or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

IL GIARDINO CIRO PRINCIPESSA

A campaign of
Comitato di Quartiere Villa Certosa

Contacts

A campaign of
Comitato di Quartiere Villa Certosa

IL GIARDINO CIRO PRINCIPESSA

IL GIARDINO CIRO PRINCIPESSA

Campaign ended
  • Raised € 5,095.00
  • Sponsors 95
  • Expiring in Terminato
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    10. Ridurre le disuguaglianze
    11. Città e comunità sostenibili

A campaign of 
Comitato di Quartiere Villa Certosa

Contacts

The project

L'acquisto del Giardino Ciro Principessa: un diverso modo di possedere


Il primo progetto di acquisto dal basso di un terreno privato per ridare alla comunità il verde che manca, salvaguardare la socialità contrastando l’assenza delle istituzioni. 


Qual è il nostro progetto?

Dare alla piazza del piccolo quartiere romano "Villa Certosa", tra il Mandrione e Tor Pignattara, uno spazio di socialità dove potersi incontrare, scambiare opinioni e far nascere dal basso nuovi progetti culturali e laboratori, ostacolando così il processo di speculazione e gentrificazione in atto.


Vogliamo che il Giardino, dedicato all’amico e compagno Ciro Principessa, ucciso per mano fascista il 19 aprile 1979, sia un bene collettivo condiviso perché crediamo nella pratica e uso civico collettivo degli spazi urbani. 


Come lo possiamo realizzare?

Con l’acquisto di un terreno privato di 228 mq adiacente alla piazza, Largo dei Savorgnan, da donare al quartiere. Una piazza che da anni ha smesso di essere un luogo di aggregazione e confronto perché adibita al parcheggio selvaggio e al traffico automobilistico.

Durante la pandemia, questo piccolo pezzo di terra era diventato una discarica a cielo aperto. Come comitato abbiamo quindi deciso di chiedere alla proprietà la gestione in comodato d'uso gratuito per bonificarlo, metterlo in sicurezza e aprirlo al quartiere. Il giardino Ciro Principessa è subito diventato un luogo centrale per la comunità (leggi la storia sotto).

dicembre 2022 è scaduto il comodato d’uso e quindi per continuare il nostro progetto dobbiamo procedere all’acquisto del terreno, il cui costo stimato è di 25 mila euro.
Grazie a questa raccolta dal basso potremmo coprire una parte consistente del pagamento del terreno, che ci permetterà di portare avanti le attività per il quartiere. 

Il nostro progetto è uno dei primi esempi di acquisto dal basso di un terreno privato per strapparlo alla speculazione e renderlo un bene collettivo. Potrebbe costituire un precedente virtuoso per tante realtà che affrontano situazioni simili alla nostra.


Solo con il contributo di tuttз possiamo liberare spazi di socialità che rendano i nostri quartieri più inclusivi e solidali!


Chi siamo?

Siamo il comitato di quartiere di Villa Certosa. Attivi dal 2008, ci prendiamo cura del territorio in cui viviamo, organizzando attività in favore dell'inclusione sociale, della partecipazione popolare, della sostenibilità e dell'antifascismo.

Il nostro è un quartiere “ancora” a misura d’uomo, accogliente, fatto di case basse e piccole vie, ma, come in molte ex borgate, l’assenza delle istituzioni e la carenza di spazi collettivi minacciano la socialità e la vita di comunità, rendendolo fragile di fronte al fenomeno di gentrificazione in atto. Per questo crediamo sia fondamentale dare al quartiere uno spazio di aggregazione inclusivo che sia accessibile a tuttз.


Attivi dal 2008, ci prendiamo cura del territorio in cui viviamo, organizzando attività in favore dell'inclusione sociale, della partecipazione popolare, della sostenibilità e dell'antifascismo.


Visita il sito per maggiori informazioni sulla storia delle nostre attività.

Breve storia del Giardino Ciro Principessa

Lo spazio che vogliamo acquistare è di proprietà di privati. Rimasto sempre vuoto e chiuso, nel 2020 la proprietà ne ha dato l'uso a una ditta di costruzioni che lo ha ridotto, per quasi un anno, ad una discarica a cielo aperto di detriti edili pericolosi.

Stanchi di vedere la nostra piazza deturpata, come Comitato abbiamo deciso di chiedere in gestione il terreno (in forma temporanea), con l'obiettivo di creare un giardino e aprirlo alla comunità

Dal 2021 iniziano i lavori. Utilizzando il fondo cassa proveniente dalle nostre iniziative, in diversi mesi di duro lavoro abbiamo bonificato, eliminato i detriti e le strutture fatiscenti, fatto la pavimentazione, la copertura, piantato alberi e fiori, costruito gli arredi e finalmente aperto al quartiere il 4 e 5 giugno 2021.


Durante l’assemblea pubblica dell'inaugurazione sono emerse idee e proposte di chi vive lo spazio e il quartiere per renderlo un luogo accogliente ed espressione di tutte e tutti.


Da quelle idee sono state organizzate numerose iniziative (incontri, presentazioni di libri, cineforum e laboratori) e sono nati due spazi permanenti: "L’Angolo di Charlie", una biblioteca libera di fumetti per ragazzз e la "Ciclo Certosa", ciclofficina popolare per promuovere una mobilità sostenibile nel nostro quadrante accessibile a tuttз.

Come puoi sostenerci?

Se credi in questa idea aiutaci a realizzarla con una sottoscrizione libera, in base alle tue  possibilità. 

Vieni a trovarci, partecipa alle nostre iniziative e supportaci sulla nostra paginaAnche un piccolo sostegno ci aiuterà a raggiungere il traguardo!


Insieme possiamo sperimentare un diverso modo di possedere gli spazi collettivi delle nostre città.


Ti ricordiamo che le donazioni effettuate con sistemi tracciabili di pagamento sono detraibili in fase di dichiarazione dei redditi: per detrarre la donazione, è sufficiente conservare ricevuta del pagamento elettronico. 

Le erogazioni liberali fino alla cifra annuale di € 2.065,83 possono essere detratte dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche per un importo pari al 30% degli oneri sostenuti dal contribuente. Le erogazioni liberali effettuate tramite banche o uffici postali ovvero mediante altri sistemi tracciabili di pagamento sono regolarmente detraibili in dichiarazione dei redditi. 

Associazione Villa Certosa OdV C.F. 96497530582


Sostengono il progetto:

Ci sostengono anche:


Comments (20)

Per commentare devi fare
  • AD
    Alfredo Dajeeeeeeeeeeeeee
    • am
      anahi <3
      • CR
        Catia Grazie al Comitato della Certosa per quello che fa per tutte e tutti!
        • BR
          Barbara Un bellissimo progetto! Capace di coltivare il "principio speranza", quella necessaria e non ingenua spinta verso il futuro, espressa in modo magnifico dal filosofo Ernst Bloch. Grazie a Jonathan e alla sua voce appassionata!
          • avatar
            Franco Ottima iniziativa, restituire ai cittadini spazi comuni e spazi verdi è una cosa molto bella!!
            • lF
              luca quando un gruppo di persone si ritrova a sostenere idee..nasce una stella in un cielo ogni giorno più scuro
              • MD
                Matteo Contributo a nome di Ciclofisica - Ciclofficina Roberto Perciballi ;)
                • avatar
                  Maria Grandi!
                  • MC
                    Maria Daje forte !! riprendiamoci le piazze
                    • mN
                      mirko Bellissimo progetto. Andrea

                      Gallery

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      3. Salute e benessere

                      Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

                      10. Ridurre le disuguaglianze

                      Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

                      11. Città e comunità sostenibili

                      Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.