or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

I luoghi di Modigliani tra Livorno e Parigi 1920-2020

A campaign of
Luca Dal Canto

Contacts

A campaign of
Luca Dal Canto

I luoghi di Modigliani tra Livorno e Parigi 
1920-2020

I luoghi di Modigliani tra Livorno e Parigi 1920-2020

Support this project
9%
  • Raised € 155.00
  • Target € 1,600.00
  • Sponsors 5
  • Expiring in 54 hours to go
  • Type Keep it all  
  • Category Photography & exhibitions

A campaign of 
Luca Dal Canto

Contacts

The project

Il progetto "I luoghi di Modigliani tra Livorno e Parigi" nasce nel 2014 per i 130 anni dalla nascita del grande artista ed è stato esposto con grande successo (oltre 8000 visitatori) a Livorno, Pisa, Torino, Roma e Strasburgo.

Per il 2020, centenario della morte di Amedeo Modigliani, insieme all'associazione Bredenkeik di Livorno e Momentum Galerie di Parigi stiamo organizzando una suggestiva esposizione nella capitale francese, dove Dedo morì il 24 gennaio 1920. Sarebbe la chiusura perfetta per un progetto nato a Livorno, proprio come Modigliani.

Per questo motivo stiamo ricercando il budget necessario per creare il nuovo allestimento e quindi coprire le spese minime per la stampa delle fotografie, i costi di trasporto e di comunicazione a tappeto dell'evento. Le fotografie e i pannelli esplicativi devono essere nuovamente stampati perché ormai rovinati dal tempo e, inoltre, il progetto 2020 prevede l'inserimento di nuovi luoghi, nuovi racconti e quindi nuovi scatti fotografici.

Ringraziamo in anticipo tutti quelli che ci aiuteranno in questo senso, ovvero coronare il completamento un lungo lavoro di ricerca e studio che ci ha portato a realizzare un ampio progetto foto-biografico che rende onore al pittore livornese e che disegna la personalità di un artista incredibilmente umano, cancellando maledizioni e leggende che lo hanno offeso per decenni.

---------

INTRODUZIONE

Amedeo Modigliani è uno dei più grandi artisti del Novecento. La sua vita, prima ancora della sua incredibile abilità pittorica, ha fatto il giro del mondo, affascinando intere generazioni. Nel suo cammino artistico “Dedo” ha vissuto in molte città, dove di volta in volta ha arricchito il proprio bagaglio culturale; ma nel suo cuore solo due di queste hanno veramente trovato, per ragioni diverse, uno spazio particolare: Livorno e Parigi .

La prima perché luogo di nascita, d’infanzia e adolescenza. Una città particolare (che mai ha seriamente onorato suo grande artista), atipica nel contesto italiano e, soprattutto, toscano. Una città di mare multietnica, colorata, verace e spiritosa, dove Amedeo ha effettuato i primi studi e, incompreso, ha iniziato a discutere di arte con gli amici del Caffè Bardi , storico ritrovo di pittori, scrittori e letterati oggi non più esistente. La seconda perché luogo della consacrazione (giunta tuttavia troppo tardi) e della scoperta di nuovi stili pittorici fondamentali per la sua maturazione artistica; una città magica, che suscita emozione solo nel sentirla nominare.

In queste due città Modigliani ha vissuto vari luoghi, lasciando ovunque, anche impercettibilmente, la sua magica personalità. Locali, bistrot, cafè, appartamenti, atelier, gallerie, antiche strade in cui ancora oggi riecheggiano i suoi brindisi “a Livorno”, le sue risate, le sue litigate, i suoi amori passionali, i suoi sogni.

IL PROGETTO

Questo progetto fotografico vuole ripercorrere i luoghi prediletti dall’artista in queste due città attraverso scatti che li immortalino così come sono oggi, nel terzo millennio, dopo un secolo di cambiamenti sociali, urbani, politici ed economici.

Alcuni “lieux” saranno rimasti come allora, ma molti sono diventati attrazioni turistiche, banche, negozi, uffici… Migliaia, milioni di persone ruotano quotidianamente intorno ad essi, ma chi, in realtà, conosce veramente l’importanza che hanno avuto nella breve vita di Modigliani e nella Storia dell’Arte?

Le fotografie (circa 50) hanno uno stile comune. Quello di raccontare - da visuali particolari e con una grande attenzione ai cromatismi delle due città - luoghi che apparentemente sembrano normali, ma che celano segreti e curiosità sconosciute a molti . Gli scatti sono accompagnati da racconti che illustrano il luogo raffigurato con relative curiosità storiche e personali sulla vita di Modigliani. Ogni location avrà quindi correlato un episodio realmente accaduto al grande artista, in modo da ricostruire la sua intera esistenza e la sua umanità.

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO

Il progetto ha un duplice scopo. Quello di (di)mostrare come un secolo di mutamenti sociali, economici ed urbani abbiano influito su luoghi un tempo ricchi di cultura e arte, e raccontare tramite episodi di vita quotidiana realmente accaduti la vita di Amedeo Modigliani , dalla nascita (1884) alla morte (1920); il tutto senza cadere nella leggenda del “maudit”, ma cercando di delineare le caratteristiche psicologiche e comportamentali di un artista – e prima di tutto un uomo - che ha fatto la storia dell’arte novecentesca. Dagli aneddoti raccolti si evince infatti un Modigliani geniale, malato, sfortunato, permaloso, perennemente deluso, ma incredibilmente nostalgico, romantico, dolce e perfino terrorizzato dal destino che la vita gli aveva purtroppo riservato.

Il progetto è corredato da un libro catalogo edito da Erasmo con le illustrazioni di Enrica Mannari.

IMMAGINI DI VECCHI ALLESTIMENTI

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Gallery

    Vuoi sostenere questo progetto?