or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Arvolturazine ed.01 - FRANKENSTEIN. Piattaforma editoriale indipendente che ospita progetti innovativi e rivoluzionari di giovani designer emergenti italiani.

A campaign of
Arvolturazine

Contacts

A campaign of
Arvolturazine

Arvolturazine ed.01 - FRANKENSTEIN. Piattaforma editoriale indipendente che ospita progetti innovativi e rivoluzionari di giovani designer emergenti italiani.

Arvolturazine ed.01 - FRANKENSTEIN. Piattaforma editoriale indipendente che ospita progetti innovativi e rivoluzionari di giovani designer emergenti italiani.

Support this project
12%
  • Raised € 300.00
  • Target € 2,500.00
  • Sponsors 14
  • Expiring in 35 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Books and publishing
  • Obiettivi
    12. Consumo e produzione responsabili
    13. Agire per il clima
    17. Partnership per gli obiettivi

A campaign of 
Arvolturazine

Contacts

The project

Arvoltura, in dialetto senigalliese «rivoltura» è una parola derivata da «rivolta o rivolgere» che indica l’effetto di ciò che è stato rivoltato. Nel vocabolario marinaresco indicava una mutazione di uno stato, e nel caso del mare, da calmo a improvvisamente tempestoso, da cui rivoltato, cioè rivoltura.

Arvolturazine è un progetto editoriale indipendente, nato nella regione Marche, che raccoglie fra le sue pagine i progetti dei designer italiani, emergenti e non, impegnati sul fronte della Rivoluzione sostenibile nell'ambito del Fashion.

COSA FACCIAMO 
Il nostro obbiettivo è quello di sensibilizzare e incoraggiare processi di progettazione, produzione e anche di acquisto sostenibile nell'intento di rispondere attivamente all'emergenza climatica in corso. 

La Zine, che utilizza un linguaggio visivo alternativo, diretto e creativo, completamente slegato dalle logiche della comunicazione mainstream, diventa una finestra atta alla divulgazione di pratiche del design sostenibile: palcoscenico e rete attiva per la comunità dei designer coinvolti, e mappa informativa per l'utente finale, che grazie all'editoriale entra in contatto con realtà già esistenti ma che purtroppo non trovano spazio all'interno della comunicazione commerciale contemporanea, legata principalmente al prodotto per sé e non alla pratica che lo produce.

I contributi che chiediamo ai Fashion Designers costituiscono una mappatura dell’immaginario creativo italiano impegnato nel costruire le fondamenta di una moda migliore, nell’intento di sollevare riflessioni e criticità del nostro tempo e incoraggiare verso un cambiamento positivo.

Il contributo creativo può presentarsi in qualsiasi forma; lasciamo ai Designer la totale libertà di scegliere quale forma sia più consona ai loro contenuti. Tavole moodboard, disegni, canzoni, foto, collage, testi, frame video sino alla realizzazione di pezzi unici dedicati al numero o collaborazioni dirette con noi.

Il progetto si rivolge a tutti coloro che vogliono far parte di un reale cambiamento, coloro che hanno qualcosa da dire e che vogliono costruire una rete di creativi consapevoli all’interno del sistema moda, una rete che vuole essere sempre più ampia, inclusiva, partecipativa e rigenerativa.

Vogliamo che questo progetto sia un punto d’incontro per energie e competenze differenti
. Vogliamo incoraggiare la forza della collettività al cambiamento.

PERCHÉ LO FACCIAMO

Abbiamo riscontrato che in Italia manchino delle piattaforme editoriali specializzate che mettano in risalto le innovazioni sostenibili nell'ambito del fashion design, innovazioni che sono già presenti sul territorio.
"Made in italy" è un'espressione che da sempre è sinonimo di qualità, un Brand vero e proprio consolidato in tutto il mondo.
Ma è il concetto di qualità in sé che necessita una revisione alla luce dell'emergenza ecologica che caratterizza la contemporaneità.

Crediamo fermamente che la qualità debba essere oggi sinonimo di sostenibilità.

L' industria tessile è il secondo settore maggiormente inquinante, seconda all'industria petrolifera; sia per lo spreco di acqua, sia per l'emissione di CO2.
Il 72% dell’abbigliamento è (ancora) composto da fibre sintetiche, come poliestere e nylon, la cui produzione produce ossido di azoto, uno dei gas serra più dannoso. Il continuo lavaggio di vestiti in fibre sintetiche diffonde nei sistemi idrici innumerevoli micro-plastiche, a tal punto che esse cominciano a essere presenti addirittura nella catena alimentare.

Già solo questi dati risultano sufficienti a giustificare un'azione di comunicazione volta alla conoscenza delle alternative e delle possibilità a cui già abbiamo accesso, attraverso piccole realtà che da anni hanno avviato progetti di ecosostenibilità e riciclo.

La collettività è un elemento fondamentale in questa fase di transizione; le scelte di ogni singolo individuo orienteranno in maniera diretta le scelte dei produttori. A questo proposito, il crowdfounfing ci sembra il percorso più coerente nell'intento di raggiungere un obiettivo comune, del quale tutti siamo responsabili.

COME IMPIEGHEREMO I FONDI

Creeremo le basi per il prossimo numero e avremo anche una disponibilità di fondi per realizzare un workshop in uno spazio poliedrico in cui sarà centrale il contatto fra la figura del designer e l'utente finale. 


Impiegheremo inoltre una parte dei fondi per finanziare la stampa del prossimo numero con carte riciclate, inchiostri sostenibili di Tipografie etiche. 


Organizzeremo uno Shooting in cui tutti i lavori dei dieci fashion designer selezionati da noi verranno mostrati per creare uno scenario eclettico ed eterogeneo. 

Grazie per il vostro sostegno!

#WEALLSHOULDBEACTIVISTS


Comments (3)

Per commentare devi fare
  • SC
    Sandra Felice di supportarvi
    • DP
      Diletta Grandi 🤩 Super curiosa di vederla
      • KT
        Katia 💚💜
        1 week, 6 days ago

    Gallery

    Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

    Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

    12. Consumo e produzione responsabili

    Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.

    13. Agire per il clima

    Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

    17. Partnership per gli obiettivi

    Rafforzare le modalità di attuazione e rilanciare il partenariato globale per lo sviluppo sostenibile.

    Vuoi sostenere questo progetto?