or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Adotta un ciclo scrittore

A campaign of
Stefano Bruccoleri

Contacts

A campaign of
Stefano Bruccoleri

Adotta un ciclo scrittore

Support this project
23%
  • Raised € 1,675.00
  • Target € 7,000.00
  • Sponsors 66
  • Expiring in 176 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Travel & adventure
  • Obiettivi
    1. Zero Povertà
    8. Lavoro dignitoso e crescita economica
    10. Ridurre le disuguaglianze

A campaign of 
Stefano Bruccoleri

Contacts

The project

Lo sfratto

Negli ultimi cinque anni sono stato la cosa più simile a me stesso che mi è stato possibile essere in questa bottega mi sono scoperto adulto, l’ultima immagine che mi resta di me è quella di uno Stefano delicato, ironico e a tratti ingenuo, ma informato.

Sono un artigiano della bicicletta con la passione per la scrittura , questa è la Ciclo officina Letteraria che devo lasciare per restituirla ai proprietari. Questa è anche la mia casa , vivo nel retro della bottega e uscito di qua non ho soldi per entrare in un nuovo posto. Lavoro per riempire il frigo e mi rivolgo a voi per un sostegno economico che mi permetta riaprire altrove.

Il sostegno che vi chiedo non è per una piccola impresa, ma per una Persona. Quando sono venuto a vivere e lavorare nella bottega non ho aperto una partita Iva, il mio bisogno primario era uscire dalla strada per una casa ed un lavoro, condizione che ho subito comunicato ai vigili di quartiere autodenunciandomi, cosa che credo abbia creato una sorta di compassionevole tolleranza che sino ad oggi non mi ha mai creato problemi.


La mia storia

Per raccontare meglio la storia di oggi credo sia utile fare un passo indietro di alcuni anni, al 2005, in quella occasione persi casa e lavoro e dopo un breve periodo in dormitorio presi la bicicletta e partii per una sorta di non viaggio, ventisettemila chilometri in sette anni e poi tre anni a piedi in cui sono riuscii a pubblicare due libri:

  • Via della casa comunale n 1 “ - Ediciclo Editore;
  • L’allevatore di farfalle ” - Eris edizioni, ed un terzo stampato in proprio, “Diario di un alcolista appassionato” - Edizioni Senza Dimora.

Di questo percorso vi traccia è video, lascio di seguito un’intervista fatta qualche anno fa a Tele 2000 perchè credo sia la migliore che possa aiutare a farmi conoscere meglio, anche se dopo sono diventato anche tante altre cose.


Chiedere aiuto

Inizialmente non avevo preso in considerazione l’ipotesi di una raccolta fondi , mi preparavo a tornare a vivere in strada, tanto che spesso prendevo la bicicletta il cane e la tenda o con La Chiocciola una roulotte che ho costruito mentre vivevo in strada nel 2004 per andare a dormire fuori. Sono stato anche un mese lungo le rive del Po per quello che consideravo un collaudo emotivo . Un mese intenso, bello, leggero, pulito.

Tornato a casa che è anche la mia bottega sono precipitato nell’abisso dell’incertezza . Alcool, depressione e lunghe giornate nel letto a rigirami sui fianchi, ma i fianchi sono come strade chiuse che non portano da nessuna parte.

Un’amica che aveva avviato una campagna raccolta fondi mi suggerisce di dare un’occhiata alla pagina di Produzioni Dal Basso, penso di non esserne capace, che non ho il titolo per candidarmi, che posso farcela da solo. Scuse per non confrontarmi, per non correre il rischio di essere aiutato, per non correre il rischio di essere amati. Dopo diversi giorni decido di aprire la campagna raccolta fondi e l’idea di una prospettiva cambia il mio stato d’animo, le persone rispondono, donano, commentano e mi dico che basterebbe questo, che potrebbe finire tutto anche oggi, perché quello che mi porto via è la sensazione forte che le cose possono cambiare.





Quella qui sotto la Chiocciola Letteraria

Nell'ultimo anno in cui vivevo ancora per strada e costruivo la Chiocciola, una piccola roulotte di legno e cartone mi dicevo spesso " Stefano se non puoi cambiare la tua condizione fanne un'opera d'arte" ! Oggi penso alla raccolta fondi come un'opera d'arte collettiva dove l'oggetto d'arte è il desiderio di una piccola comunità di sostenere un progetto, la rinascita della bottega, la bottega di tutti.

A mio Padre

Infilo la manina nella pancia per cercare caramelle, quelle che mi hai portato in collegio e soprattutto caro padre quelle che ti sei dimenticato di portarmi. Lo faccio io per te. Se solo avessi saputo della tua fatica di vivere, della tua immensa fragilità non sarei stato tanto arrabbiato con te.. Io ero piccolo e come tutti i bambini mi occupavo solo di me stesso, delle caramelle che non arrivavo. Vomitavi alcool e pezzetti della cena nel lavandino e ti disprezzavo. Oggi ti ritrovo nel mio alcool, nella mia delicata fragilità e ti voglio bene. Mi manchi Papà.


A mia madre.

Ciao signora Giovanna,

ricordo quando a diciassette anni piangevo per la prima volta ai tuoi occhi, non mi avevi mai visto piangere dopo gli otto anni. Mi dicesti “ Pensavo che fossi l’uomo più forte che avessi conosciuto” E solo quel giorno per la prima volta mi ero dato il permesso di piangere. Mi manchi.

Comments (41)

Per commentare devi fare
  • RM
    Rita Un aiuto a Stefano, qualche anno fa mi aveva sistemato una vecchia bici vintage distrutta e arrugginita Ciao da Rita Milazzo
    • AM
      Antonella Buona vita e coraggio!
      • OT
        Odilla In bocca al lupo di cuore per la tua vita
        • avatar
          Stefano Grazie ti ho spedito tre libri in PDF
          1 day, 3 hours ago
      • avatar
        Claudio ma vengo a menarti, che hai capito!
        • avatar
          Stefano Bene, prendo resspiro allora. " No scusi signor polizzziotto ho chiamato il 112 perchè temevo che nolessero amarmi"!
          3 days, 19 hours ago
      • avatar
        Claudio oh, appena finisce 'sta storia prendo la bici e ti raggiungo a Torino
        • avatar
          Stefano Tu la devi smettere di volermi bene, quarda che chiamo la Polizia!
          3 days, 19 hours ago
      • avatar
        ENZO Bella Stefano, buona strada!
        • avatar
          Stefano Grazie e buona caccia a te Enzo
          4 days, 13 hours ago
      • fg
        francesca Ciao Stefano, circa un anno e mezzo sono venuta ad abitare vicino a Borgo Campidoglio. Volevo dirti che la tua ciclofficina è bellissima, solo guardarla, la sera, mi sollevava l'animo. Grazie.
        • avatar
          Stefano Ecchecazzo così mi commuovo, anche a me piace molto, le voglio bene e mi tiene l'animo integro, sollevato. Lei la bottega mi fa sentire bellissimo.
          4 days, 20 hours ago
        • avatar
          Stefano Torno e ritorno a leggere il tuo messaggio e mi dico che in questi anni sono riuscito a fare cose belle e ti ringrazio perchè io da solo non riesco sempre a ricordarmi di essere bello.
          4 days, 20 hours ago
      • avatar
        Marco Un abbraccio, spero che il tuo progetto si realizzi! :)
        • avatar
          Stefano Grazie Marco
          1 week ago
        • avatar
          Stefano Ti spedito i libri una caro saluto
          1 week ago
        • avatar
          Stefano Grazie Marco
          5 days, 3 hours ago
      • JM
        Jacopo adottato, poco ma sono in cassa e ho famigli da sfamare (e mangiano pura tanto) ciao neh (comunque faccio girare) jacopo
        • avatar
          Stefano Grazie Jacopo ti abbraccio adesso ti spedisco i libri
          1 week, 2 days ago
        • JM
          Jacopo la storia di netflix mi ha spezzato il cuore, cosa ci vuoi fare sino un sentimentale
          1 week, 2 days ago
        • avatar
          Stefano Jacopo non tro la tua mail per spedirti i libri in PDF, Mandamela a edera007@gmail.com
          1 week, 2 days ago
      • IN
        Ioan Sorin Ciao Stefano!
        • avatar
          Stefano Buon giorno e grazie
          1 week, 2 days ago

      Gallery

      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

      1. Zero Povertà

      Sconfiggere la povertà: porre fine alla povertà in tutte le sue forme, ovunque.

      8. Lavoro dignitoso e crescita economica

      Buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.

      10. Ridurre le disuguaglianze

      Ridurre le diseguaglianze: ridurre le disuguaglianze all'interno e tra i paesi;

      Vuoi sostenere questo progetto?