or login with email and password

or

Register with your email address
Hai già un account?

Forgotten your password? Enter you email address and you will receive a message with instructions to recover your password.

Forgotten your password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Did you received the email?

Serious games

A campaign of
Fondazione Paracelso

Contacts

A campaign of
Fondazione Paracelso

Serious games

Serious games

Campaign ended
  • Raised € 10.00
  • Sponsors 1
  • Expiring in Terminato
  • Type Donation  
  • Category

A campaign of 
Fondazione Paracelso

Contacts

The project

“Serious games” di Fondazione Paracelso è un progetto modulare, dedicato a pazienti affetti da emofilia, e in particolare ai bambini. L’idea nasce dall’ esperienza e dall’ analisi dei cosiddetti “Serious games” – simulazioni virtuali interattive che utilizzano elementi e dinamiche tipiche del gioco in contesti che nulla hanno a che vedere con esso – per costruire un gioco in cui il piccolo paziente affetto da emofilia può eseguire a casa propria gli esercizi indicati dal medico e del fisioterapista, attraverso un'interfaccia ludica.

Uno dei principali problemi per i pazienti emofilici sono infatti le emorragie a livello delle  articolazioni, e il corretto esercizio fisico aiuta a irrobustire la muscolatura e a stabilizzare le articolazioni.

Il progetto è rivolto particolarmente ai pazienti più piccoli che in questo modo potranno, in compagnia dei genitori, in casa - in un ambiente protetto quindi - allenarsi divertendosi utilizzando un’interfaccia a loro molto famigliare. Oltre al divertimento, il gioco permette un’ autovalutazione immediata rispetto alla corretta esecuzione degli esercizi e costituisce un’ occasione per aggiungere una dimensione ludica alla necessità di una fisioterapia costante , incentivando quindi i pazienti a una maggiore aderenza alle prescrizioni.

Le caratteristiche di questa tipologia di strumenti permettono inoltre la possibilità di un monitoraggio attraverso la rete, anche visivo e in tempo reale, delle performance del paziente da parte del medico o del fisioterapista.

Il software del gioco è in fase di messa a punto da parte degli specialisti informatici dell'Università degli Studi di Milano, coadiuvati da specialisti ortopedici, fisioterapisti e fisiatri dell'Ospedale maggiore di Milano. Il progetto prevede una prima fase di messa a punto del software su una decina di pazienti. Successivamente sarà facilmente modulabile e adattabile alle richieste e ai bisogni di un numero più alto di pazienti. Potrà ad esempio essere trasformato in un gioco in rete o vedere la costituzione di una community di pazienti/giocatori.

Il progetto necessita , oltre al software, di un computer, di un sensore di movimento con webcam integrata, di una pedana stabilometrica e di uno schermo televisivo per ogni postazione.

Le donazioni che Fondazione Paracelso riceverà saranno utilizzate per l'acquisto del materiale necessario alla costituzione delle singole postazioni. Contiamo nei prossimi mesi di poter realizzare le prime 10 postazioni per i test su altrettanti pazienti emofilici, che saranno fornite per un periodo determinato alle singole famiglie per lo svolgimento degli esercizi.

Comments (1)

Per commentare devi fare
  • cc
    ccast  è un buon progetto, spero che la sperimentazione dia buoni frutti per i pazienti

    Community