or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Calcutta: the city of clown

A campaign of
Alessio Marras

Contacts

A campaign of
Alessio Marras

Calcutta: the city of clown

Calcutta: the city of clown

Support this project
100%
  • Raised € 10.00
  • Sponsors 1
  • Expiring in 161 days to go
  • Type Donation  
  • Category Community & social

A campaign of 
Alessio Marras

Contacts

The project

Immaginate qualcosa di storico, che accade per la prima volta!

Il primo uomo sulla luna ad esempio. Oppure pensate alle vostre “prime volte”: la prima volta in bici, il primo bacio, la prima volta che hai sentito il battito del cuore di tuo figlio, ecco ora che avete chiara questa sensazione posso raccontarvi un pezzo della mia prima volta: La prima volta di un clown in una baraccopoli di Calcutta. Felice ma allo stesso tempo triste primato questo.​​​​​

Chi sono? Mi chiamo Alessio, sono di Sassari, non sono troppo diverso da te, come te ho dei sogni, degli obiettivi, fragilità e trionfi, ecco tutto quello che sono io ho deciso di dedicarlo al mondo del volontariato e, in particolare a questo progetto. Un percorso educativo e di crescita personale per adolescenti che vivono per strada o nelle baracche, attraverso le arti circensi. Bellissimo, grandioso, perché questo non mi porta a fare il pagliaccio ma, attraverso il naso rosso, poter entrare in relazione con questi ragazzi che si sentono accolti, ascoltati, possessori di grandi doni e carismi. E poi i villaggi, le scuole, la stazione, su e giù per chilometri tra quei binari, per incontrare, conoscere, lenire, medicare una piaga, consegnare un po’ di pane e, ancor di più mettermi accanto ai più poveri dei poveri. Anche io povero in mezzo a loro, nella mia esperienza, sperimento e mi mischio alla loro quotidianità per poter davvero condividere ed entrare in relazione.

Ora il mio progetto grazie alla determinazione e alla provvidenza andrà comunque avanti, ripartirò a novembre del 2020, però se sei inciampato su questo testo, sulla mia storia, un motivo ci sarà, se vorrai sostenermi non aver paura che i tuoi risparmi vadano perduti, puoi trovarmi ovunque sul web e leggere i miei diari di bordo e vedere le foto, puoi persino venire a trovarmi di persona se passi per Sassari, se invece non pensi che questo progetto abbia bisogno di una tua partecipazione, non fa nulla, perché due certezze alla fine delle ultime battute mi rimango, la prima è la consapevolezza che tutto è un dono, che si manifesta in un miliardo di forme e la seconda è che ora, mentre mi leggi, forse sorridi e magari immagini a quanto sia bello consegnare la propria esistenza per avere opportunità di amare ed essere amati.

Comments (0)

Per commentare devi fare

    Community

    Vuoi sostenere questo progetto?