or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

20ANNI per non dimenticare il G8 di Genova

A campaign of
Area Teatro

Contacts

20ANNI per non dimenticare il G8 di Genova

Support this project
58%
  • Raised € 10,570.00
  • Target € 18,000.00
  • Sponsors 172
  • Expiring in 203 days to go
  • Type Keep it all  
  • Category Art & culture
  • Obiettivi
    11. Città e comunità sostenibili
    13. Agire per il clima
    15. Vita sulla terra

A campaign of 
Area Teatro

Contacts

The project

IL PROGETTO

Questa raccolta serve a rimettere in circolazione uno spettacolo  che racconta  un grande sogno: nel luglio del 2001 quattro ragazzi partono dalla Sicilia, da uno dei territori più industrializzati d’Europa. La lotta all’inquinamento, respirare veleno ogni giorno e la devastazione del loro territorio,  li spinge sin da giovanissimi all’ impegno, alla coscienza civile. Partono per unirsi a centinaia di migliaia di persone a Genova, ognuno con la sua lotta nel proprio territorio e tutti  insieme a manifestare pacificamente contro gli 8 potenti del mondo. La città sembrava in preda a un’occupazione militare, da allora il termine zona rossa cominciò a diventare familiare. In quei giorni si infranse il sogno di una generazione che stava lavorando concretamente per costruire un mondo a misura d’essere umano, lì su quelle strade qualcuno perse pure la vita.

LA STORIA

Nel 2002 realizzammo un progetto teatrale  sui fatti del G8 di Genova.  Il nostro fu uno dei primi spettacoli a parlarne, quando ancora le sensazioni e i vissuti erano caldi. Tante cose sono successe dal 2001 a oggi, tante cose cambiate, molte peggiorate altre evolute. Sicuramente per molti di noi quel luglio di 19 anni fa ha segnato un momento importante nelle nostre vite, nulla è stato come prima da allora.  Adesso sentiamo la necessità storica di riprendere in mano questo lavoro .

Spettacolo 20ANNI - Cronache di inizio millennio dal G8 di Genova

con Alessio Di Modica

COSA VOGLIAMO

Vogliamo raccontare a quante più persone possibili cosa ha significato Genova: le zone rosse, la sospensione dei diritti. Soprattutto vogliamo raccontare  la storia di un movimento internazionale  ampio e variegato che si occupava di diritti umani, lavoro, migrazioni, repressione, difesa dei territori, valorizzazione di espressioni artistiche, economia dal basso, finanza etica, prima delle grandi crisi e delle grosse emergenze degli ultimi anni.

COSA FAREMO

Una serie di anteprime  per l’Italia per presentare questo lavoro e riportare l’attenzione sulle tematiche di quel movimento e su quei  fatti per prepararci  a celebrare i vent’anni del G8 di Genova nel 2021. Il tour partirà in estate appena possibile e ci accompagnerà per una anno, si chiamerà PARTIGIANI DELLA MEMORIA .In  ogni anteprima sono previsti  momenti di memoria collettiva  in cui chiunque potrà raccontare dov’era nel corteo, cosa ha visto, da quale contesto  veniva. Anche chi non c’era racconterà la propria percezione di quei fatti  e l’esperienza di lotta, di associazionismo, di aggregazione in cui era impegnato in quegli anni.  Così da ricostruire una memoria collettiva di quel movimento e di quel  momento storico.

QUANTO CI SERVE

Abbiamo bisogno di 18.000 ovvero 15.000 € più le spese per le commissioni, le spese per la produzione e l'invio dei premi.

COME SPENDEREMO I SOLDI RACCOLTI

  • Ricerca e prove dello spettacolo (siamo indipendenti, autoprodotti e solo voi potete sostenerci nel tempo che abbiamo impiegato per le ricerche e per le prove )
  • Anteprime (più ne facciamo e meglio è per allargare a macchia d’olio la memoria di quei fatti)
  • Ufficio stampa per il tour, per raccontare un po’ anche gli spazi in cui andremo come luoghi di resistenza della cultura e della memoria
  • Materiale vario per la realizzazione dello spettacolo ( locandine, brochure, musiche originali)
  • Acquisto materiale audio e video che ci possa permettere di ricostruire  la memoria collettiva e farne patrimonio condiviso durante il PARTIGIANI DELLA MEMORIA TOUR
  • Commissioni per la campagna

se supereremo il nostro obiettivo una parte di quello che raccoglieremo in più andrà al comitato piazza Carlo Giuliani

CHI SIAMO

Area Teatro è  un compagnia teatrale  indipendente  che in questi 20 anni ha scelto di essere libera da tendenza, mode  ,clichè e stereotipi . Cercando un linguaggio che possa parlare alle persone per trasformare quelli che oggi vengono visti come spettatori passivi , consumatori da sfruttare o da erudire in ascoltatori portatori di vissuti ed emozioni al fine di creare l’immaginario collettivo perché “le storie non raccontano la realtà ma la forgiano ”. Il nostro teatro ha un linguaggio universale e mai statico. Il cunto siciliano, che è la tecnica narrativa che  stiamo sviluppando da anni in modo personale,  non ha un suono esotico ma è lingua  viva, vera e contemporanea pur attingendo ad un antica tradizione.

PERCHE' SOSTENERE IL PROGETTO

Per ricordare a chi è dimenticato cosa è stata Genova, per raccontarlo alle nuove generazioni, perché quei fatti sono Memoria Collettiva del nostro paese e non possono passare come una questione per pochi. Perché non ci si può voltare dall’altra parte e far finta di nulla, perché “ Odio gli indifferenti” (A. Gramsci) . Ma anche perché non si ripeta più, perché democrazia, libertà e umanità  restino valori intoccabili. Sostengono il progetto

Haidi Gaggio Giuliani

Madres de Plaza de Mayo

ENGLISH VERSION

THE PROJECT

The purpose of this collection is to put back into circulation a show about a great dream: in July 2001 four boys left Sicily, one of the most industrialized territories in Europe. The fight against pollution,   the daily intake of poison, the devastation of their territory, pushed them to commitment and civil conscience from an early age. They left in order to join hundreds of thousands of people in Genoa, each with their own struggle in their own territory, all together to demonstrate peacefully against the powerful 8 in the world. The city seemed to be in the grip of a military occupation, since then the term 'red zone' began to become familiar. In those days, the dream of a generation that had been working concretely to build a humane world was shattered; on those roads someone even lost their lives.

HISTORY

In 2002 we made a theatrical project on the events of the G8 in Genoa. It was one of the first shows about it, when feelings and experiences were still fresh. Many things have happened since 2001; many things have changed, some for the worse, some simply evolved. Certainly, July 2001 marked an important moment in our lives for many of us; nothing has been the same since then.  Now we feel the historical need to take up this work again.

WHAT WE WANT

We want to tell as many people as possible what Genoa meant: the red areas and the suspension of rights. Above all, we want to tell the story of a large and multifaceted international movement that dealt with human rights, work, migration, repression, defense of territories, enhancement of artistic expressions, poor economics, ethical finance, before the great crises and major emergencies of the last years.

WHAT WE WILL DO

We are going to showcase a series of previews throughout Italy to present this work and bring awareness to the themes of this movement and to those facts to prepare us to celebrate the twentieth anniversary of the G8 in Genoa in 2021. The tour will began in summer and it will be called 'PARTISANS OF MEMORY'. In each preview there are moments of collective memory in which anyone can tell where they were during the demonstration, what they saw, what context they came from. Even those who were not there will tell their own perception of those facts and the experience of struggle and aggregation in which they were engaged in those years, so as to reconstruct a collective memory of that movement and that historical moment.

HOW WE WILL SPEND THE MONEY COLLECTED

Research and rehearsal of the show (we are an independent, self-produced company and only you can support us for the time needed for our research and for the rehearsal process)

  • Previews (the more the better, we want to spread the memories of what happened as much as possible)
  • Press office for the tour, in order to educate a little about the spaces in which we’ll perform, and to label places of resistance of culture and memory
  • Various materials for the realization of the show (posters, pamphlets, original music)
  • Purchase of audio and video footage that will allow us to reconstruct and create a shared heritage of this collective memory, during the PARTIGIANI DELLA MEMORIA TOUR
  • Campaign Expenses

ABOUT US

Area Teatro is an independent theater company. During its 20 years of activity, Area Teatro has chosen to be free from trends,fashions,  clichés and stereotypes, looking for a language that can speak to people with the aim of transforming passive spectators, seen as consumers to be exploited or eruded, into listeners with experiences and emotions, in order to create the collective imagination. Because "stories do not tell reality; they forge it". Our theater has a universal and ever changing language. The 'Sicilian' cunto, which is the narrative technique that we have been personally developing for years, does not have an exotic sound but is a living, true and contemporary language that draws from ancient tradition. fashions

WHY YOU SHOULD SUPPORT THE PROJECT

You should support the project to remind those who have forgotten what Genoa was, to pass this story to the new generations, because those facts are the collective memory of our country and cannot pass as a matter for the few.

You should support the project because you can't turn away and pretend nothing happened, because, as Antonio Gramsci said, "I hate the indifferent".

And, to conclude, you should support this project in order to never let this happen again, because democracy, freedom and humanity have to remain untouchable values.

Ricompense

Progetto grafico dei segnalibri-diari e taccuini a cura di Fabrika

Comments (32)

Per commentare devi fare
  • RG
    Riccardo Per non dimenticare
    • GC
      GIACINTO Bravi! Sono con Voi.
      • LV
        Leonardo Donazione effettuata "in nome e per conto" di Lucia ed Enrico.
        • avatar
          Luca Grandi ragazzi, io c'ero e c'è bisogno di ricordare, sia il male (gli abusi) che il bene (il "Movimento dei movimenti" che scosse il mondo).
          • EV
            Elena Tutto il mio sostegno a questo progetto necessario. Niente come il teatro può mantenere viva la memoria, anche per chi, come me, era troppo piccolo per esserci. Grazie.
            • avatar
              Letizia Grazie!
              • avatar
                Letizia Oggi sarei dovuta essere a Genova, in piazza Alimonda, pardon.... piazza Carlo Giuliani. Ma un incidente mi costringe a casa. Questo contributo al progetto 20 anni è il mio modo per essere "tra noi". Grazie!
                • avatar
                  Simone Avevo 6 anni, ma so che molta della libertà futura si è decisa in quelle strade.
                  • aI
                    alessandra Grazie, è sempre bello sapere che non sono sola nella lotta.
                    • avatar
                      Giuseppe Caro Alessio Il vostro (come gruppo intendo) impegno nel sociale merita di essere sostenuto. Un grosso abbraccio da Simona e Giuseppe

                      Gallery

                      Community

                      Questo progetto ha segnalato obiettivi di sviluppo sostenibile

                      Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) costituiscono una serie di 17 obiettivi concordati dall'Organizzazione delle Nazioni Unite.

                      11. Città e comunità sostenibili

                      Città e comunità sostenibili:creare città sostenibili e insediamenti umani che siano inclusivi, sicuri e solidi.

                      13. Agire per il clima

                      Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.

                      15. Vita sulla terra

                      Utilizzo sostenibile della terra: proteggere, ristabilire e promuovere l'utilizzo sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire le foreste in modo sostenibile, combattere la desertificazione, bloccare e invertire il degrado del suolo e arrestare la perdita di biodiversità.

                      Vuoi sostenere questo progetto?