or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Network Banca Etica

Il Bosco di Giulietta - verso il Parco della Biodiversità di Verona nella ex-cava Speziala

A campaign of
Comitato "un Parco per la Città" e associazione "la Fenice onlus"

Contacts

A campaign of
Comitato "un Parco per la Città" e associazione "la Fenice onlus"

Il Bosco di Giulietta - verso il Parco della Biodiversità di Verona nella ex-cava Speziala

Support this project
43%
  • Raised € 1,735.00
  • Target € 4,000.00
  • Sponsors 39
  • Expiring in 43 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Environment & pets
  • Obiettivi
    11. Città e comunità sostenibili
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Comitato "un Parco per la Città" e associazione "la Fenice onlus"

Contacts

The project

Attraverso la fiaba di Libeccio, Pioggia e Giulietta diffonderemo fra bambine e bambini di Verona e le loro famiglie il sogno di realizzare un Parco che valorizzerà il bosco spontaneo sorto in trent’anni nella ex cava Speziala e che svolge la sua funzione di contrasto del cambiamento climatico sul nostro territorio

Chi siamo

Siamo le donne e gli uomini, le associazioni e tanti soggetti che operano sul territorio che hanno dato vita al Comitato “Un Parco Per La Città”. Una di queste, La Fenice onlus, ha fornito il supporto tecnico per questa raccolta di fondi.

Abbiamo una storia lunga, ricca di impegni, di proposte e di soddisfazioni.
Negli anni ci siamo dati da fare per dare un futuro ad una ferita aperta da mezzo secolo nel centro del quartiere di San Massimo, alla periferia occidentale di Verona: una grande cava di ghiaia, che la proprietà vorrebbe trasformare in una grande e lucrosa discarica di materiali inerti. 

Descrizione del progetto

Il nostro sogno è la creazione di un luogo dove i giovani e le famiglie possano condividere forti e profonde esperienze educative a contatto con la biodiversità di un ambiente naturale che si sviluppa al centro del quartiere, e che risarcisca la popolazione dei disagi di tanti decenni: il progetto è su www.boscospeziala.it 

E allora abbiamo pensato di partire proprio dai bambini, proponendo una fiaba: la storia di due amici, Pioggia Libeccio, che nel loro girovagare scoprono una profonda ferita nel territorio  e decidono di ridarle vita. E di una bambina, Giulietta, che col suo sguardo attento scopre una realtà che sfugge agli adulti.


Porteremo questo libro nelle scuole dell’infanziae nel primo ciclo della scuola primaria, per fornire agli insegnanti uno strumento in più per aiutarli a riflettere con i loro alunni sul valore della protezione dell’ambiente. E vorremmo che bambine e bambini portassero a casa il libro per farselo rileggere dai genitori, aiutandoli a scoprire questo territorio.

Il testo de  “Il bosco di Giulietta” è di Marco Tomelleri, uno dei nostri appassionati soci, e i disegni sono di Enrico Capparelli. Per la composizione grafica abbiamo coinvolto l’Istituto Salesiano, scuola di eccellenza nel settore grafico, che ha affidato l’opera ai suoi eccezionali studenti. Il video di presentazione è stato curato da Michele Camparsi.

I costi di progettazione e illustrazione sono coperti dal Comitato, ma rimangono i costi vivi della stampa: solo nelle scuole del quartiere di San Massimo e di quelli confinanti ci sono quasi 1500 bambini fra i 3 e gli 8 anni, ma vorremmo uscire dai nostri confini stretti, dal momento che il Parco della Biodiversità, quando nascerà, sarà un fiore all’occhiello di tutta la città e tutti i cittadini, non solo quelli del territorio più vicino e che potranno raggiungerlo a piedi o in bicicletta, avranno la possibilità di goderne.

Conseguentemente ci diamo l’obiettivo di stampare e diffondere fino a 4 mila copie, per un costo vivo (carta, inchiostro ed energia elettrica) previsto in 4.000,00 € 


Chi ci aiuterà nella stampa avrà anche la possibilità di diffondere la fiaba di Pioggia e Libeccio fra i suoi conoscenti, uscendo dai canali scolastici e aiutandoci in modo decisivo.

La storia del BoscoSpeziala

Da 30 anni i cittadini si oppongono al devastante proposito di trasformare il bosco in discarica, che porterebbe camion, polveri, inquinamento, rumori per almeno un decennio ai cittadini che già hanno dovuto subire l’offesa di un ventennio di scavi.

Fino ad oggi siamo sempre riusciti a bloccare la devastazione del territorio, grazie anche al sostegno popolare e politico, trasversale, che abbiamo costruito intorno alle nostre proposte di salvaguardia e valorizzazione del bosco spontaneo. Eh, sì, perché nel frattempo la Natura non è stata con le mani in mano, e nella cavità è cresciuto il bosco più esteso di tutto il territorio comunale di Verona, area di fondamentale importanza sul piano ambientale.

Questa è la foto dall'alto scattata nel giugno 2018:

E il riempimento a raso avrebbe come immediata conseguenza il taglio del bosco di 17 ettari a prescindere dal materiale scaricato.

Il nostro sogno è la realizzazione del  Parco della Biodiversità di Veronanel Bosco Spontaneo della ex cava Speziala. Abbiamo presentato una proposta su cui abbiamo raccolto il consenso della cittadinanza, con oltre 6 mila firme alla nostra petizione e l'adesione di 27 associazioni cittadine al Comitato: tutti convinti che la valorizzazione del BoscoSpeziala rappresenti una opportunità, unica sul territorio veronese, di riqualificare un’area degradata trasformandola in un polo scientifico e di diffusione di cultura ecologica in grado di arricchire in modo originale e qualificato l’offerta di servizi alla cittadinanza. Grazie alla nostra iniziativa l'area della ex-cava è stata inserita fra il   "Verde Urbano" nel piano degli interventi del Comune di Verona, bloccando per ora i propositi di riempimento della proprietà, e l'Amministrazione Comunale si è espressa favorevolmente alla richiesta di esproprio ed acquisizione dell'area al patrimonio pubblico. Anche per questo i prossimi mesi saranno decisivi per il destino del BoscoSpeziala ed anche la diffusione capillare di questo libro potrà spingere nella giusta direzione.

Il Comitato ha raccolto l'adesione di numerose associazioni del nostro territorio (si possono vedere qui

La Fenice onlus, che opera nell'ambito educativo, si è proposto di collaborare nella formazione dei docenti delle scuole e degli educatori che saranno impegnati come guide nelle attività didattiche nel futuro Parco della Biodiversità.

Ognuno ci può aiutare nelle sue possibilità: 

  • 15 € -un piccolo passoma ogni grande cammino è fatto di piccoli passi

  • 25 € -grazie millee se ti fa piacere ti ringrazieremo anche sulla nostra pagina social

  • 50 € fantastico! Contattaci e ti faremo avere 2 copie del nostro libro, che potrai regalare ai tuoi amici più piccoli

  • 100 € -Grandioso! Contattaci e ti faremo avere 5 copie del nostro libro. E quando il nostro sogno diventerà realtà sarai fra i primi a visitare ilParco della Biodiversità.

Se poi vuoi diffondere il libro fra i tuoi amici scrivici una email a unparcoperlacitta@gmail.com e saremo lieti di farti avere un pacchetto.

La Fenice onlus invierà ai donatori la certificazione che, allegata alla dichiarazione dei redditi, consentirà di portare in detrazione fiscale quanto sarà donato per la stampa e diffusione di questo libro.

Comments (10)

Per commentare devi fare
  • MB
    Milena Rita Desidero ricevere 2 copie del libro, che donerò ai miei nipotini. Il mio indirizzo: Bertucco Milena Rita - via Brigata Aosta,20 -37139 Verona
    • avatar
      Sergio Piccolo aiuto per una grande causa
      • avatar
        Susanna Coraggio!
        • DC
          Dalila Bellissima inziativa, avanti tutta!
          • LB
            Luca Bella iniziativa... in bocca al lupo per la raccolta fondi
            • mf
              monica Il sogno è che questo grande parco naturale possa diventare pubblico.
              • avatar
                Angel for Innovation In bocca al lupo per questo importante e valido progetto!
                • avatar
                  Pieralfonso Sono già socio del Fondo Alto Borago. Dunque non potevo che mostrare interesse anche per questa iniziativa a favore della tutela della biodiversità. Mi piacerebbe servisse anche a coinvolgere le categorie più emarginate, cioè i carcerati e i disabili, nella speranza diventi anche un'esperienza sociale, oltre che educativa.
                  • SV
                    Sabrina Non c'è musica con un solo suono. Ci vogliono molti suoni per fare una melodia. I nostri alberi saranno una melodia naturale meravigliosa e potente.
                    • EB
                      ENZO Buona avventura al comitato! si comincia.

                      Gallery

                      Files are only available to project sponsors. To see donate!

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      11. Città e comunità sostenibili

                      Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

                      13. Agire per il clima

                      Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

                      15. Vita sulla terra

                      Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

                      Vuoi sostenere questo progetto?