or

Register with your email address

Oppure, solo se sei una persona fisica (NO azienda/associazione), puoi scegliere anche di registrarti con i social:

Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

'Alla ricerca di Simurg': la carovana della musica in volo verso la rotta balcanica

A campaign of
Coro Voci dal Mondo

Contacts

A campaign of
Coro Voci dal Mondo

'Alla ricerca di Simurg': la carovana della musica in volo verso la rotta balcanica

Support this project
21%
  • Raised € 2,130.00
  • Target € 10,000.00
  • Sponsors 31
  • Expiring in 6 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Community & social
  • Obiettivi
    10. Ridurre le disuguaglianze

A campaign of 
Coro Voci dal Mondo

Contacts

The project


Siamo cocai venexiani, aquile della Costa d'Avorio, aironi del Tagliamento, condor, colibrì, cormorani. Il nostro canto è un garrito calabrese, un cinguettio rumeno, pigoliamo in pidgin English e trilliamo in tedesco e in ungherese. I cantori migratori della Rotta Mediterranea oggi volgono lo sguardo ai fratelli e alle sorelle in cammino lungo la Rotta balcanica. Qualcuno di loro con 50 gradi all'ombra fra i campi di container in Grecia, qualcuno più avanti nell'orrore magari dopo un inverno in Bosnia, con la neve e il fango che bruciano i piedi, non tanto diversamente dalla sabbia del deserto in Libia…


Nel nostro Coro Voci dal Mondo, coro multietnico di Mestre, abbiamo conosciuto da vicino, negli anni, le storie dei protagonisti, sopravvissuti, dell’emergenza umanitaria che da tanto tempo si perpetua nel Mediterraneo e che coinvolge migliaia di persone in viaggio dall’Africa verso l’Italia e l’Europa.

Questo incontro, che ha coinvolto cittadini italiani e stranieri partecipanti al Coro e nuovi migranti richiedenti asilo, è avvenuto attraverso la condivisione dei canti di ciascuno. La Musica dunque si è fatta vettore di relazioni positive e paritarie tra persone diverse per cultura, tradizione, religione, età e storie di vita.

Negli ultimi anni come Coro abbiamo avuto modo di conoscere un’altra emergenza umanitaria che ormai da anni coinvolge migliaia di donne, uomini e bambini: quella della Rotta balcanica, percorso migratorio ancor oggi poco conosciuto nella sua drammaticità agli occhi indifferenti dell’opinione pubblica e della Comunità Europea.

Cosa fare, quindi, per non rimanere indifferenti? Questo è il quesito sul quale la nostra comunità si è interrogata e da cui è nato il progetto “Alla ricerca di Simurg”, con cui vogliamo richiamare l’attenzione e sensibilizzare sul tema della Rotta balcanica e portare un supporto concreto ai  richiedenti asilo bloccati nei campi in Bosnia Erzegovina.

In Italia, è partita dunque a luglio 2021 una Carovana della Musica: cittadini italiani e migranti del Coro Voci dal Mondo, testimoni del viaggio lungo la rotta mediterranea e altri coristi, musicisti, scrittori, insieme in viaggio, hanno realizzato incontri informativi, concerti, eventi, performance e ad ogni tappa hanno raccolto strumenti musicali donati da destinare ai migranti bloccati ai confini d’Europa.

Ora, anche grazie al tuo supporto, la Carovana prosegue il suo viaggio verso la Bosnia Erzegovina, dove ad agosto 2022 porterà musica, testimonianza, strumenti musicali e fondi raccolti, in un’esperienza di scambio, condivisione e incontro con i richiedenti asilo della Rotta balcanica e la comunità di Sarajevo.

Ma il viaggio alla ricerca di Simurg non terminerà qui: i fondi che raccoglieremo anche grazie a te permetteranno di avviare in Bosnia Erzegovina, a cura delle associazioni locali individuate, un progetto di incontro tra comunità locale e migranti basato sulla musica e l’utilizzo degli strumenti musicali raccolti durante le tappe della nostra carovana. In Italia infine, con il tuo sostegno potremo testimoniare questa straordinaria esperienza attraverso la realizzazione di un video-documentario ed eventi pubblici di restituzione del progetto e ulteriore sensibilizzazione.

“Una coperta per il freddo, il pane per la sopravvivenza, la musica e il canto per sentirsi persone”

Giuseppina Casarin, direttrice del Coro Voci dal Mondo e ideatrice del progetto

Andremo  alla ricerca di Simurg in Bosnia Erzegovina per realizzare:

  • un viaggio di conoscenza, incontro, scambio e condivisione di testimonianze tra cittadini italiani e migranti testimoni della rotta mediterranea, migranti in viaggio nella rotta balcanica, cittadini di Sarajevo, realtà sociali, culturali e artistiche locali;
  • azioni musicali e concerti in cui coinvolgere, da protagonisti, anche i migranti dei campi profughi nei dintorni di Sarajevo (Usivak e Blazuj), realizzati da coristi, musicisti e artisti professionisti della Carovana della Musica assieme a gruppi e musicisti di Sarajevo (RKUD Proleter, Tony Pešikan, Haris Abdagić e Balkaneros Banditos);
  • il trasporto e la consegna degli strumenti musicali raccolti in Italia destinati ai migranti della rotta balcanica, che verranno in parte donati simbolicamente ai migranti dei campi coinvolti nelle azioni musicali, e in parte affidati a realtà culturali e solidali della comunità locale (quali le associazioni Bravo Mi e WTC-INTERGreat), attive nei campi o in altri contesti di accoglienza delle persone migranti;
  • la raccolta e la destinazione di un contributo economico a sostegno di un progetto artistico musicale per l’incontro tra migranti e comunità locale (ad esempio, laboratori musicali, performance, concerti e spettacoli partecipati), che verrà curato da un’associazione culturale e solidale scelta nella comunità locale in Bosnia Erzegovina per il suo impegno con la musica e l’arte come strumenti di inclusione sociale (ass. Bravo Mi e altre).

Al ritorno in Italiail nostro viaggio alla ricerca di Simurg proseguirà per testimoniare questa straordinaria esperienza d’incontro attraverso la musica e sensibilizzare ulteriormente sul tema della Rotta balcanica. La Carovana della Musica ripartirà e, anche grazie a te, realizzeremo insieme le ultime tappe del nostro volo:

  • un video-documentario sull’intero progetto
  • eventi pubblici di restituzione finale: proiezione del video-documentario, incontri informativi, racconti di viaggio e concerti

UNISCITI AL NOSTRO VOLO!

Con il tuo sostegno, farai anche tu parte del nostro stormo e contribuirai a realizzare queste tappe importanti del nostro viaggio:

I primi 2.000 euro contribuiranno a coprire le spese di trasporto e destinazione degli strumenti musicaliraccolti dall’Italia alla Bosnia Erzegovina.

Se arriviamo a 4.000 euro riusciremo a contribuire economicamente per dare avvio di un progetto artistico musicale per l’incontro tra i migranti della rotta balcanica e la comunità locale in Bosnia Erzegovina, curato da un’associazione culturale solidale e attiva nella comunità locale di Sarajevo

Se arriviamo a 7.000 euro riusciremo a realizzare il video documentario per testimoniare la nostra esperienza d’incontro musicale e solidale con i migranti e le comunità locali lungo la rotta balcanica 

Se arriviamo a 10.000 euro riusciremo a coprire anche una parte degli ulteriori costi del nostro progetto in Bosnia e poi in Italia: alcune spese di viaggio dei migranti coristi testimoni della rotta mediterranea; alcune spese per le azioni musicali e i concerti a Sarajevo volti al coinvolgimento dei migranti dei campi e della comunità locale; alcune spese per gli eventi pubblici di restituzione finale.


Per approfondire il progetto

C’era una volta Simurg. Che era un Dio, capace di placare la confusione che è nel mondo, o almeno così credevano gli Uccelli. Così, si alzarono in volo, si misero in viaggio: per conoscerlo, e salvarsi con lui dalle fatiche di questa vita. Il viaggio fu lungo e pieno di prove, ma alla fine arrivarono al luogo in cui viveva Simurg. E tutto ciò che videro fu uno specchio d’acqua che rifletteva la loro stessa immagine”. 

La Conferenza degli Uccelli, poema persiano del XII secolo di Farid al-Din ‘Attar

“Alla ricerca di Simurg” è un viaggio in cui la musica è strumento facilitatore di conoscenza, solidarietà, incontro con e tra umanità e culture in movimento. E’ una Carovana che attraverso varie tappe in Italia raggiungerà ad agosto 2022 la Bosnia Erzegovina, per portare musica, testimonianza, esperienze di scambio e condivisione, ma anche aiuto concreto ai richiedenti asilo della Rotta balcanica.

In ITALIA la carovana, attraverso azioni performative, incontri e concerti realizzati in Veneto e Friuli Venezia Giulia dall’estate 2021, ha come obiettivi:

  • Richiamare l'attenzione, portare a conoscenza e sensibilizzare l’opinione pubblica intorno all’emergenza umanitaria che coinvolge centinaia di persone richiedenti asilo lungo la Rotta Balcanica verso l’Europa.
  • Valorizzare l’opera attiva dei migranti della Rotta Mediterranea, parte integrante del Coro Voci dal Mondo, che diventano in questo Progetto da sostenuti a sostenitori, per un’altra battaglia tanto simile, tanto umana, tanto emergenziale, tanto uguale a quella da loro vissuta in prima persona nel loro viaggio verso l’Europa.
  • Raccogliere e recuperare strumenti musicali di ogni genere che, assieme alla Carovana della Musica, saranno diretti verso i campi dei richiedenti asilo bloccati lungo i confini della Bosnia.
  • Raccogliere, grazie al tuo contributo, fondi da destinare ad un progetto da realizzare in Bosnia con i migranti basato sulla musica e l’utilizzo degli strumenti musicali raccolti durante le tappe della nostra carovana.

In BOSNIA ERZEGOVINA, dove la Carovana con la collaborazione dell’associazione Ritmi e Danze dal Mondo arriverà dall’11 al 15 agosto 2022, il Coro Voci dal Mondo e i musicisti professionisti che ci accompagneranno saranno, attraverso la Musica, protagonisti di momenti strutturati di coinvolgimento dei richiedenti asilo presenti nei campi. 

Saranno momenti di laboratorio/comunicazione musicale (azioni musicali, concerti nella città di Sarajevo, attività artistiche e musicali inclusive realizzate da associazioni locali) in cui gli strumenti musicali raccolti durante gli eventi in Italia troveranno il loro “recapito”. Gli strumenti porteranno un’etichetta con il nome della persona che li dona e la persona che riceverà lo strumento, che sia musicista o meno, potrà rispondere con un segnale di ricevimento (un messaggio, un audio, un video, una lettera).

La musica potrà così farsi messaggera di nuove relazioni e gli strumenti diventeranno oggetto-testimone di questo incontro: avranno nuove mani, nuove anime, nuovi immaginari per dare voce alle musiche delle culture migranti verso l’Europa. Proprio là dove il filo spinato o i muri impediscono alle persone la libertà di migrare, la musica si farà terreno di incontro, festa, evasione, racconto, pianto, preghiera, generando così la circolarità delle culture in movimento in diretta comunicazione artistica.

Il viaggio in Bosnia Erzegovina sarà inoltre l’occasione di avviare un progetto con i migranti dei campi, basato sulla musica e sull’utilizzo degli strumenti musicali raccolti durante le tappe della nostra carovana.

L'esperienza del progetto "Alla ricerca di Simurg", è un viaggio di conoscenza dell'altro, un volo comunitario che si appoggia alla musica per condividere scambi culturali e gioiosi, e poter raccontare che è possibile una convivialità costruttiva. La musica e il canto spontaneo hanno creato ponti culturali e di umanità, che ciascuno di noi si sente sicuro di attraversare. Arrivare all'altra sponda, vuole dire "io mi riconosco in te". Fare musica insieme agli altri, essere voci che raccontano  le proprie origini ma allo stesso tempo essere voce collettiva,  è riconoscere la bellezza di un mondo multiforme.

Concepcion Garcia Sanchez, artista e corista 

Vola anche tu con noi “Alla ricerca di Simurg”!

Supporta il nostro progetto e aiutaci a portare la musica incontro ai migranti della Rotta balcanica!!!


Chi siamo?

L'esperienza del Coro Voci dal Mondo nasce nel 2008 nel difficile quartiere di Via Piave a Mestre come progetto socioculturale promosso dal Servizio Etam - Politiche sociali del Comune di Venezia assieme al Gruppo di Lavoro di via Piave (un gruppo di cittadini attivi nel quartiere). L'esperienza ormai decennale del Coro Voci dal Mondo di Mestre-Venezia condotta da Giuseppina Casarin, si propone come esempio di integrazione, come modalità di inclusione sociale e convivenza da replicare e diffondere.

Il Coro ha sviluppato e consolidato in questi anni la Pratica di Comunità Musicale ovvero una modalità fondata sul promuovere il canto e la musica come territorio di incontro e scambio tra persone con provenienze culturali, tradizioni, religioni ed età diverse. La Pratica di Comunità Musicale, ovvero l'attività del Coro, va intesa anche come laboratorio cittadino impegnato nella ricerca delle forme espressive, comunicative, performative più adeguate per cantare alla città e per portare la propria esperienza e testimonianza di storia di convivenza possibile.

Negli anni, hanno partecipato a questa esperienza persone di varie provenienze: moldava, rumena, albanese, ucraina, tedesca, polacca, ungherese, bosniaca, francese, spagnola, italiana per l’Europa; bengalese, srilankese, afgana, pakistana, iraniana, kirghisa, turca, cinese per l’Asia; nigeriana, eritrea, somala, camerunense, ivoriana, marocchina, egiziana, maliana, senegalese, del Ciad, della Guinea Bissau e della Sierra Leone per l’Africa; messicana, peruviana, brasiliana per l’America Latina. Attualmente, una sessantina di persone alternano la propria presenza cercando di coniugare impegni di lavoro e tempo libero.

Con noi nella Carovana della Musica di “Alla ricerca di Simurg” viaggiano anche il Coro delle Cicale, le cantautrici StorieStorte, il Coro Canto Spontaneo di Spilimbergo, la cantautrice Roberta Pestalozza e la scrittrice Susanna Bissoli, il videomaker Vincenzo Agosto, l’attrice e regista Sandra Mangini, la ricercatrice Luciana Manca e la giornalista Azra Nuhefendić.

A dare la direzione al nostro volo è Giuseppina Casarin.

Supportano già il nostro viaggio lungo la Rotta balcanica:

Caritas Venezia, Bronte Garden – Mira (VE), CGIL Padova, CGIL Venezia, ANPI Vittorio Veneto, SPI CGIL Belluno, SPI CGIL Padova, Associazione Culturale Tomat – Spilimbergo (PN), Associazione Ritmi e Danze dal Mondo – Giavera Festival , Associazione Gruppi “Insieme si può” ONG , Comune di Padova, Comune di Mirano , Caritas Mirano, Associazione NOI MIRANO, CISM di Spinea (VE), EMERGENCY Venezia, MEDITERRANEA Venezia, Tavolo delle Comunità Accoglienti – Venezia, Associazione Lungo la Rotta Balcanica, Time for Africa – Udine, Rete DASI Friuli Venezia Giulia.

Support this project

Rewards

€25.00

Ringraziamento pubblico e attestazione

Grazie alla tua donazione contribuisci al trasporto e la consegna di due strumenti musicali raccolti in Italia, destinati ai migranti della Rotta balcanica.
Riceverai un pubblico ringraziamento e l’attestazione di sostegno al progetto “Alla ricerca di Simurg”.

Select
€50.00

Ringraziamento pubblico e cartolina digitale

Grazie alla tua donazione, quattro strumenti musicali raccolti in Italia saranno trasportati in Bosnia Erzegovina e arriveranno a destinazione per i migranti della Rotta balcanica.
Riceverai un pubblico ringraziamento e la cartolina digitale “Alla ricerca di Simurg” realizzata dall’artista Concepcion Garcia Sanchez.

Select
€100.00

Ringraziamento pubblico e cartoline digitali

Grazie alla tua donazione contribuisci alla realizzazione in Bosnia Erzegovina di una parte del laboratorio artistico musicale rivolto ai migranti della Rotta balcanica curato dall’associazione culturale e solidale scelta nella comunità locale.
Riceverai un pubblico ringraziamento e le due cartoline digitali “La carovana della musica” e “Alla ricerca di Simurg” realizzate dall’artista Concepcion Garcia Sanchez.

Select
€200.00

Ringraziamento pubblico e link video-documentario

Grazie alla tua donazione, sostieni il costo di documentazione video di una singola tappa del progetto.
Riceverai un pubblico ringraziamento e il link al video- documentario sul progetto “Alla ricerca di Simurg”

Select
€300.00

Ringraziamento pubblico e posto in prima fila all'evento finale

Grazie alla tua donazione sostieni in modo speciale questo viaggio di solidarietà e conoscenza attraverso la musica in Bosnia Erzegovina e in Italia.
Riceverai un pubblico ringraziamento e ti sarà riservato un posto in Prima Fila all’evento conclusivo del progetto “Alla ricerca di Simurg”

Select

Comments (5)

Per commentare devi fare
  • LG
    Lucio Grazie per quello che fate. Continuate così
    • MT
      Marica Sono una delle voci di questo coro, dall'inizio del progetto ho il privilegio di farne parte assieme a tante compagne e compagni, fino al viaggio di quest'estate a Sarajevo. A maggior ragione voglio lasciare qui un altro granellino, perché ciascuno è importante per raggiungere l'obiettivo. Aggiungiti anche tu al nostro stormo!
      • avatar
        Associazione di Promozione Sociale D-Hub Un piccolo piccolo sostegno a un grande progetto. Grazie di cuore.
        • MB
          Marta Voliamo con voi! Irene e Marta
          • FD
            Federica Vola solo chi osa farlo! L. Sepulveda

            Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

            Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

            10. Ridurre le disuguaglianze

            Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

            Vuoi sostenere questo progetto?