or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

FoodNet: la prevenzione dei disturbi alimentari parte dai più piccoli

A campaign of
ARP Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica

Contacts

A campaign of
ARP Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica

FoodNet: la prevenzione dei disturbi alimentari parte dai più piccoli

Campaign ended
  • Raised € 4,619.00
  • Sponsors 113
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category Community & social

A campaign of 
ARP Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica

Contacts

The project

Sostenendo FoodNet puoi realizzare piccole cose in modo fantastico: portare più interventi di prevenzione dei disturbi del comportamento alimentare nelle scuole primarie di tutta Italia, migliorare la funzionalità dello sportello digitale gratuito per chi richiede supporto, arricchire con preziosi contributi l'archivio di approfondimento gratuito e open share, implementare lo sviluppo della mappatura dei servizi pubblici e privati presenti sul territorio italiano e molto altro.

I disturbi alimentari stanno ormai assumendo le caratteristiche di una vera e propria epidemia sociale, i numeri parlano chiaro: in Italia 3 milioni di persone ne soffrono, di queste il 70% sono adolescenti, ma solo il 10% chiede aiuto.

L'età di esordio è scesa alla prima infanzia dove sempre più spesso si manifestano problemi legati a cibo, identità, peso e immagine corporea già nei bambini tra 8 e 12 anni.

FoodNet è un Progetto di prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare, nato all'interno dell'Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica ARP di Milano, che per la prima volta in Italia si propone come obiettivo principale la realizzazione di interventi nella prima infanzia che agiscano prima che le problematiche legate all'alimentazione si trasformino in un disturbo vero e proprio.

Per noi prevenzione vuol dire giocare d'anticipo intercettando i fattori di rischio e trattando precocemente attraverso un modello di intervento che favorisce lo sviluppo della consapevolezza del legame tra cibo ed emozioni nei bambini, e che contemporaneamente supporta anche chi si prende cura di loro nel saper riconoscere le situazioni che necessitano un intervento precoce.

Attraverso la creazione di un portale web ( www.foodnet.it ), specificatamente pensato per genitori, insegnanti e chiunque desideri avere informazioni sui disturbi alimentari e sui segnali presenti nell’età evolutiva, FoodNet mette a disposizione anche uno spazio personale di ascolto tramite uno sportello digitale a cui è possibile rivolgersi per consulenze gratuite in ogni momento e da cui ricevere supporto da professionisti esperti nel campo dei DCA entro 24 ore dalla richiesta.

Ma è anche un spazio in cui trovare materiale e risorse di approfondimento gratuite costantemente aggiornate in un archivio informativo open share , appositamente pensato per i cittadini che possono così aumentare e arricchire la propria conoscenza sul tema.

In più, FoodNet offre una mappatura del territorio italiano dei servizi pubblici e privati con l'intento di aiutare i cittadini a reperire con più facilità informazioni sulle strutture a cui potersi rivolgere per chiedere aiuto per le problematiche connesse all’alimentazione.

Stiamo lavorando da mesi e continueremo a farlo perché crediamo che i disturbi alimentari siano un tema su cui insieme si può intervenire e fare la differenza per ridurre il disagio di tante persone, soprattutto dei più piccoli.

Oggi siamo qui per chiedere sostegno a una comunità di sognatori pragmatici e visionari per far crescere insieme FoodNet e implementare tutte le attività e i servizi offerti, perché #prevenireèmegliochecurare.

DNET

FoodNet è nato nel 2017 dal presupposto che in Italia si inizia ad occuparsi di DCA quando ormai sono disturbi conclamati, quindi a partire dalle scuole medie, ma soprattutto dalle scuole superiori in poi. Noi crediamo che sia possibile intervenire precocemente nell'infanzia coinvolgendo direttamente bambini, insegnanti e genitori nella costruzione di un efficace scudo di protezione verso modalità di espressione del disagio tanto pericolose quanto frequenti che aiuti i più piccoli a non stare così male qualche anno dopo.

Abbiamo lavorato per mesi alla progettazione di interventi formativi di prevenzione dei disturbi alimentari specificatamente pensati per gli alunni delle scuole elementari e, grazie a un finanziamento di Fondazione Cariplo che ha creduto nel progetto, abbiamo realizzato 7 interventi di prevenzione nelle classi quarte dell’Istituto Comprensivo Statale di Viale Romagna e della Scuola Ebraica di Milano.

L'intervento prevede 3 incontri in aula, progettati per stimolare e facilitare nei bambini la consapevolezza della relazione tra cibo e emozioni , e 1 incontro di restituzione con genitori e insegnanti.

Il contributo ha permesso anche la digitalizzazione dell’intervento nelle scuole attraverso dei video in modo che chiunque sia interessato a replicare il modello di intervento in altre scuole d'Italia possa apprenderlo direttamente, facilmente e in modo gratuito online.


c

FoodNet è uno spazio personale di ascolto a cui potersi rivolgersi per consulenze gratuite online con operatori qualificati.

Offre un servizio di comunicazione diretta ed interattiva con operatori altamente qualificati attraverso cui gli utenti possono fare richieste e porre quesiti di ogni genere ai professionisti del team, esperti di DCA, che rispondono entro 24 ore dalla richiesta.

Il team che modera le consulenze è composto da un’ équipe di professionisti specificatamente formati come psicologi, pediatri, psicoterapeuti specializzati in età evolutiva, neuropsichiatri e medici nutrizionisti in grado di gestire in maniera appropriata le diverse richieste, precedentemente selezionate e reindirizzate al professionista più qualificato.

Tutto è gestito in modo anonimo rispettando le leggi sulla privacy, ma soprattutto rispettando e tutelando l’identità e il bisogno del soggetto richiedente comprendendo la sua difficoltà.


Cc

Sul portale web è stata progettata e dedicata un'intera sezione che prevede la consultazione online di approfondimenti tematici e/o la possibilità di scaricarli comodamente per consultazioni future.

Con l'accesso a FoodNet ogni cittadino ha a disposizione gratuitamente un archivio di materiale open share costantemente aggiornato e popolato da preziosi contributi appositamente pensato per lui.


c

FoodNet offre ai cittadini una mappatura a cui possono rivolgersi per cercare e individuare le strutture sanitarie presenti sul territorio nazionale deputate alla cura dei disturbi alimentari, e i professionisti che vi operano, più vicini o più adatte alla loro esigenze. Ogni utente, semplicemente digitando la località di interesse, può reperire con facilità informazioni sulle strutture a cui richiedere aiuto e trovare nel servizio di mappatura un punto di riferimento a cui rivolgersi a seguito di specifiche esigenze emerse anche grazie ad una preliminare ed eventuale consultazione online con i professionisti.

La mappatura è in fase di sviluppo e in costante aggiornamento, aiutaci a costruirla segnalandoci una nuova un struttura qui.


c


Siamo un gruppo di oltre 20 professionisti con esperienza specifica nel campo dei disturbi del comportamento alimentare.

Siamo psicologi, psicoterapeuti, medici endocrinologi, nutrizionisti, farmacologi, esperti dell'età evolutiva, terapeuti familiari, volontari e tecnici dell'Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica ARP nata a MIlano più di 30 anni fa.

B

B

Crediamo nella rete come risorsa nell'azione di prevenzione dei

Disturbi del Comportamento Alimentare.

B

a

Comments (31)

Per commentare devi fare
  • GA
    Gaia  Credo moltissimo ad iniziative quali FoodNet. Good Luck, Gaia
    • avatar
      Vanessa  Grazie per quello che fate! È un progetto in cui credo molto e che sostengo molto volentieri!
      • AP
        A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie a te Vanessa, possiamo realizzarlo solo grazie all'aiuto di persone generose ed entusiaste come te!
        1 month ago
    • CB
      Clara  Donazione a nome di Pina Madami mail: pinamadami@gmail.com
      • AP
        A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Clara per aver donato anche a nome di Pina - faremo avere il nostro ringraziamento, di cuore, anche a lei!
        1 month, 2 weeks ago
    • RC
      ROSA  Sosteniamo FoodNet! Un bel progetto che merita di essere sostenuto perché la prevenzione è importante e sopratutto con in bambini!!!!
      • AP
        A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Rosa per il tuo sostegno e il tuo entusiasmo!!
        1 month, 2 weeks ago
    • CB
      Clara  buon progetto, Vi sostengo volentieri
      • AP
        A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Clara, il tuo sostegno è importante!
        1 month, 2 weeks ago
    • RO
      Raffaella  -
      • SM
        Sara  Bravi! Aiutiamo bambini e genitori a chiedere aiuto: nutriamo consapevolezza e coraggio!
        • AP
          A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Sara, lo stiamo facendo insieme grazie al tuo contributo e sostegno!
          1 month, 2 weeks ago
      • sd
        simone  brava colson
        • MM
          Marta  Un progetto innovativo che merita di crescere!!!
          • AP
            A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Marta, con il tuo aiuto già stiamo crescendo!
            2 months ago
        • GR
          Gabriella  Gabriella R. Il progetto è molto interessante. Mi piacerebbe che anche le mie nipoti potessero usufruirne. Che parte possono avere i genitori in questo progetto?
          • AP
            A.R.P. Associazione per la Ricerca in Psicologia clinica  Grazie Gabriella, in effetti abbiamo avuto feedback molto positivi dagli interventi fatti. I genitori giocano sempre un ruolo molto importante nel supportare gli interventi: sono coinvolti fin dall'inizio, insieme agli insegnanti, nella prenentazione degli interventi in classe, ed è a loro che vengono restituiti i risultati del percorso al termine degli interventi: in quell'occasione ragionano con gli operatori su quanto emerso, e danno feedback e osservazioni su quanto riportato dai bambini. Nella nostra esperienza, i genitori si sono rivelati grandi sostenitori del progetto, e le loro osservazioni si sono sempre rivelate estremamente preziose.
            2 months ago

        Gallery

        Community