso del vostro bellissimo e utile gesto.

Un albero che sarà l'immagine del giardino, per lunghissimo tempo.

0 rimanenti
Scegli

Commenti (14)

Per commentare devi fare
  • AR
    Alessandro  dai diamanti non nasce niente, dalla terra libera nascono i fior
    • CN
      Carmelo  Catania ha bisogno di luoghi di memoria
      • avatar
        Deborah  La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai. "Henry David Thoreau" Anche se lontani siamo con voi! Deborah & Fabrizio
        • GC
          Giovanni Italo  Grazie davvero!
          4 mesi, 1 settimana fa
      • avatar
        Teresa  Niente è più efficace nel contrasto alla mafia della testimonianza quotidiana e concreta, grazie per il lavoro che fate.
        • LP
          Luigi  Scidà è un po' come uno zio dei miei figli, lui ce ne ha consegnati due nelle mani e la fiducia ricevuta è una delle cose più belle che mi siano avvenute nella vita. Questo è un modo di ricordarlo che a lui farà un sacco di piacere
          • GA
            Giuseppe Maria  ANDREOZZI.FAVA - la famiglia di Giuseppe e Elena Fava sostiene questo progetto convinta che la mafia si può vincere solo con un processo educativo che passi anche per sani luoghi di memoria e aggregazione.
            • OT
              Oreste  Albero intitolato ad Elena Fava da parte del Rotary Club Padova Nord
              • avatar
                Associazione Centro Koros  L'associazione Centro Koros sostiene il progetto "Il giardino di Scidà". Vogliamo contribuire alla restituzione alla città di un bene confiscato alla mafia!
                • avatar
                  Nello  Un bellissimo progetto, al quale sono felice di dare il mio piccolo contributo.
                  • avatar
                    NATASCIA   al legalità è il primo dovere di ogni cittadino

                    Community