or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Frontiere, le vie per l'Europa

A campaign of
Valerio Nicolosi

Contacts

A campaign of
Valerio Nicolosi

Frontiere, le vie per l'Europa

Support this project
70%
  • Raised € 10,518.00
  • Target € 15,000.00
  • Sponsors 329
  • Expiring in 9 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Documentaries and inquiries

A campaign of 
Valerio Nicolosi

Contacts

The project

"Frontiere, le vie per l'Europa" è un documentario che intreccia le storie dei migranti e quelle dei volontari, storie che ogni giorno si incontrano sulle rotte per l'Europa.

Il confine Siria-Libano e lo stallo nel Paese dei cedri.
Lesbos, Samos, Leros, Salonicco, Idomeni e la "Rotta Balcanica".
Il Mediterraneo Centrale, chi scappa dalla Libia e le ONG che effettuano i soccorsi nonostante la guerra in atto contro di loro.
Ceuta, Melilla e la rotta dal Marocco verso la Spagna.

Il documentario e come useremo i fondi

Il documentario, della durata di 60 minuti, racconterà le rotte verso l’Europa attraverso le storie dei migranti che le attraversano e quelle dei volontari che, ogni giorno, lavorano per mantenere vive queste rotte.

Sulle traiettorie attraverso le frontiere la posta in gioco non è solo la credibilità dell’Europa, sempre più fortezza e sempre meno solidale, ma sono soprattutto le vite delle persone.

Un lavoro "work in progress", iniziato con i viaggi del regista Valerio Nicolosi, che adesso vuole prendere le forme di un documentario.

I 15.000 euro saranno investiti, prima, negli ultimi viaggi della troupe e nella produzione, poi nel montaggio e nella distribuzione del lavoro.

Biografia del regista

Valerio Nicolosi, Filmmaker e fotoreporter, vive a Roma dove collabora con l'agenzia di stampa Associated Press. Ha vissuto a Bruxelles e Milano dove ha collaborato con l'agenzia di stampa Reuters E networks televisivi come SkyTg24, Rai News, RSI e ARD. Docente occasionale presso il Coris de La Sapienza e con le università palestinesi Al-Aqsa e Deir El-Balah entrambe nella Striscia di Gaza. Ha realizzato reportage e documentari a sfondo sociale in America Latina, Medio Oriente, in Europa e nel Mar Mediterraneo. Ha scritto e diretto due cortometraggi sulla periferia romana: “Bar(n)Out duepuntoniente” e “Bia”. Ha pubblicato 3 libri di racconti e fotografie: Bar(N)Out, Be Filmaker a Gaza e (R)Esistenze. Ha vinto numerosi premi nazionali ed internazionali tra cui il Tokyo International Photo Awards, il Moscow International Photo Awards. il "Premio Amerigo" per la categoria fotogiornalismo, ”European Cinematography Awards 2017” e il “Mediterranean Film Festival 2017” come miglior regista, "Roma videoclip 2016", "Premio Montesacro 2015" come miglior libro.

Comments (84)

Per commentare devi fare
  • MG
    Michele Grazie per il tuo lavoro!
    • JR
      Joana An absolutely amazing and touching work by Valerio. Hopefully this documentary and his other projects on this topic can really activate and sensibilize people for the migrant and human crisis we are facing. Well done Valerio.
      • avatar
        Rita Grazie Valerio, questo documentario è tutto. Un abbraccio, Rita
        • avatar
          Stefano Bellissima iniziativa. Raccontare aiuta a mantenere alta l’attenzione. Bravi
          • SR
            Savitri Grazie
            • AC
              Anna Un progetto importante che ci parla della libertà negata troppe volte di "essere" umani, da sostenere, il lavoro di valerio merita!
              • RR
                Rosa Grazie
                • avatar
                  laura Buongiorno Valerio; ho deciso di contribuire ancora per quel che posso a "Frontiere"... credo che sia fondamentale che queste storie vengano testimoniate e conosciute da quante più persone possibile... nella speranza che si ritrovi un po' di umanità e si decida di affrontare il tema nel rispetto dei diritti umani e della solidarietà. Buon lavoro e grazie per quello che fai. Laura Stefani
                  • MR
                    Martina Non vedo l'ora di vedere questo documentario... Certa che non resterò delusa! Buon lavoro!
                    • avatar
                      Martina Odio gli indifferenti. Felice di aver contribuito, nel mio piccolo, ad una causa così importante. Vale sei grande!

                      Gallery

                      Community

                      Vuoi sostenere questo progetto?