or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Campagna Pace proibita

A campaign of
Michele Santoro

Contacts

A campaign of
Michele Santoro

Campagna Pace proibita

Campagna Pace proibita

Campaign ended
  • Raised € 21,551.00
  • Sponsors 886
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category Events & festivals
  • Obiettivi
    4. Istruzione di qualità
    16. Pace, giustizia e istituzioni forti

A campaign of 
Michele Santoro

Contacts

The project

Grazie! Ce l'abbiamo fatta!

Abbiamo raggiunto l'obiettivo con il contributo determinante di 1500 persone. >> Guarda il video YouTube
Conserviamo le forze per le prossime occasioni, la campagna è chiusa.

-------

Sostieni l'organizzazione dell'evento “Pace proibita”, previsto per lunedì 2 maggio 2022, al Teatro Ghione di Roma e in streaming.

"Costerà 16.500 euro ed è la cifra che vogliamo raccogliere. Non sarà una trasmissione televisiva ma una ribellione contro l’idea che le armi rappresentino una soluzione. Ti chiediamo di aiutarci anche con una piccola cifra. Non solo perché ne abbiamo bisogno ma per capire quanto forte sia il desiderio di scrivere insieme la parola Pace oggi proibita."

Michele Santoro

L'appello “Pace proibita”

Noi condanniamo senza se e senza ma l’invasione dell’Ucraina. Putin dovrà risponderne al suo popolo e alla Storia.

Per porre fine al massacro abbiamo di fronte due strade: affidarsi alla forza delle armi o mobilitarsi con un’azione nonviolenta per una trattativa immediata e una soluzione diplomatica.

Pensiamo che le armi siano la risposta sbagliata. Il nemico più grande è la guerra, la pretesa di sconfiggere Putin con una escalation militare, scalzandolo dal potere, comporta innumerevoli morti, sofferenze atroci tra i civili e un futuro di miseria per una moltitudine di persone.
Più di tutto ci preoccupa il possibile impiego di armi nucleari, che rappresentano una minaccia per l’insieme della vita sulla terra e una possibile sentenza di morte per l’umanità.
La parola pace è censurata. L’informazione non esprime la varietà di posizioni presenti tra l’opinione pubblica. La maggioranza contraria all’invio di armi viene sistematicamente ignorata.
Per i media non c’è alternativa alla guerra, che rappresentano come uno scontro tra buoni e cattivi, dove la somma degli orrori cancella il “chi, dove, come, quando e perché”. Il sangue delle vittime deve chiamare altro sangue per giustificare la necessità di una sconfitta definitiva dell’aggressore.

È ora di dire basta alle armi e di agire in maniera nonviolenta, a partire dall’accoglienza dei profughi di ogni guerra. Creiamo una comunità determinata a far sentire la propria voce.

La nostra iniziativa è una protesta per opporsi alla deriva verso il pensiero unico e la resa dell’intelligenza. Sarà un evento dal vivo in teatro - lunedì 2 maggio 2022 dalle ore 21 alle ore 23,30 al teatro Ghione di Roma - e una diretta streaming con la quale chiunque potrà interagire grazie ai social.

Qualunque radio, emittente televisiva o canale social potrà liberamente trasmettere la nostra iniziativa che sarà autofinanziata con il crowdfunding.

Parteciperanno all'iniziativa “Pace proibita”

Luciana Castellina
Ascanio Celestini
Emily Clancy
don Fabio Corazzina
Jasmine Cristallo
Fiammetta Cucurnia
Donatella Di Cesare
Sara Diena
Elio Germano
Sabina Guzzanti
Fiorella Mannoia
Tomaso Montanari
Moni Ovadia
Michele Santoro
Vauro Senesi
Cecilia Strada
Marco Tarquinio

SEGUI L'EVENTO IN DIRETTA
Potrai seguire la diretta in streaming via Facebook e YouTube oppure in TV al canale 510 - TgNorba24 di Sky

Comments (240)

Per commentare devi fare
  • avatar
    Roberta Grazie per la vostra iniziativa, mi sento meno sola! Roberta.
    • avatar
      Maurizio Una voce di pace finalmente
      • LC
        Leonardo come mai su youtube il video è bloccato?come facciamo a rivederlo? è possibile?grazie!
        • ss
          simona Costruiamo una rete capillare sul territorio e torniamo prima a Roma e poi a Bruxelles. C'è già un coordinamento con il Movimento Europeo di Azione non Violenta in Ucraina?
          • SA
            Simone Grazie di r-esistere ✊🏽❤️
            • avatar
              Daniela grazie !
              • avatar
                🇨🇺 Cri Grazie Santoro!
                • avatar
                  Matteo Ricostruiamo qualcosa da qui, ne abbiamo bisogno tutte e tutti
                  • avatar
                    Lacerenza Ho 72 anni e all'etá di 14/15 anni stavo giocando a bigliardo con un mio amico pari etá. Mentre stavamo giocando entrarono 4 persone di 25/26 anni e dopo qualche minuto cominciarono a dirci di sbrigarci perché dovevano giocare loro. Cominciarono a darci fastidio fino al punto che mentre io stavo per tirare uno di loro mi diete un colpetto alla stecca facendomi steccare. Io incavolato girai la stecca e gli diedi il calcio della stessa in testa, (la stecca nella parte posteriore era imbottita di piombo. Beccato il colpo quell'orco cominció a pestarmi con pugni nello stomaco lasciandomi mezzo morto per terra. A questo punto il proprietario del locale ci mandó via e cosí io non potetti piú continuare la partita primo perché ero a terra dolorante e dopo perché malconcio come stavo non avevo né la forza né la testa per continuare. Morale il leone fa il leone e il topo fa il topo. Se il leone fa le porzioni sempre si prende quella piú grande.
                    • fa
                      fabrizio organizziamo manifestazioni contro invio di armi

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      4. Istruzione di qualità

                      Istruzione di qualità: garantire a tutti un'istruzione inclusiva e promuovere opportunità di apprendimento permanente eque e di qualità.

                      16. Pace, giustizia e istituzioni forti

                      Pace e giustizia: promuovere lo sviluppo sostenibile.