or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

A Casa Tutto Bnb

A campaign of
Lorem Ipsum

Contacts

A campaign of
Lorem Ipsum

A Casa Tutto Bnb

Support this project
100%
  • Raised € 981.00
  • Sponsors 35
  • Expiring in 23 days to go
  • Type Donation  
  • Category Documentaries and inquiries

A campaign of 
Lorem Ipsum

Contacts

The project

Smartphone alla mano, un selfie davanti a questo o a quel monumento simbolo della città, e un boccone mangiato al volo nel ristorante “tradizionale”: ecco la ricetta perfetta per “visitare” le città italiane oggi, piegate in tutto e per tutto a un turismo mordi e fuggi. Se al turista che passa rimane un ricordo sbiadito, alla città resta poco o nulla, se non la progressiva perdita di identità dei centri storici italiani.

L’esempio estremo è quello di Venezia. La laguna “è un ristorante a 5 stelle che svendiamo come un McDonald’s”, dicono i veneziani resistenti. Come Venezia, anche Napoli, Bologna, Firenze, Assisi, Roma sono vittime del fenomeno, nonché le prime 6 protagoniste del progetto "A Casa Tutto Bnb" . Una raccolta di storie e testimonianze dirette su cause ed effetti dell'Overtourism: dalle migliaia di persone stipate nei borghi e nei centri storici, fino ai voli low cost e agli affitti brevi, brevissimi, che stritolano l'economia e l'imprenditoria locale.

Tra gli attori principali del fenomeno ci sono le piattaforme in stile Airbnb. Appartamenti affittati anche solo per una notte, rispondenti a ogni esigenza: quelli economici fuori dal centro e quelli extra lusso in un attico che affaccia sulla piazza principale della città. Il fenomeno degenera quando ad affittare sulla piattaforma sono vere e proprie agenzie immobiliari, che arrivano a offrire anche decine di immobili. Le cui chiavi finiscono nelle tasche dei turisti, disposti a pagare prezzi ben più alti degli autoctoni per vivere in città, anche solo per poche ore. Ma a incentivare la perdita di identità dei centri italiani ci pensa tutto l’indotto che si muove attorno a questa metamorfosi: basti pensare a tutti quei commercianti storici che hanno chiuso i battenti delle loro attività, diventate inutili di fronte a un pubblico disinteressato al servizio di un fabbro o di un calzolaio.

Lorem Ipsum si propone di sviscerare il fenomeno, raccogliendo le testimonianze dei residenti che resistono, ma anche delle associazioni di cittadini stanchi che combattono contro i mulini a vento di un sistema che tende anno dopo anno ad ossidarsi. Non solo: sociologi del turismo, storici urbani e professionisti del settore ci aiuteranno a scavare dentro il fenomeno, a indagarne cause e conseguenze. E soprattutto se esiste un modo per salvare l’identità delle città con un ritorno a un turismo "sano".  Il progetto, visibile sul sito https://acasatuttobnb.com/ , è già partito, con le prime 6 città. Ogni vostra donazione, anche simbolica, ci aiuterà ad allargarlo a tutta Italia.

COME VERRANNO UTILIZZATI I FONDI

La somma raccolta con il crowdfunding verrà utilizzata per ampliare il progetto e dotare la piattaforma di altri contributi, su altre città e su quelle già attenzionate dal progetto. L’idea è quella di creare un vero e proprio database che monitori lo sviluppo del fenomeno in tutta Italia, e magari anche in Europa. I fondi verranno quindi investiti nel finanziamento degli spostamenti e delle trasferte (treni e alberghi) nei diversi centri che, da nord a sud, ci segnalerete come interessati dal turismo di massa e dalle sue conseguenze.

CHI C’È DIETRO AL PROGETTO "A CASA TUTTO BNB"

L’inchiesta sarà realizzata da Lorem Ipsum , un collettivo di giovani giornalisti freelance nato nel 2018 per offrire un giornalismo di approfondimento, partecipato,indipendente e di qualità, alternativo a quello velocista che troppo spesso, oggi, va per la maggiore.

Sin dal principio Lorem Ipsum ha dato spazio a tematiche spesso trascurate o trattate in modo superficiale: dal sociale all’ambiente, il collettivo si propone di andare oltre e indagare quei fenomeni che segnano la nostra quotidianità, senza essere esaminati con la dovuta attenzione. Il collettivo ha anche all’attivo collaborazioni con alcune delle principali testate italiane, come Rai e Corriere della Sera.

LEGGI IL MANIFESTO DI LOREM IPSUM

Comments (5)

Per commentare devi fare
  • SA
    Sergio  Potremmo definire l'escalation degli affitti brevi che tutto ciò che è troppo diventa perverso.
    • avatar
      Federico  Bravi ragazzi
      • avatar
        Anna  Bravi ragazzi, avanti tutta!!!
        • GC
          Gregorio  Condivido e sostengo questo progetto. Buon lavoro e in bocca al lupo!
          • avatar
            Stefano  In bocca al lupo ragazzi!!

            Community

            Vuoi sostenere questo progetto?