or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Convegno sociale “Crimini, danni e lotte ambientali: storie e voci dal Vallo di Diano”

A campaign of
RESTA Vallo di Diano

Contacts

A campaign of
RESTA Vallo di Diano

Convegno sociale “Crimini, danni e lotte ambientali: storie e voci dal Vallo di Diano”

Convegno sociale “Crimini, danni e lotte ambientali: storie e voci dal Vallo di Diano”

Campaign ended
  • Raised € 170.00
  • Sponsors 9
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    8. Lavoro dignitoso e crescita economica
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumo e produzione responsabili

A campaign of 
RESTA Vallo di Diano

Contacts

The project

Cos'è RESTA

RESTA (Rete Ecologia Salute Territorio e Antimafia) nasce come rete informale di giovani attivistə il 25 aprile 2021 in seguito alle operazioni “Shamar” e “Febbre dell’oro nero” che hanno interessato il Vallo di Diano: si tratta di inchieste che riguardano sversamento illecito di rifiuti, contrabbando di idrocarburi e criminalità organizzata. RESTA ha dato vita a un processo di partecipazione attiva che coinvolge singole persone e gruppi associativi con lo scopo di costituire un presidio operativo per la salvaguardia del bene comune. Alla base della rete, nata in un territorio fortemente colpito dallo spopolamento, vi è il desiderio delle giovani generazioni di restare, e talvolta tornare, per ricostruire e sottrarre il territorio agli artigli della criminalità organizzata interessata al Vallo di Diano, area marginale rispetto alle rotte turistiche e commerciali del Sud Italia, ma attraversata dall’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria. La Rete si pone come obiettivi quelli di fare fronte al deserto mediatico nel Vallo di Diano, mantenendo la cittadinanza informata, e di spingere le istituzioni locali ad agire negli interessi di cittadine e cittadini, salvaguardando la salute pubblica e ambientale e denunciando azioni mafiose.

Grazie al lavoro di chi il territorio lo vive abbiamo già ottenuto risultati importanti: resteremo realtà marginali solo finché non rivendicheremo centralità e protagonismo.

Il convegno sociale

Per dare seguito ai propri obiettivi, RESTA sta organizzando, insieme alla giornalista Sara Manisera, co-fondatrice di FADA collective, e a Thomas Aureliani, ricercatore in sociologia dell'Università degli Studi di Milano, il Convegno sociale “Crimini, danni e lotte ambientali: storie e voci dal Vallo di Diano”, che si terrà all’Arena cappuccini di Sala Consilina (SA) il 4 e 5 novembre 2023. 

Il convegno si propone di stimolare il dibattito pubblico e la coscienza civile su temi come la legalità, l’ambiente e la salute, con l’obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere la politica, le istituzioni, l’economia, la società civile organizzata e i cittadini e le cittadine del Vallo di Diano. Il Convegno è “sociale” perché alla volontà di stimolare un sapere scientifico sulle questioni richiamate si unisce la necessità di coinvolgere gli attori sociali presenti sul territorio, anch’essi portatori di saperi, esperienze e conoscenze utili per contrastare fenomeni di degrado e criminalità ambientale. 
Le giornate saranno così suddivise:

  • 4 novembre (dalle 9:00- 11:00) 
    Criminalità ambientale e mafie nel Vallo di Diano
  • 4 novembre (dalle 11:30-13) 
    Danni ambientali e conseguenze sulla salute
  • 5 novembre (dalle 10:00 - 13:00)
    Movimenti e lotte per la difesa dell’ambiente e del territorio

Nel pomeriggio delle due giornate si terranno laboratori e workshop con i partner Libera, Radio Lasagne Verdi, Common - comunità monitoranti, IrpiMedia, A Sud, Fada Collective, affinché il convegno si trasformi in un momento formativo ma anche di attivazione e pressione pubblica.

L’evento è interamente organizzato dal basso: fare una donazione è quindi un’azione necessaria per chiunque creda che le rivendicazioni della società civile siano la chiave per contribuire al miglioramento delle condizioni di vita e alla salute di ambiente e persone. 

Presto saranno annunciatə tuttə lə ospitə del convegno.

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Gallery

    Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

    Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

    8. Lavoro dignitoso e crescita economica

    Buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.

    11. Città e comunità sostenibili

    Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

    12. Consumo e produzione responsabili

    Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.