oppure accedi con email e password

oppure

Registrati con il tuo indirizzo email

Inserisci il tuo indirizzo email: ti invieremo una nuova password, che potrai cambiare dopo il primo accesso.

Ricordi la tua password?

Controlla la tua casella email: ti abbiamo inviato un messaggio con la tua nuova password.
Potrai modificarla una volta effettuato il login.

Network di Banca Etica

Sabir maydan - 28 settembre 2014

Una campagna di
Cospe_Onlus

Contatti

Una campagna di
Cospe_Onlus

Sabir maydan - 28 settembre 2014

Campagna terminata
  • Raccolti € 2.660,00
  • Sostenitori 53
  • Scadenza Terminato
  • Modalità Tutto o niente  
  • Categoria Eventi & festival

Una campagna di 
Cospe_Onlus

Contatti

Il Progetto



Video English version: http://bit.ly/1neXMK7 or under section "FILE"

Text English version: please scroll down


Contribuisci a creare il primo forum sulla Cittadinanza mediterranea



Maydan nella lingua araba significa "piazza". Da sempre luogo di incontro e di socialità, la piazza è diventata negli ultimi anni teatro delle rivendicazioni sociali e della richiesta di maggiori diritti civili e libertà da parte delle nuove generazioni dei paesi del sud e del nord del Mediterraneo.

Nella cornice del Festival di letteratura mediterranea SabirFest che si terrà  a Messina dal 25 al 28 settembre 2014, COSPE insieme a Mesogea organizzerà SABIR Maydan , una finestra sulla cittadinanza mediterranea. SABIR Maydan sarà uno spazio di espressione, creatività, confronto delle mille realtà che compongono i territori del Mediterraneo, ricchi di storia e cultura, ma alla ricerca di diritti civili e nuove opportunità di riscatto.

L'Italia potrebbe avere un ruolo chiave in questo processo per una cittadinanza attiva transmediterranea. La Sicilia in particolare, con la sua storia di migrazioni e contaminazioni culturali, è uno scenario ideale per poter dare possibilità a tutti quegli attivisti, intellettuali, artisti e pensatori di affrontare problematiche comuni, stimolare il dibattito, pensare strategicamente  e produrre cultura.

Chiediamo la partecipazione di tutti per poter permettere a quelle figure giovani che hanno caratterizzato le Primavere arabe e i movimenti europei di indignazione di questi ultimi anni di dar vita a SABIR Maydan, contribuendo alle spese di viaggio per raggiungere Messina. Daranno vita ad una giornata fatta di dibattiti, letture, dove ognuno di voi è libero di interagire e partecipare gratuitamente .


Tra gli ospiti di SABIR Maydan:


Mahmoud Hassan (EG): scrittore, produttore televisivo e attivista politico alessandrino, la sua novella " The Remaining Stories of What Happened " ha vinto nel 2012 il premio The Egyptian Cultural Palaces.


Costis Triandaphyllou (GR): artista audiovisuale, poeta e attivista ateniese, è stato uno degli animatori del gruppo Direct Democracy di piazza della Costituzione e collabora con la rivista di critica sociale Protagma.


Mohcine Hammane (MAR): rappresentante della rete Chabaka di Tangeri, che lavora su diritti del lavoro, migrazione e gioventù. Ha partecipato al Movimento 20 febbraio 2011, è membro del Consiglio dei diritti umani di Tangeri e collabora con associazioni spagnole sullo sviluppo sociale.


Doris Gutierréz Palacín (SPA), rappresentante Movimento 15-M e della Piattaforma contro la privatizzazione della società di gestione dell’acqua di Madrid


Suor Elisa Kidané (ERI-ITA): suora comboniana, scrittrice e poetessa, si definisce "eritrea per nascita, missionaria comboniana per vocazione, cittadina del mondo per scelta". Dal 2000 al 2003 è stata responsabile del notiziario della rivista on-line Femmis. Da gennaio 2011 cura su Nigrizia I colori di Eva, rubrica che ha già ospitato Igiaba Scego e i racconti di scrittrici di origine straniera. Da gennaio del 2012 ritorna a Verona, Direttrice di Combonifem, mensile delle Missionarie Pie Madri della Nigrizia Verona.


Mohammad Tolba (EG): fondatore del movimento Salafiyo Costa, che dalla Rivoluzione del 2011 raccoglie salafiti, cristiani e non praticanti nella soluzione di scontri interreligiosi, nella giustizia sociale e nella denuncia della propaganda di divisione identitaria.


Emel Kurma (TK), Coordinatrice generale di Helsinki Citizens' Assembly, coinvolta nel movimento di protesta di Gezi Park, Istanbul; si è occupata a lungo di movimenti sociali, diritti di cittadinanza e libertà fondamentali in Europa orientale.


Kamal Lahbib (MAR), direttore di Alternatives Maroc e membro del Forum Maghreb-Mashrek, una delle teste pensanti del Forum sociale mondiale tenutosi a Tunisi nel 2013.


Lina Ben Mhenni (TUN), è un’attivista tunisina, blogger e assistente di linguistica presso l’Università di Tunisi; ha vinto il Deutsche Welle International Blog Award e l’International Journalism Prize di El Mundo. Nel 2011 è stata segnalata per il Nobel per la Pace a causa del suo contributo durante la rivoluzione tunisina. Dal 3 agosto 2013 è sotto protezione del governo tunisino in seguito a minacce ricevute dagli estremisti islamici.


Hozan Ibrahim (SYR/GER), ex-portavoce dei Local Coordination Committees della rivoluzione siriana in seno al Syrian National Council, attualmente in Germania; co-promotore dell’iniziativa Citizens for Syria per mettere in rete attivisti siriani e europei per la democrazia.


Esraa Abdelfattah (EG): Ha giocato un ruolo centrale nell’occupazione di piazza Tahrir del 2011. Nel 2008, fondò, il gruppo Facebook "April 6 General Strike Egypt" che promuoveva una giornata di disobbedienza civile per i lavoratori. Candidata al Nobel per la Pace 2011, collabora ora con la Egyptian Democratic Academy e scrive per il giornale El-Youm7.


Lisa Ariemma (CAN/ITA), membro di Presidio Europa – No TAV, co-promotrice del Forum internazionale contro le grandi opere inutili ed imposte, che lega movimenti sociali di lotta contro la distruzione del territorio nella regione euro-mediterranea.


Pietro Dall'Oglio, musicista specializzato in tecniche e strumenti afro-cubani nonché di ritmi mediterranei. Ha suonato in gruppi come “Serpiente Latina”, “Taakoma” e “Angostura”. “Controvento” è il suo ultimo disco. Scrive di musica e interviene in varie trasmissioni televisive. Negli ultimi tempi sperimenta suoni rap incidendo " Abuna Paolo ", canzone dedicata al fratello Paolo sequestrato in Siria..



Come un ponte tra due mondi, SABIR Maydan può essere una sorta di Agorà in cui preparare il Mediterraneo di domani.


«Dobbiamo essere inclusivi, cercando di contenere i filo-questi e i filo-quelli,
dobbiamo sempre guardare più avanti, dissolvere , non partecipare a questi conflitti»
(Padre Paolo Dall'Oglio, luglio 2013)

Icona dei blogger egiziani, 32 anni e tre arresti alle spalle. L’ultimo lo scorso 11 giugno per manifestazione “non autorizzata”. Alaa Abd El Fatah, condannato a 15 anni di carcere ha cominciato dal 18 agosto uno sciopero della fame.


SABIR Maydan sarà dedicato a Padre Paolo Dall'Oglio e Alaa Abd El Fattah


Tra le varie ricompense che abbiamo pensato per voi, troverai anche " Riscatto mediterraneo ." Maggiori informazioni sull'opera e sull'autore al link: http://bit.ly/1qzIkLR


Tutti i sostenitori del progetto verranno ringraziati pubblicamente durante il Festival.


Foto nel video © Charlotte Ricco, Abdallah Dawestashy, Gianluca Solera



Give your contribution to create the first Mediterranean citizenship forum



"Maydan" means "Square" in Arabic. All along a place of exchange and sociality, squares in recent years have become the stage for demand of social and civil rights and freedom by younger generations in countries on both sides of the Mediterranean. In the context of SabirFest Literature Festival, which will be held in Messina from 25 to 28 September 2014, together with Mesogea, Cospe will organize SABIRMaydan, a window on Mediterranean citizenship. SABIRMaydan represents a space of expression, creativity and exchange among the many realities that make up the Mediterranean region, rich in history and culture, but struggling for civil rights and new opportunities, and longing for a new awakening.

A great opportunity to foster a trans-Mediterranean active citizenship, SABIRMaydan is hosted in Sicily which, with its history of migrations and cultural influences, is an ideal scenario for hosting Mediterranean activists, intellectuals, artists and thinkers to address common issues, stimulate the debate, think strategically and produce culture.

Support this crowdfunding campaign for SABIRMaydan! Help us in covering the travel costs of all those protagonists and young activists who have made the Arab Spring and joined European Indignados movements, to enable them to take part in SABIRMaydan! Thanks to your contribution, they will be able to bring their vision and civil passion to Messina, where you can also interact and participate .


Among the guests of Sabir Maydan :


Mahmoud Hassan (EG): Writer, TV producer and political activist from Alexandria, his novel "The Remaining Stories of What Happened" won The Egyptian Cultural Palaces award in 2012.


Costis Triandaphyllou (GR): Audiovisual artist, poet and activist from Athens, he was one of the leaders of the Direct Democracy group at Constitution Square; he collaborates with the social critic magazine Protagma.


Mohcine Hammane (MAR): Representative of Chabaka, a civil society network from Tangier working on labour rights, migration and youth. He joined the 20th of February 2011 Movement, is a member of the Tangier Human Rights Council, and cooperates with Spanish associations on social development issues.


Doris Gutierréz Palacín (SPA), Representative of the 15-M Movement and of the Platform against the privatization of the public water service in Madrid.


Sister Elisa Kidanè (ERI-ITA): Combonian nun, writer and poet, she defines herself as "Eritrean by birth, Combonian missionary by vocation, World Citizen by choice". From 2000 to 2003 she has been columnist for the online magazine "Femmis". Since January 2011 she is responsible for the column "Colours of Eve" in the magazine Nigrizia, hosting the works of foreign writers and of migrant background (among them, Igiaba Scego). In January 2012, she returned to Verona, as director of Combonifem, the monthly magazine of the Missionarie Pie Madri della Nigrizia.


Mohammad Tolba (EG): He has founded the Salafiyo Costa movement, in the aftermath of the 2011 Egyptian Revolution. His movement gathers Salafis, Christians and Non-practicing believers together to end interreligious clashes, promote social justice and denounce identity – based propaganda.


Emel Kurma (TK), General coordinator of the Helsinki Citizens' Assembly, she was involved in the protest movement of Gezi Park, Istanbul; she has worked for years with social movements, protecting citizenship rights and fundamental freedoms in Eastern Europe.


Kamal Lahbib (MAR), Director of Alternatives Maroc and member of the Maghreb-Mashrek Forum, one of the “thinking head” of the World Social Forum held in Tunis in 2013.


Lina Ben Mhenni (TUN) is a Tunisian activist, blogger and language assistant at the Tunis University; she has won the Deutsche Welle International Blog Award and the El Mundo International Journalism Prize. In 2011, she was a candidate for the Nobel Peace Prize, thanks to her role during the Tunisian revolution. Since August 2013, she has been under protection by the Tunisian government because of the several threats she has received from Islamic extremists


Hozan Ibrahim (SYR/GER), Former spokesperson of the Local Coordination Committees of the Syrian Revolution within the Syrian National Council, and currently living in Germany; co-promoter of the Citizens for Syria initiative to network Syrian and European activists for democracy.


Esraa Abdelfattah (EG): She played a leading role in the mass protests of Tahrir Square during the 2011 Revolution. In 2008, she co-founded the "April 6 General Strike Egypt" Facebook group promoting a day of civil disobedience for workers. Nominated for the 2011 Nobel Peace Prize, she is currently a consultant at the Egyptian Democratic Academy, and a columnist at El-Youm7 newspaper.


Lisa Ariemma (CAN/ITA), Member of the European Presidium - No TAV, co-promoter of the International Forum against the unnecessary imposed large projects, a platform bringing together social movements against environmental grabbing in the euro-Mediterranean region.


Pietro Dall'Oglio, singer and musician specialized in Afro-Cuban and Mediterranean techniques, instruments and rhythms. He played in bands such as “Serpiente Latina”, “Taakoma” and “Angostura”. “Controvento” is his last record. He writes about music and participates in several tv programmes. In the last times, he has been experimenting rap and has produced the song " Abuna Paolo ", which is dedicated to his brother Paolo, recently kidnapped in Syria.



As a bridge between two worlds, SABIR Maydan could be a kind of Agorà animated by the common purpose of preparing the Mediterranean common destiny of Tomorrow.


«We must be inclusive, trying to contain the supporters of this and the supporters of that,

we must always look farther ahead, dissolve , without getting involved in these conflicts »
(Father Paolo Dall'Oglio, July 2013)


Icon of Egyptian bloggers, Alaa Abdel Fattah is 32 years old and has three arrests in his record, of which the last one was last June for ‘unauthorized demonstration’. Condemned to 15 years of detention, since August 18 he has started a hunger strike.

Sabir Maydan will be dedicated to Father Paolo Dall'Oglio and Alaa Abd El Fattah


Among the rewards we have prepared for you, you will find " Riscatto mediterraneo " (" A Mediterranean Awakening "). More details about the book and the author are available on: http://bit.ly/1oFx5OZ


Photos © Charlotte Ricco, Abdallah Dawestashy, Gianluca Solera

Ricompense

Fai una donazione libera
Campagna terminata
Seleziona questa ricompensa
€20.00

"LONTANO DA TAHRIR" LIBRO FOTOGRAFICO e DVD

Un libro fotografico e un documentario video nati per portare alla luce quell’Egitto di donne e uomini che hanno vissuto la loro rivoluzione lontano dalla Piazza e dal clamore dei media.

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€50.00

"LONTANO DA TAHRIR" LIBRO FOTOGRAFICO e DVD + LIBRO "RISCATTO MEDITERRANEO"

"Lontano da Tahrir": un libro fotografico e un documentario video nati per portare alla luce quell’Egitto di donne e uomini che hanno vissuto la loro rivoluzione lontano dalla Piazza e dal clamore dei media.
"Riscatto Mediterraneo" è un libro che narra un viaggio nel Mediterraneo che ritorna al centro della Storia. Come si muovono, si organizzano e in cosa sperano i giovani di questa generazione in subbuglio? Il libro cerca di rispondere a queste domande, parlando di Tunisia, Libia, Egitto o Siria, ma anche di Tel Aviv, Salonicco, Zagabria o Roma, e nelle storie di quei giovani in movimento, nelle loro battaglie, vittorie o sconfitte esplora le radici comuni. Un libro che invita a sperare che il futuro immaginato nelle piazze delle città del Mediterraneo sia l’inizio di un per- corso sociale, culturale e politico comune.

Scegli
Seleziona questa ricompensa
€200.00

SCONTO DEL 25% IN UN HOTEL CONVENZIONATO CON IL FESTIVAL + LONTANO DA TAHRIR LIBRO FOTOGRAFICO e DVD + LIBRO RISCATTO MEDITERRANEO

Sconto per una camera doppia o singola nell'hotel convenzionato con il Festival + "Lontano da Tahrir" (libro e DVD) + "Riscatto Mediterraneo"

4 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€500.00

IL NOSTRO OSPITE È ANCHE IL TUO OSPITE

Se sei un'associazione o semplicemente vuoi organizzare un forum o un evento, dal 29 settembre al 3 ottobre hai la possibilità di far partecipare alle tue attività anche uno degli attivisti di SABIR Maydan! Così potrai anche tu diffondere la voce del Mediterraneo di domani nella tua città.
Riceverai anche "Lontano da Tahrir"(libro e DVD) e"Riscatto Mediterraneo".

5 rimanenti
Scegli
Seleziona questa ricompensa
€100.00

SCONTO DEL 20% IN UN B&B CONVENZIONATO CON IL FESTIVAL + "LONTANO DA TAHRIR" LIBRO FOTOGRAFICO e DVD

Sconto del 20 % per una camera doppia o singola in uno dei B&B convenzionati con il Festival + "Lontano da Tahrir" (libro e DVD)" + "Riscatto Mediterraneo"

0 rimanenti
Scegli

Commenti (4)

Per commentare devi fare
  • FB
    Filippo  Mi spiace non poter partecipare, ma per noi nordestini è un po' complicato... tutta la mia solidarietà ai compagni della sponda sud. Hasta siempre!
    • ma
      massimo  Andiamo avanti
      • as
          un petit clic de souris pour un beau projet de réunion :)
        • LC
          Laura  Sostengo e ci sarò con interesse :)

          Gallery