oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Come se niente fosse

Una campagna di
Gianfranco Pecchinenda

Contatti

Una campagna di
Gianfranco Pecchinenda

Come se niente fosse

Campagna terminata
  • Raccolti € 595,00
  • Sostenitori 27
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Raccogli tutto  
  • Categoria Libri & editoria

Una campagna di 
Gianfranco Pecchinenda

Contatti

Il Progetto

I protagonisti di questi racconti sono accomunati da una visione ingenua del mondo, percepita attraverso uno sguardo la cui peculiarità è di restare costantemente in bilico, a cavallo della sempre precaria frontiera che separa la realtà quotidiana da quella della letteratura. Si tratta di una zona grigia, quella in cui sono immersi questi personaggi, in cui a tratti si rendono improvvisamente manifeste le profonde e a volte dolorose questioni esistenziali che il senso comune tende prudentemente a celare sotto la superficiale patina delle convenzioni e delle consuetudini. Non è possibile – suggerirebbero in coro i principali interpreti di queste narrazioni – pensare e al contempo proteggersi dalle conseguenze del proprio pensiero.

Gianfranco Pecchinenda (1963) ha vissuto in Sudamerica fino all’età di vent’anni. Successivamente si è stabilito a Napoli dove attualmente risiede e lavora (è professore di Sociologia all’Università Federico II).

Ha pubblicato i romanzi L’ultimo regalo (Lavieri 2013), Essere Ricardo Montero (Lavieri 2011; tradotto in spagnolo con il titolo Ser Ricardo Montero presso Ediciones Carena, Barcellona 2014); la raccolta di racconti, L’Ombra più lunga (Colonnese 2009 – vincitore della IV Edizione del Premio Letterario Torre Petrosa 2010).

Nell’ambito della saggistica ha pubblicato, tra l’altro, Il Sistema Mimetico. Contributi per una sociologia dell’assurdo (Ipermedium libri 2014); Fingere per davvero. Scritti su Emmanuel Bove e altre menzogne (Funes 2013); Homunculus. Sociologia dell’identità e autonarrazione (Liguori 2008); Videogiochi e cultura della simulazione. La nascita dell’Homo Game (Laterza 2003 e 2010).

Commenti (0)

Per commentare devi fare