or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Network Banca Etica

Giudizio Universale - Invertiamo il processo

A campaign of
Giudizio Universale

Contacts

A campaign of
Giudizio Universale

Giudizio Universale - Invertiamo il processo

Support this project
100%
  • Raised € 2,297.00
  • Sponsors 71
  • Expiring in 201 days to go
  • Type Donation  
  • Category Environment & pets
  • Obiettivi
    13. Agire per il clima
    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

A campaign of 
Giudizio Universale

Contacts

The project

ITALIANO | ENGLISH

Non c’è più tempo da perdere: Invertiamo il processo!

“GIUDIZIO UNIVERSALE – Invertiamo il processo” è una campagna di sensibilizzazione, informazione, attivazione sociale, e di pressione verso le istituzioni Italiane che vuole far conoscere e promuovere il primo caso legale per la giustizia climatica diretto allo Stato Italiano !

Attraverso la campagna vogliamo fornire strumenti informativi per rafforzare le coscienze e le azioni partecipative affinché tutte e tutti possano mettersi in gioco per la difesa del clima.

Perché il crowdfunding?

Diventando sostenitrice/ore attivo potrai contribuire in maniera concreta alla campagna GIUDIZIO UNIVERSALE e alle sue numerose attività.

Il tuo contributo ci permetterà di:

- Garantire un sostegno professionale da parte di esperti del settore giuridico e scientifico alla causa legale, sia nella sua fase preparatoria che nella fase istruttoria. Grazie al tuo contributo potremo retribuire avvocati, giuristi, ricercatori ed esperti delle scienze del clima che lavorano e lavoreranno al nostro fianco alla causa legale. I processi legali possono durare diversi anni e la campagna vuole accompagnare e sostenere questo processo in tutta la sua durata.

- Coprire le spese di organizzazione degli eventi pubblici e i viaggi dei campaigners e degli avvocati per promuovere GIUDIZIO UNIVERSALE in maniera capillare su tutto il territorio nazionale e raccogliere i mandati delle parti ricorrenti.

- Contribuire alle spese di comunicazione e diffusione della campagna per l'ampliamento dei sostenitori e degli attivisti per la giustizia climatica.

Cos'altro puoi fare per la campagna?

►  Chiedi anche tu allo Stato Italiano di attuare immediate e ambiziose misure per salvare il clima, firma  l' appello di GIUDIZIO        UNIVERSALE!

►  Diventa sostenitore dell’azione legale, riceverai una newsletter mensile con gli aggiornamenti riguardanti la campagna

►  Diventa attivista dell'azione legale e scopri come unirti alle prossime azioni, scrivici a info@giudiziouniversale.eu

Perché una causa legale?

Scioglimento dei ghiacciai, siccità, desertificazione, eventi climatici estremi, estinzione di interi ecosistemi sono solo alcuni dei fenomeni che già oggi si verificano su tutto il pianeta. Gli scienziati ne sono certi: se continuiamo così, entro la fine del secolo le temperature aumenteranno di oltre 4° C. Se le emissioni di gas serra non vengono drasticamente ridotte nei prossimi 11 anni, gli impatti nel prossimo futuro saranno irreversibili.

La grave minaccia rappresentata dagli stravolgimenti climatici sulla vita umana e la debolezza delle misure messe in atto a livello internazionale sta suscitando una crescente preoccupazione nella popolazione, dando impulso a una grande mobilitazione a livello globale . Il movimento per la giustizia climatica sta divenendo uno degli attori più rilevanti sulla scena internazionale, denunciando senza sosta l’inazione dei poteri pubblici per la salvaguardia del clima.

In questo scenario di insufficiente assunzione di responsabilità delle istituzioni, l'Italia non fa eccezione. Il nostro Paese ha obiettivi di riduzione delle emissioni scarsamente ambiziosi per compiere con le raccomandazioni espresse dalla comunità scientifica internazionale e centrare l'obiettivo di contenere il riscaldamento globale entro la soglia dei +1,5°.

Per spingere verso un deciso cambio di passo, l'unico in grado di invertire la rotta prima che sia troppo tardi, vi sono a oggi più di 1000 contenziosi climatici avviati dalla società civile in oltre 25 paesi contro stati, multinazionali o singoli progetti clima alteranti.

È giunto il momento di passare all’azione legale anche in Italia!

Chi siamo?

Siamo un gruppo di cittadini , associazioni, comitati locali, centri di ricerca e media indipendenti, convinti che, davanti al fenomeno dei cambiamenti climatici, ci resti molto poco tempo per salvarci e salvare il Pianeta. Crediamo che il nostro Stato non stia facendo abbastanza per tutelarci e abbiamo deciso, per questo, di citarlo in giudizio per chiedere una concreta, urgente e ambiziosa azione per il clima.

A Sud – Ecologia e Cooperazione ONLUS, Acli di Montagnana (PD), Associazione “Amici di Risparmio Virtuoso”, Associazione Atto Primo, Associazione Avionica Avellino, Associazione Bianca Guidetti Serra, Associazione Culturale Acrase Maria Lai – I Sardi a Roma, Associazione Follereau Italiana Dirittiamoci, Associazione Mira 2030, Associazione No Alla Centrale – Tezze di Arzignano (VI), Associazione Pisacane 0-11, Associazione Silvicultura Agrocultura Paesaggio, Associazione Terra Mia – Amici Notap, Associazione TERRA! Onlus, Associazione Tumulti, ATTAC Italia, Centro Documentazione Conflitti Ambientali – CDCA, CILLSA – Cittadini per il Lavoro, la Legalità, la Salute e l’ Ambiente (Arzignano – VI), Comitato Acqua Pubblica Bracciano – Comuni Roma Nord, Comitato dei Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, Comitato Ex Convitto Monachelle Pozzuoli (NA), Comitato No Grandi Navi, Comitato Opzione Zero, Comitato Vicentino No Ecomafie, Comune-info, Coordinamento Nazionale No Triv, Coordinamento Nazionale Tutela Fiumi – Free Rivers Italia, Ecomagazine, Fair, Fairwatch, Fondalicampania, Forum Ambientalista, Forum Beni Comuni, Legalità, Diritti del Ponente Savonese, Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, Gruppo Gas Prova di San Bonifacio (VR), ISDE International, ISDE Italia, Medicina Democratica Onlus, Movimento Mamme Notap, Movimento No TAP, Movimento No TAV, Navdanya International, No Metano Sardegna, Peacelink, Planet 2084, Rete di Cittadinanza e Comunità, Rete gas Vicentina, Rifiutiamoli, Sardigna Terra Bia, Stop Biocidio, Terra Nuova Edizioni, Unione Giovani Indipendenti – Colleferro, ViVerBio Gas Lonigo (VI), Zona 22.


ENGLISH

We are a group of citizens , social movements and independent media convinced that we need to act quickly to fight climate change. There is no time to lose to save ourselves and the planet as we know it!

We believe that the Italian Government is not doing enough to protect us and the climate, and that climate litigation is a powerful tool to accelerate ambitious action and restore our environment and communities.

We need to reverse the process!

The last judgment - why a legal action?

The catastrophic impacts of climate change and the urgency of slashing carbon emissions are being highlighted worldwide today by the global movement for climate justice. Hundreds of thousands of people, have taken to the streets in strikes and other actions to demand governments act against climate breakdown.

Italy is no exception. Our emissions-reduction targets fall far short of what is needed to keep global warming under 1.5°C compared to preindustrial levels.

We need a rapid change of pace to reverse the process over the next 11 years, otherwise we risk triggering tipping points and extreme  impacts of a changing climate, such as floods, heat waves and drought. As the Intergovernmental Panel on Climate Change has highlighted, the poor and most marginalized will be impacted the most, but we all will suffer from the social, health and environmental consequences. In Italy, climate change is expected to create exceptional warming temperatures (especially during summer), increased frequency and severity of extreme meteorological events (heat waves, drought, heavy precipitation) and water scarcity.

This is why people around the world are taking their governments to court to force action on climate change, including in the Netherlands, USA, Belgium, France, Germany and New Zealand. In 2015, in the Netherlands, almost a thousand of people together with the Urgenda Foundation achieved the first victory in a climate case against a State. The court recognised that the Dutch State must significantly reduce its emissions to protect the rights of ordinary people.

It’s time to do the same in Italy!

Campaign Objectives

The Last Judgement is a campaign promoted by movements, organizations and hundreds of individuals, to prepare our society for a groundbreaking trial to condemn the Italian State for violating the human right to climate.

Through the campaign we want to spread the news, raise awareness and encourage participation and civil action to defend the climate.

Why crowdfunding?

Crowdfunding is a powerful tool for supporting grassroots initiatives like The Last Judgment. It will enable us to develop the strongest arguments possible, both during the preparation and implementation phases of the litigation. Thanks to your contribution, we will be able to support lawyers, researchers and other climate and law experts to work on the case.

Legal cases can last many years, although the impact can be felt immediately. The campaign will support this process during its whole duration.

The crowdfunding will help us to cover the expenses of legal and campaign teams as they share the case across Italy and build support for climate action.

By contributing to our crowdfunding, you can help us to build a historic case and movement for climate action in Italy!

You are the clean energy that helps us go forward!

Contacts: press@giudiziouniversale.eu

Visit our webpage in english

Comments (13)

Per commentare devi fare
  • avatar
    antonella  Invertiamo il processo ora o mai più, diamoci da fare tutti quanti ! E' la nostra ultima possibilità
    • avatar
      VERSILIO   «Siamo la prima generazione a respirare un'aria differente da tutte quelle precedenti». (Dr. Roberto Topino)
      • SM
        Samuela  Non abbiamo un'altra terra in cui vivere, diamoci da fare!
        • avatar
          Mara  Ognuno di noi è responsabile e il nostro compito è quello di proteggere, denunciare, rifiutare il silenzio ed essere presenti. Salvare il pianeta non è una causa persa, è un atto dovuto.
          • avatar
            Ivo  Siamo indignati dalla mancanza di sensibilità dei nostri governanti!
            • AC
              Alberto  Continuate cosi!
              • avatar
                Salento Km0 APS  Tutto il supporto possibile a questa campagna. Arriviamo fino in fondo!
                • avatar
                  Associazione "Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali - CDCA Abruzzo"  Non stiamo difendendo l'ambiente, siamo l'ambiente stesso che si sta difendendo!
                  • avatar
                    Pasquale  C'è poco da commentare, baciarsi i gomiti che alla fine, qualcuno competente ci abbia pensato. Un solo suggerimento, se poco poco la cosa si insinua nelle menti e si allarga, stare attenti perchè la politica, banda di irresponsabili, cercherà di insinuarsi essa nel movimento cittadino per governarlo ai suoi fini. Dunque tenere lontani attivisti invisibili di qualsiasi partito. Studiare il metodo trappola, per esempio chiedere il numero di tessera di iscrizione e di seguito negare l'accesso al bussante. Il movimento deve restare duro e puro o finisce per appoggiare questo o quello alle prossime elezioni. In Italia è dificile ché siamo un paese di condomini in assemblea condominiale permanente. Questo credo sia un pericolo. Pasquale prof. D'Ascola
                    • avatar
                      Simone  Finalmente qualcosa di concreto! Non c'è veramente più tempo, e azioni come queste possono veramente fare la differenza. Partecipo più che volentieri! :)

                      Gallery

                      Community

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      13. Agire per il clima

                      Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

                      16. Pace, giustizia e istituzioni forti

                      Pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile.

                      Vuoi sostenere questo progetto?