or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Network Banca Etica

FINALMENTE - L'EDICOLA RESILIENTE

A campaign of
Antonio Cardelli

Contacts

A campaign of
Antonio Cardelli

FINALMENTE - L'EDICOLA RESILIENTE

Support this project
16%
  • Raised € 4,967.00
  • Target € 30,000.00
  • Sponsors 85
  • Expiring in 23 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    10. Ridurre le disuguaglianze
    11. Città e comunità sostenibili

A campaign of 
Antonio Cardelli

Contacts

The project

FINALMENTE - L'EDICOLA RESILIENTE

Le edicole sono luoghi di socialità che stanno man mano scomparendo, il nostro progetto va contro questa tendenza e ha l'obiettivo di rendere resiliente l' Edicola di piazza Bernardi a Bologna, un bene comune da conservare e rilanciare, per farla diventare un punto di elaborazione di azioni volte a migliorare la qualità di vita degli abitanti, un hub multifunzionale per generare - “dentro e attorno” all'edicola - valore relazionale e coesione sociale.

Il progetto si focalizza sulla "resilienza" della Comunità della Barca. L’ambito d'intervento è quello del divario tra i bisogni delle famiglie – e in particolare dei bambini, ragazzi e degli anziani – e la capacità della comunità di appartenenza di dare risposte adeguate, attraverso la realizzazione di servizi di prossimità.

I bisogni non sono solo quelli strettamente legati al disagio sociale e/o economico, ma più in generale quelli che determinano la qualità della vita e dalla cui risoluzione dipende lo stato complessivo di benessere dei cittadini: dalle relazioni di buon vicinato alla qualità del tempo libero; dalla cura dei propri figli al sostegno alla condivisione di spazi e beni, dalla presa in carico di piccole commissioni, fino all'accoglienza di amici e ospiti.

In relazione a questi e altri bisogni, l'Edicola sarà uno uno spazio ibrido aperto a una molteplicità di attività differenti e uno strumento che consentirà di mobilitare l'energia delle persone e di creare le condizioni per offrire servizi ben identificati e caratterizzati ciascuno per una specifica qualità/azione collaborativa.

Nell'elaborazione del progetto intendiamo partire proprio dal protagonismo delle persone con l'obiettivo di attivare un modello di comunità generativa che operi nei pressi della "propria abitazione" e che manifesti la capacità di resilienza dimostrata nei mesi passati, nel corso della pandemia.

CHI SIAMO ?

La Società Cooperativa impresa sociale “Il Passo della Barca” è formata da residenti che intendono trasformare la propria azione di cittadinanza attiva in un'esperienza di generazione di valore diffuso (economico, sociale e culturale) per "La Barca", facendo impresa in forma cooperativa.

La Cooperativa è nata dall'iniziativa spontanea di un gruppo informale di cittadini a partire da maggio 2020 e si è consolidata, nei mesi successivi, nell'ambito del percorso Scuola Azioni Collettive proposto da Fondazione Innovazione Urbana, fino alla sua costituzione avvenuta il 20 marzo 2021 e conta, ad oggi, oltre 80 soci.

Nostro riferimento è la "Cooperativa di Comunità", un modello di aggregazione sociale, un laboratorio, attraverso cui cittadini identificano i bisogni emergenti, elaborano progetti e costruiscono soluzioni, mettendo ciascuno e tutti insieme a disposizione la propria creatività, le  proprie capacità, il proprio saper fare.

OBIETTIVI

Attraverso il rilancio dell'edicola come spazio di valore identitario, l'obiettivo è di favorire un nuovo "senso di appartenenza" e fornire opportunità di formazione sociale e maturazione del senso di cittadinanza e spirito comunitario.

Con il progetto s'intendono generare tre specifiche dimensioni di cambiamento e miglioramento della dimensione locale:

  • dal punto di vista sociale: il pieno coinvolgimento dei residenti in un processo di scambio reciproco in grado di accrescere una cittadinanza ad impatto sociale positivo e di generare nuove economie di piccola scala;
  • dal punto di vista urbano: il riappropriarsi di spazi che, a causa della perdita di senso nel tempo, sono diventati "vuoti" strumentali esclusivamente alle funzioni di sosta e parcheggio;
  • dal punto di vista culturale: il riconoscimento dell'identità dell'area in contrapposizione alla banalizzazione dei luoghi, assumendo l'offerta socio-culturale come leva dell'innovazione economica.

INNOVAZIONE: IL RILANCIO

Con questo progetto, è previsto un potenziamento dei servizi tradizionali dell'edicola e un'offerta specializzata/tematica in grado di attrarre un'utenza differenziata, sia locale che cittadina, rafforzare la capacità di vendita e, conseguentemente, generare opportunità collaterali:

  • l'attivazione di servizi collaborativi, in particolare per famiglie, bambini e anziani;
  • l'attività di pre e post dei bimbi che vanno e tornano dalla vicina scuola primaria;
  • l'animazione di laboratori con proposte culturali, artistiche e di promozione ambientale;
  • iniziative di turismo di prossimità che guardano alle tante risorse culturali e ambientali che sono intorno al chiosco.

Le attività saranno realizzate in base ad un programma di investimenti graduali, sviluppando le economie solidali (anche inedite) che l'edicola (e l'edicolante) sapranno far emergere nel rapporto quotidiano con l'utenza, grazie al consolidamento dei legami di fiducia e di prossimità.

L'Edicola così come prefigurata, grazie anche ad un intervento di restyling, assumerà il carattere di un nuovo luogo identitario e la Piazza da incrocio stradale si trasformerà in uno spazio comunitario. L'intervento di riqualificazione urbana dello spazio attorno all'Edicola consisterà nell'allestimento graduale di una pedana in legno di un dehors finalizzato ad ospitare un sistema di sedute in legno con vasiere di protezione lungo il perimetro stradale.

Le iniziative proposte che saranno sviluppate "animeranno" anche gli spazi pubblici verdi contigui alla Piazza (oggi residuali), trasformandoli in occasioni di creatività e moltiplicando le opportunità di socialità.

QUANTE RISORSE CI SERVONO ?

Per il nostro progetto ci siamo dati un obiettivo di 30.000,00 per:

  • Acquisto edicola;
  • Restyling chiosco;
  • Riqualificazione piazza.

NON SIAMO SOLI

Oltre ai Soci che credono in questa idea, il progetto è stato sostenuto da alcuni partner istituzionali, quali Fondazione Innovazione Urbana di Bologna e Legacoop Bologna che ci ha accompagnato alla definizione e costituzione di una Società Cooperativa impresa sociale e il Quartiere Borgo Panigale-Reno per il percorso di riqualificazione e rigenerazione dello spazio circostante all'Edicola, Piazza Bernardi, come spazio di comunità.

L'adesione dell' Azienda Pubblica di Servizi alla persona (ASP) di Bologna  è inerente la realizzazione di una possibile collaborazione finalizzata al coinvolgimento di cittadini senza fissa dimora tramite tirocini lavorativi e/o borse lavoro a supporto dell'attività dell'Edicola e dei servizi collaborativi sviluppati, concertando progetti personalizzati che possano valorizzarne le competenze.

Infine, nella realizzazione delle attività abbiamo raccolto il sostegno di soggetti privati che hanno messo a disposizione la loro specifica prestazione professionale, in particolare: Housatonic srl per l'ideazione e la creazione grafica del logo e dell'immagine coordinata e Immagina Produzioni per la realizzazione di contenuti video.

DONA ORA!
Ogni contributo è fondamentale per raggiungere l’obiettivo!

SPARGI LA VOCE!
Aiutaci a far conoscere il progetto e diffondi la campagna!

Comments (17)

Per commentare devi fare
  • NT
    Nikolaus Da Nikolaus (collega austriaco di Valerio). Auguro buon successo per questo progetto fantastico. Spero che raggiungiate l'obiettivo.
    • LC
      Loredana Dai che ce la facciamo!!!!!
      • DC
        Davide Dai che ce la faremo! Davide Clo’
        • avatar
          Monica Un progetto coraggioso, e innovativo, che non si limita a "mantenere aperta un'edicola" , ma punta ben oltre: serve a far rinascere una comunità, il senso di appartenenza, di servizio, di scambio umano, e darà corpo al senso di " vicinato di quartiere", di cui abbiamo tanto bisogno nelle città, in cui non ci si conosce che di vista ... io ci sto!🙋
          • SP
            Stefania Daje ragazzi. Stefania
            • FM
              Franca Franca e Giancarlo
              • EG
                Edoardo Bravissimi, speriamo di raggiungere la quota, bella iniziativa
                • avatar
                  Sebastiano Una bella impresa che merita un bel sostegno!
                  • rl
                    rosanna inviato bonifico, mi auguro vi siano utili.
                    • FS
                      Francesco da Giulia, Rebecca, Mattia, Silvia e Francesco

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      10. Ridurre le disuguaglianze

                      Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

                      11. Città e comunità sostenibili

                      Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

                      Vuoi sostenere questo progetto?