oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Giralog la turbina che installata sugli acquedotti in pressione permette di generare un efficientamento e reddito carbon free

Una campagna di
Next Energy BRIDI

Contatti

Una campagna di
Next Energy BRIDI

Giralog la turbina che installata sugli acquedotti in pressione permette di generare un efficientamento e reddito carbon free

Campagna terminata
  • Raccolti € 21,00
  • Sostenitori 3
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Donazione semplice  
  • Categoria Ambiente & animali

Una campagna di 
Next Energy BRIDI

Contatti

Il Progetto

Next Energy S.r.l. opera nel campo delle energie rinnovabili con la produzione e la commercializzazione della picoturbina Giralog.

Il principio di funzionamento di Giralog è lo sfruttamento delle risorse idriche territoriali e precisamente l’acqua delle condotte idriche tramite un sistema tecnologico integrato: questa infatti dai bacini montani e pedemontani, scende a valle e viene canalizzata in pressione in una tubatura (la tubatura afferente) per sboccare nelle vasche di decantazione degli acquedotti. Dal movimento dell’acqua si genera energia cinetica , che innesca il moto della turbina all’interno di Giralog. Da questo movimento viene prodotta energia elettrica, che speciali inverter trasformano per la vendita dell’elettricità in rete o per essere utilizzata ad alimentazione di varie apparecchiature direttamente sul posto.

L’acqua, dopo il passaggio nella turbina, raggiunge la rete di distribuzione per servire le utenze collegate e non si pratica alcun ulteriore prelievo dai corsi d’acqua . L’impatto della nostra tecnologia è minimo, poiché la pressione nelle tubature può essere ridotta anche di solo 1 bar; l’installazione di Giralog è inoltre ad impatto zero : non necessita di concessioni edilizie, non è visibile, non emette rumori disturbanti .

Amministrazioni comunali, complessi abitativi privati, consorzi irrigui, aziende agricole, etc.: chiunque abbia a disposizione una rete idrica è un potenziale cliente di Next Energy: produciamo infatti macchine in tre taglie, dalla più piccola per condotte di 2”, alla media di 4” fino alla maggiore per condotte di diametro 8”.

Consolidati gli studi, sviluppato ed efficientato il prototipo, l’azienda nasce a fine 2012; nel primo anno di attività è stato creato ed ampliato un portafoglio di contatti/potenziali clienti, a cui il prodotto è stato presentato e adattato in alcune specifiche per fornire ad ognuno una turbina perfettamente confacente alle esigenze della commessa in oggetto. A misura delle prestazioni aziendali in termini di risultati sociali, l’azienda ha acquisito sempre maggiore fiducia da parte delle pubbliche amministrazioni e di utenti privati, nonché di fornitori e collaboratori.Attualmente nell’analisi del settore di mercato in cui opera Next Energy, non sono stati individuati competitors . Varie sono le aziende che operano nel settore delle energie rinnovabili nell’area dell’idroelettrico, ma la soluzione proposta da noi è unica nel suo genere ed è tutelata da brevetto europeo.L’obiettivo di medio termine dell’azienda è di procedere all’installazione di Giralog nell’area regionale di nostra competenza , il Trentino-Alto Adige: la prima installazione di Giralog nel Comune di Vattaro è valsa come sorta di “progetto pilota” per mostrare sul campo a tutti gli altri potenziali clienti la turbina in azione, dimostrandone così anche la facilità d’installazione e l’impatto zero della tecnologia . Auspichiamo però in una semplificazione della normativa attuale : infatti ad oggi non esiste disposizione specifica per trattare il nostro sistema, che rientra senza dubbio nel pico-idroelettrico e che quindi non può essere disciplinato alla stregua di un impianto di grandi dimensioni, come oggi accade. Next Energy propone una tecnologia semplice ma decisamente innovativa partendo dalla semplice idea di sfruttare l’acqua che transita nelle condotte, tanto in quelle di più grande portata quanto nelle condotte più piccole delle utenze residenziali. Giralog è alloggiata in opere preesistenti (vasche di accumulo, di decantazione, pozzetti di ispezione, distribuzione, etc.) e non ha bisogno di opere a corollario: questo ci permette di essere più competitivi anche dal lato economico, attestandoci entro tempi di rientro di 5/8 anni. Next Energy offre ai suoi clienti una novità in più: uno storage intelligente, per la gestione di Giralog ma non solo. Si tratta di un sistema di accumulo di energia, alimentabile da qualsiasi tipo di fonte rinnovabile e da più d’una collegata allo stesso dispositivo, che permette di efficientare tutti i sistemi presenti. Ad oggi cerchiamo clienti che da potenziali si trasformino in effettivi e sostenitori, soggetti interessati che spingano con noi per quella semplificazione normativa che renderebbe ancora più agevole l’installazione di Giralog. Noi stiamo già percorrendo questa strada, ed a livello trentino sempre più sono le utenze, pubbliche e private, che auspicano e richiedono un cambiamento normativo. Ma si può fare ancora di più .

Commenti (4)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Massimo  Le attività quotidiane consumano energia elettrica! Noi scegliamo di produrla da fonti naturali. " MICROGENERAZIONE " una azione concreta in un mare di parole!
    • le
        Credo molto nell'idea innovativa e rivoluzionaria di Next Energy: utilizzare l'energia che altrimenti andrebbe sprecata, per esempio dalle valvole riduttrici di pressione, è l'uovo di Colombo!!
      • in
          SPERO CHE QUESTO PROGETTO SI DIFFONDA E PRENDA PIEDE. L'IDEA DI RECUPERARE ENERGIA LI DOVE VIENE SPRECATA, E' OTTIMA.
        • avatar
          Next Energy  PERCHE' GIRALOG? GIRALOG © e’ una macchina idraulica cinetica. E’ un brevetto esclusivo in capo a Next Energy srl. Vanta dimensioni minime ed installazione semplice. E’ gia’ disponibile per qualsiasi condotta. Non necessita di concessioni edilizie. E’ progettata per interfacciarsi con vari dispositivi. Tutto il ciclo industriale e’ interamente italiano. Mitiga le pressioni nei tubi in pressione e dimezza i costi di manutenzione reti.

          Gallery