or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Il forno di Vincenzo - forno sociale di comunità

A campaign of
Il forno di Vincenzo

Contacts

A campaign of
Il forno di Vincenzo

Il forno di Vincenzo - forno sociale di comunità

Il forno di Vincenzo - forno sociale di comunità

Support this project
7%
  • Raised € 3,704.00
  • Target € 50,000.00
  • Sponsors 36
  • Expiring in 81 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    3. Salute e benessere
    10. Ridurre le disuguaglianze
    12. Consumo e produzione responsabili

A campaign of 
Il forno di Vincenzo

Contacts

The project

Il tempo del pane e della vita indipendente:
Il Forno di Vincenzo grazie al tuo contributo sarà una realtà.

«”Il forno di Vincenzo” – com’è stato detto – è una sperimentazione sociale che rimodula welfare e criteri assistenziali, sottolineando un nuovo modello di protagonismo attivo e autodeterminazione delle persone con disabilità»: e ora quel progetto nato a Eboli (Salerno), che ha per protagonista un giovane con disabilità intellettiva, ma che sa sfornare «un pane buono, sano, etico e ricco di significato», diventa una splendida realtà solida e strutturata, dopo che il Sindaco della città campana ha consegnato le chiavi dei locali messi a disposizione dal Comune per l’attività di panificazione.

«La costruzione del progetto di vita indipendente, per il miglioramento della qualità di vita, si fonda su due aspetti fondamentali: il lavoro e le relazioni sociali nell’àmbito della propria comunità, un lavoro che non sia solo profitto, ma sappia rispettare e valorizzare potenzialità e diversità e una comunità che sia esperienza e testimonianza quotidiana di condivisione di valori etici e solidali»: avevamo evidenziato così, nella primavera del 2017 , i presupposti su cui era nato l progetto La farina e il forno di Vincenzo , promosso dall’ Associazione Il forno di Vincenzo , nata a Caselle in Pittari con sede a Eboli (Salerno),

per dare continuità all’impegno di tanti sostenitori locali dell’iniziativa, quali il CSPDM (Centro Studi Pedagogia della Mediazione), a Cooperativa Sociale Stalker e il Ristorante VicoRua , insieme all’Agriturismo Residenza Rurale Incartata di Calvanico, all'Agriturismo Domus Otium di Atena Lucana la Cooperativa Sociale Terra di Resilienza di Morigerati  e altri ancora.



Protagonista del tutto un giovane, Vincenzo Bardascino , persona con sindrome X Fragile , la più frequente causa di disabilità intellettiva ereditaria, che, come avevamo sottolineato, «sforna un pane buono, sano, etico e ricco di significato».
« Il forno di Vincenzo – conferma oggi Vito Bardascino , padre di Vincenzo, ideatore e primo sostenitore del progetto – è una sperimentazione sociale che rimodula welfare e criteri assistenziali, sottolineando un nuovo modello di protagonismo attivo e di autodeterminazione delle persone con disabilità».

Ebbene, dopo quasi tre anni di vita itinerante, quel progetto si avvia ora a diventare una splendida realtà solida e strutturata , dopo che nei giorni scorsi Massimo Cariello , sindaco di Eboli, ha consegnato le chiavi dei locali comunali messi a disposizione dall’Amministrazione per l’attività di panificazione, durante una cerimonia presso la Biblioteca Comunale Simone Augelluzzi, nel cuore del centro storico della città salernitana.


Rendering progetto ristrutturazione e arredamento "il forno di Vincenzo"
a cura di Warehouse Project Studio di Urbanistica & Architettura


Un’iniziativa, questa, che coincide senz’altro con un momento di collaborazione ad alto livello tra l’Amministrazione Comunale e il mondo dell’associazionismo.
A questo punto, al termine dei necessari lavori di ristrutturazioni e dell’acquisto delle attrezzature, il forno diventerà operativo a tutti gli effetti,
comprendendo attività laboratoriali per la produzione di pane con farine di grani antichi del Monte Frumentario e lievito madre vivo,

coinvolgendo associazioni, volontari, oratori, comitati di quartieri e famiglie.

(www.scarpdetenis.it)

«Sosteniamo con convinzione questo progetto di sostenibilità, economia circolare e autosufficienza – ha dichiarato durante la cerimonia il sindaco Cariello – che costituisce una nuova tappa su un percorso nel campo delle politiche della disabilità, sostenuto con forza da Generoso Di Benedetto , disability manager del Comune di Eboli, una delle prime figure di questo tipo in tutto il Mezzogiorno d’Italia. L’Associazione Il forno di Vincenzo ha progettato, investito e creduto nell’iniziativa, mentre lo stesso Vincenzo, dal canto suo, è riuscito a creare una rete sociale di impresa unica , autentico modello per il futuro nel campo delle politiche sociali per il coinvolgimento di cui è stato capace».

« Storia, tradizione, comunità e disabilità si incontrano, nel forno sociale che ha ufficialmente inaugurato la propria attività nel centro storico di Eboli»: è quanto leggiamo sulle pagine dell’Agenzia « Redattore Sociale », che sintetizza mirabilmente il senso dell’intera iniziativa.
«La gestione – si legge ancora – è curata da Vincenzo Bardascino, 26 anni, la sindrome di X fragile e tanta passione per il grano, unita a competenza ed esperienza. Una passione che gli è stata trasmessa dai nonni e che Vincenzo ha approfondito, attraverso gli studi presso l’Istituto Alberghiero Ancel Keys di Castelnuovo Cilento. Intorno a questo sogno si è formata una vera e propria rete, che negli anni ha permesso a Vincenzo di prendere confidenza e dimestichezza con i grani antichi : c’è la Cooperativa Sociale Terra di Resilienza , che lo ha accompagnato in questo percorso di formazione lavorativa e verso l’autonomia;


(Antonio Pellegrino; Dario Marino; Claudia Mitidieri; Vincenzo Bardascino; Michele Sica; CiP C aselle i n P ittari)






C’è Carmelo Vignes , che ogni martedì mattina mette a disposizione di Vincenzo il suo ristorante VicoRua con forno a legna, permettendogli di fare pratica;



c’è Michele Sica , che il venerdì lo accoglie all’Agriturismo Residenza Rural e Incartata , offrendogli la possibilità di fare esperienza. “Il fatto di fare il pane insieme, tutte le settimane, da tre anni a questa parte una volta a settimana

– dichiara lo stesso Sica – ha rappresentato per noi un appuntamento settimanale. E questo passare del tempo insieme, il tempo del pane , ci ha insegnato e restituito la possibilità di stare insieme”. Ha preso così gradualmente piede l’idea che la passione di Vincenzo potesse diventare un lavoro ».





«E ora – conclude “ Redattore Sociale " -, dopo la nascita dell’Associazione Il forno di Vincenzo, riconosciuta anche da Slow Food,


(Anna Rizzo e Vincenzo Bardascino - SlowFood Terra Madre Salone del Gusto Torino 2018)


(Vincenzo Bardascino; Michele Sica; Antonio Pellegrino; Salvatore Ceccarelli;  - SlowFood Terra Madre Salone del Gusto Torino 2018)

e dopo tre anni di vita itinerante, il forno trova e diventa un luogo fisico , punto di riferimento stabile, in cui non soltanto Vincenzo darà gambe al suo sogno e coltiverà la propria passione, mettendo a disposizione della comunità  frutti del suo lavoro,


ma offrirà anche un luogo e un bene comunitario : tutti potranno infatti infornare il proprio pane, purché utilizzino le farine del Monte Frumentario, in un circolo virtuoso che vuole sostenere e mantenere in vita le piccole realtà depositarie di culture e tradizioni locali. A partire dal pane, buono e capace di fare bene».

(Stefano Borgato - www.superando.it )
( p.h Giulio Rivelli - Marius Mele - Nunzio Marciano - Monica Maspero - Francesca Bardascino)


Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

  • www.ilfornodivincenzo.it
  • info@ilfornodivincenzo.it
  • Tel. 3347919323;

Support this project

Rewards

Choose this reward
€10.00

1 panella

Donando 10,0 €, all'apertura del forno, potrai ritirare presso il forno di Vincenzo 1 panella.

il Forno di Vincenzo forno sociale di comunità
Via Antonio Giordano - Eboli Centro Antico

Select
Choose this reward
€20.00

3 panelle

Donando 20,0 €, all'apertura del forno, potrai ritirare presso il forno di Vincenzo, periodicamente a tua scelta, 3 panelle.

il Forno di Vincenzo forno sociale di comunità
Via Antonio Giordano - Eboli Centro Antico

Select
Choose this reward
€50.00

8 panelle

Donando 50,0 €, all'apertura del forno, potrai ritirare presso il forno di Vincenzo periodicamente a tua scelta 8 panelle.

il Forno di Vincenzo forno sociale di comunità
Via Antonio Giordano - Eboli Centro Antico

Select
Choose this reward
€100.00

Iscrizione al "laboratori del Pane" Partecipazione all'attività laboratoriale di panificazione; pranzo incluso.

Donando 100 € quando si avvieranno le attività del forno di Vincenzo potrai partecipare al "laboratori del Pane del forno di Vincenzo", pranzo incluso.

L’Associazione il forno di Vincenzo organizzerà nel centro storico di Eboli presso il forno Vincenzo i ‘Laboratori del pane.’ attività laboratoriale di panificazione con le farine del Monte Frumentario e lievito madre.

Select
Choose this reward
€250.00

Partecipazione alla prima infornata del forno di Vincenzo incluso cena da VicoRua o alla Residenza Rurale Incartata

La donazione permetterà di partecipare alla festa di inaugurazione della prima infornata del forno di Vincenzo, inclusa la cena da consumare a scelta presso VicoRua - Eboli Centro Antico o presso la Residenza Rurale Incartata - Calvanico

Select

Comments (11)

Per commentare devi fare
  • AG
    Anna ...
    • AB
      Antonio Siamo sempre con voi
      • et
        equa GRAZIE A VINCENZO PER AVER CONDIVISO CON NOI IL SUO SOGNO. BOTTEGA EQUAZIONE SALERNO
        • VA
          Vito Forza Vincenzo
          • AB
            Antonio Un PANE SPECIALE
            • PS
              PAOLO Grazie a Vito Elena e Vincenzo per il bellissimo esempio di progetto di vita indipendente. Un abbraccio circolare. Paolo e Raffaella.
              • ER
                Emilio Tanti auguri Vincenzo, ce la farai!!
                • sr
                  sergio In bocca al lupo, Vincenzo. Possa il tuo straordinario progetto essere un modello da replicare in altri innumerevoli contesti. Buon Viaggio!
                  • SA
                    Serenella Buona fortuna bravissimo panificatore <3
                    • avatar
                      Carmela In bocca al lupo, con tutta la mia stima e profonda condivisione!!!!!!!!

                      Gallery

                      Community

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      3. Salute e benessere

                      Buona salute: garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti a tutte le età.

                      10. Ridurre le disuguaglianze

                      Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

                      12. Consumo e produzione responsabili

                      Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.

                      Vuoi sostenere questo progetto?

                      None